Manfredonia
Referente del comparto pesca

Donato Carbone “Deposito gpl uguale morte pesca di Manfredonia” (VIDEO)

"Nel lontano 29/09/1988 Manfredonia ha vissuto un dramma quasi simile a questo con la cosiddetta Nave dei Veleni"

Di:

Manfredonia. ”PERCHE’ il compartimento marittimo di Manfredonia è contrario al deposito costiero di gpl dell’Energas? Perché la pesca, che attualmente non sta vivendo un momento felice per le note restrizioni imposte dalle normative ue, sarà il settore più danneggiato”. E’ quanto dice a Stato Quotidiano Donato Carbone, referente del comparto pesca di Manfredonia.

“Non tutti sanno spiega Carbone – che il gas arriverà a Manfredonia a 42 gradi sotto zero e che per immetterlo nelle condutture ha bisogno di delicate operazioni di riscaldamento tramite gli scambiatori di calore che necessiteranno di acqua marina. L’acqua che sarà utilizzata per fare tali operazioni verrà poi riversata nel mare alla temperatura di circa 0 gradi addizionata per di più con sostanze nocive che di certo altereranno l’equilibrio dell’habitat marino con ovvie conseguenze sul sistema di vita in esso contenute. Quindi questo futuro deposito di GPL di circa 60.000 m3 che uno dei più grandi dell’Europa provocherà alla pesca un grande danno economico causando la perdita di posti di lavoro e danneggiando l’immagine dei nostri prodotti per tutta l’Italia che attualmente è al top come qualità”.

Ha un messaggio da rivolgere ai pescatori di Manfredonia? “Quello di ricordagli che nel lontano 29/09/1988 Manfredonia ha vissuto un dramma quasi simile a questo con la cosiddetta Nave dei Veleni (che io chiamo attualmente la Nave del grande risveglio sociale della cittadinanza di Manfredonia) e in quell’occasione i pescatori sono stati determinanti nella lotta contro l’attracco di quella Nave perché erano i più danneggiati. Così come è successo allora chiedo a tutti i pescatori e ai loro familiari di andare domenica 13 novembre alle urne a votare NO all’insediamento del deposito dell’ENERGAS, perché ne va della propria futura sopravvivenza economica”.

redazione stato quotidiano.it



Vota questo articolo:
14

Commenti


  • La costa dei barbari

    Con il massimo rispetto del signore della foto.. prendo spunto da questa ulteriore dichiarazione rilasciata oggi. Ma prima, nel 2014 ,2015 e anche 2016_perche’ non avete rilasciato dichiarazioni a mezzo stampa? Comunque meglio tardi che mai.


  • squib

    Ma referente de che…..ma …dove sei stato fino ad addesdo


  • Manfredolandia

    Alla sghugghiet a nov a mont i sut i stronz a gall ( vecchio proverbio sipontino) dedicato a tutti i paladini dell’ultima ora, di terra di cielo e di mare. La buonanima di mio padre avrebbe detto ” allambm ghl”. La difesa del mare giustissima causa ma prima dove eravate?


  • zerobianchetto

    Carbone, ma vattin! Siete proptio voi pescatori che state rovinando la pesca .. Si energas e rilancio dell’economia cittadina seria –


  • CANE DI PRUA

    Spero che tutta la marineria domani vada compatta a votare!


  • Michele C.

    Donato Carbone voglio ricordarti che esortare i pescatori ad andare al voto referendario consultivo del 13 novembre è giusto ,però non basta. La battaglia contro l’energas inizia il giorno dopo e a oltranza.Ti invito a unire tutti i compartimenti marittimi della pesca Garganica,perché l’habitat marino della fauna e della pesca alterato da sostanze biocide e dal cloro non colpiranno solo le acque di
    Manfredonia,ma oltre…. NO ENERGAS


  • Belle parole

    Carbone forse non ti ricordi che nel tratto tra il porto industriale e la pesca è vietata. La marineria di Manfredonia pesca e Pianosa e Pelagosa. E anche in Croazia e Montenegro. Per cui il tubo non c’entra nulla con la pesca


  • peppino

    donato te l apotevi risparmiare questa dichiarazione, se la pesca vuole risorgere……..ke fai tu per la pesca????? o meglio per noi pescatori?-


  • ANTONIO

    Caro Donato,,,,referente del comparto di Manfredonia, che significam chi ta dato tale carica????? e poi cosa ne sai tu delle temperature del gas,,,,,,poi ricordati la restrizione delle barche non è colpa dell U.E. come dici tu,,,,ma il problema, che i pescatori di oggi, hanno aperto gli occhi ,,no ENERGAS,,,,,,,ma finiscila,,,,,,,,- cmq un cosiglio, potevi evitare di rilascaire questa intervista-


  • Antonio Trotta

    Mi scusi e come mai il mercato ittico è fallito?


  • I PESCATORI

    vai Donato non sentire quei vigliacchi che non hanno il coraggio di identificarsi quando fanno i commenti, forse non tutti sanno che hai un problema serio alle corde vocali (per Loredana) e che hai avuto molto coraggio a rilasciare questa forte dichiarazione a differenza di tanti cittadini che si nascondono nel silenzio.
    Ma ti voglio fare io una brutta domanda ma i Presidenti delle Cooperative di Pesca dove sono???? Esistono!!!


  • Pescatore

    Ha fatto più bella figura Lino Banfi.


  • Pescatore

    Questo signore non può rappresentare assolutamente la nostra categoria.Non lo ha mai fatto.Sicuramente sarà bravo nel suo lavoro ma on si dica che rappresenta i pescatori.


  • Anonimo

    Con il rispetto dovuto per la tua persona mi dispiace dirti la verità in giro i pescatori di te ….Mi dispiace ma è la pura verità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati