ManfredoniaVieste
Fatti avvenuti durante un tentativo di rapina all'interno del locale della vittima

Vieste, accoltella commerciante, preso da PS Manfredonia

Omicida bloccato dagli agenti del Commissariato di Manfredonia e della Polstrada di Vieste; titolare negozio deceduto in ospedale

Di:

Vieste/Manfredonia – COME anticipato, personale della Squadra di PG del Commissariato di Manfredonia – e della Sottosezione della Polstrada di Vieste – ha tratto in arresto ieri Silvio Stramacchia, pregiudicato viestano di 26 anni, responsabile di tentata rapina ed omicidio ai danni del concittadino Mario Nardella, di anni 40, titolare, con altri familiari, di un esercizio commerciale dedito alla vendita al dettaglio di bevande.

I fatti. Il pregiudicato, verso le ore 18.45 di ieri sera, ha fatto irruzione – con il volto coperto con un passamontagna (ricavato da un berretto in maglia appartenente a suo padre, persona legata da amicizia alla vittima) e armato di un grosso coltello da cucina – intenzionato a compiere una rapina nell’attività della vittima. Vittima che ha opposto “stregua resistenza” per evitare la sottrazione dell’incasso quotidiano.

Durante l’aggressione Stramacchia ha pugnalato la vittima al torace che, nonostante fortemente sanguinante, ha tentato di inseguire il malfattore fuori dal locale. Fortunatamente all’esterno del negozio vi erano due pattuglie della Polizia di Stato, una del Commissariato di Manfredonia ed una della Polizia Stradale di Vieste; i poliziotti hanno notato distintamente che un individuo, con corporatura esile, alto 1.70 cm, travisato con passamontagna blu, e con in mano un grosso coltello da cucina, si stava dando alla fuga inseguito da un’altra persona – la vittima – che dopo qualche metro è stramazzato al suolo.

Avendo notato il malcapitato circondato da soccorritori, i poliziotti si sono posti all’inseguimento a piedi del fuggiasco che, da subito, si è rivelato un ottimo conoscitore dei luoghi. Nel corso dell’inseguimento Stramacchia si è tolto il passamontagna, così venendo riconosciuto dagli inquirenti e risultato residente nelle vicinanze del luogo del delitto. Lo stesso Stramacchia è stato visto distintamente in viso a pochi passi ma anche riconosciuto per la sua andatura tipica, quasi claudicante.

L’omicida aveva fra le mani ancora il grosso coltello e, accortosi degli inseguitori, ha prima rivolto l’arma contro gli stessi per poi occultarla velocemente lasciandola sul posto, così continuando la fuga, incurante dell’alt intimatogli più volte dalla polizia.

In seguito il blocco dell’uomo, poi accompagnato negli uffici della Sottosezione della Polstrada di Vieste; il titolare dell’attività commerciale è deceduto in ospedale a causa della ferita riportata al torace. Accertata la morte, su disposizione del Pm di turno, dr.ssa Palumbo della Procura di Foggia, gli agenti hanno fatto intervenire il medico legale della Sezione dipartimentale di Medicina legale dell’ospedale D’Avanzo di Foggia.

Dopo essere stato scoperto, Stramacchia, dopo un piano liberatorio, verso le ore 3.00 del 12 novembre, ha ammesso spontaneamente le proprie responsabilità cercando di giustificare il grave episodio con un incidente avvenuto nel corso della perpretazione della rapina. L’uomo è stato arrestato e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Vieste, accoltella commerciante, preso da PS Manfredonia ultima modifica: 2014-11-12T11:39:38+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
5

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi