Manfredonia
Recordman di immersioni in mare e testimonial d’eccezione della Riserva Marina delle Isole Tremiti

Gpl Energas, Francesco Colletta “La politica lo sapeva, città andava coinvolta prima”

Di:

Manfredonia. PROPOSTA per l’installazione di un deposito costiero di gpl a Manfredonia: intervista all’architetto Francesco Colletta, recordman di immersioni in mare e testimonial d’eccezione della Riserva Marina delle Isole Tremiti.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
34

Commenti


  • Anto

    Normale che erano a conoscenza e favorevoli, ed ora salgono anche loro sul carro dei contrari per paura di perdere voti, altrimenti non erano politici. Però noi diamo le colpe a Banfi ad energas che ha le giuste autorizzazioni ed ha fatto acquisti e grosse spese per attuare questo progetto, ora dopo 100 si gli si dice no.


  • Angelo

    QUINDI VOI CHE FATE PER LA VOSTRA CITTA’???OLTRE A CRITICARE E DIRE CHE LA COLPA E’ DEGLI ALTRI??? ANDATE A VOTAREEEEEEE NO ENERGAS …QUANTA CHIACHHIERRR

  • ma quali nuove tecnologie? progetti del 1999
    altrimenti avrebbero dovuto RIFARE EX NOVO IL PROGETTO E NON RIPROPORLO


  • Antonio Trotta

    @Manfredonia in Movimento, capisco che puoi essere contro l’Energas ma stai dequalificando il CTR.
    Sostenere il NO senza millantare aziende e persone non è una cosa da poco, ma almeno nell’ignoranza non diamo dei peraccotai a gente preparata che lavora. Solo per tua informazione durante le sedute del CTR c’era anche un rappresentante del Comune


  • cittadino ignorante

    Si d’accordo..ma loro specialmente quelli del Pd debbono risolvere il problema. In primis, nel disgraziato caso in cui il progetto divenisse esecutivo sarebbero puniti tremendamente politicamente dalla cittadinanza (già ora il corpo elettorale è diffidente) inoltre ci sono davvero dei serissimi rischi di sollevazioni popolari e contro di chi avverrebbero ( come si verificò nel passato) contro i politici naturalmente. Intanto aspettiamo anche la caduta del rappresentante dei massoni e delle lobbies petrolifere e bancarie! Il popolo italiano è stanco deluso..il prossimo governo nonostante le caramelline del ciarlatano Renzi sarà del Movimento Cinque Stelle e con una forte rappresentanza parlamentare del centro destro..in un giorno sarebbe bruciato tutto il progetto di Energas. E’ tutto da vedere…comunque assistendo all’Intervento di Emiliano e Riccardi, hanno fatto bene a non intervenire Bordo e Campo..credo abbiamo capito che aria tira a Manfredonia! Ai mostruosi interessi della Q8 energas ci sono quelli della politica..sta a noi dimostrare con i fatti la nostra contrarietà, con il voto al referendum del 13 novembre, poi senza calare la linea di attenzione verso il gravissimo problema che attanaglia la città continuare a lottare e a pressare i politici. Io sono convinto che per l’ odissea sipontina si impegneranno al massimo sia il Movimento 5 stelle (ha fatto molto di più del Pd) che il Pd e partiti satellite. Il caso Manfredonia, è questa è la mia speranza sembra sia stata presa a cuore anche se in ritardo dal Pd quindi Energas spero rimanga
    tritolato da quello che fu complice in parte e che ora potrebbe diventare il suo carnefici. Care sipontine e sipontini siamo noi che con il voto e la costante pressione sui politici dobbiamo armare le loro mani affinchè il mostro venga definitivamente decapitato e sotterrato una volta per sempre.


  • Carmen

    E quindi?
    Il sig. Colletta ha detto la sua.
    L’impianto è sicuro? Di sicuro non esiste niente.
    L’impianto non si può paragonare al disastro di Viareggio ma i mezzi che trasporterebbero il gpl altroché se non produrrebbero disastri come e più di Viareggio. Ce li avremmo su ferrovia strade e per mare.
    Allora di che parliamo?
    Piuttosto spenda due parole per il no.
    Se il Menale è disposto a spendere una barcata di soldi per questo megaprogetto (gasdotto per mare e per terra-impianto dei super “bomboloni”- adeguamento ferrovia e banchina porto industriale + regalie varie per imbonire i corruttibili)…
    immaginate quale transatlantico di soldoni ne avrà come ritorno?
    E questo in cambio di pochi posti di lavoro poco qualificati (guardiani,portapacchi e lecchini).
    I nostri giovani che studiano non sono interessati, quindi emigreranno come si è sempre fatto.Ai giovani bisogna pensare.
    Ripeto, di che parliamo? Fuffa nient’altro che fuffa!!!


  • FILOMENA S.

    ANDATE VIA DA MANFREDONIA!!!
    NON VI VOGLIAMO!!
    LASCIATECI IN PACE!!


  • Alan Ford

    I POLITICANTI DOVEVANO PORCI IL QUESITO IN QUESTI TERMINI:
    Siete consapevoli che votando NO ….
    1- Sollevate da ogni responsabilità i nostri passati, attuali e futuri amministratori comunali;
    2- Accettate di accollarvi, al loro posto, ogni (loro) responsabilità e di pagare tutte le penali previste;
    3- Saremo noi a pagarle;
    4- …. Se dovesse vincere il NO, i nostri politicanti (di destra, centro, sinistra o “indefiniti”) ci rinfacceranno di aver votato No …. E daranno a NOI la colpa degli aumenti dei balzelli;

    Bene …….., se siete consapevoli di tutto ciò andate a votare e votate NO.

    Ognuno faccia come crede, ognuno è libero di votare NO, SI o di non votare affatto.

    COMUNQUE ANDRA’ ….. sarebbe il caso di far pagare di tasca propria chi ha permesso che questo progetto prendesse vita ….. e di mandare a “quel paese” tutti i politicanti che oggi si fanno belli a gridare NO (dopo che si sono resi conto che è l’unica cosa che gli conviene fare), ma che al momento giusto avevano tutti gli interessi a dire SI.


  • BASTA CON GLI STUPRI ALLA NOSTRA BELLISSIMA TERRA!

    E chi se ne fotte del CTR! MANFREDONIA E NOSTRA E LA DIFENDEREMO SINO ALL’ULTIMO ANELITO DI VITA! ANDATE VIA! GIU’ LE VS ZAMPACCE DA MANFREDONIA!


  • il popolo sovrano prima delle lobbbies e massoneria

    Il pd vi ha mollato non lo avete ancora capito cercatevi un altra sede..provate dalle parti della terra natia di Cetto la qualunquemente probabilmente sarete più fortunati! Il giochetto della modifica della Costituzione non funzionerà l’ha detto anche il GOVERNATORE DELLA PUGLIA EMILIANO che dovete smammare. TUTTI A VOTARE I DUE NO!!!!!


  • Salviamo Manfredonia

    Va bene la critica alla politica ma non al disfattismo, i burattinai e i loro zerbini punto al fattore ” troppo tardi” tutto sta deciso”! Bene hanno fatto Emiliano e RIccardi, l’ing. Starace e il Sindaco di Lucera a dire che ” nulla è fatto” e che dipende da noi! Siamo noi gli artefici dei destini della città!! TUTTI ALLE URNE PER UN SOLENNE NO!


  • matteo

    Colletta cosa ne puoi sapere lei di impianti e depositi di gas se è un architetto!! non faccia la parte dell’erudito che non ha neanche le competenze per farlo, fate parlare l’ingegner Matteo Starace. Adesso anche gli architetti che parlano di impianti.
    NO ENERGAS


  • La costa dei barbari

    Grandissimo lavoro quello dell’ Ingegnere Starace e il caons e non solo loro ci sono tanti che meritano un grande plauso dal MOV MF nuova al 5 stelle al collettivo apnea a Manfredonia in movimento e anche alla stampa libera.Davvero sono tutti un orgoglio per la città’.


  • Antonello Scarlatella

    Architetto Colletta, mi creda ho tantissima stima per lei per il ruolo che ha in protezione civile, per gli sforzi e la passione che impiega al servizio della collettività.
    Mi creda però io non ho molto compreso il messaggio che tramite questa nobile testata ha voluto dare alla cittadinanza.

    La politica sapeva. Va bene OK quindi?
    Con molta probabilità l impianto INVASIVO, nella logica delle aree industriali del 1996 poteva essere a supporto di una serie di attività oltre a fare da volano all insediamento del contratto d’area che oggi non esiste più.
    L’impianto a ciclo chiuso è sicuro OK. Ma ad oggi non serve più al territorio.
    Quindi non capisco a cosa serve avvelenare un clima politico che già di per se è avvolto da tensioni.
    La popolazione la politica ha cambiato la visione di città. Da città ad ad industriale ad alto impatto ambientale a città che mira ad industrie eco sostenibili di vocazione territoriale quali turismo ed agricoltura.
    Mi sarei aspettato da lei un altro discorso. Lei che è appena tornato da Amatrice città distrutta dal terremoto. Mi sarei aspettato che avesse spronato la città ad andare a votate in quanto essendo Manfredonia in zona sismica 2 non è detto che un impianto per quanto sicuro e costruito con tutti i sistemi di sicurezza all avanguardia non diventi coadiuvante di tragedie a seguito di eventi naturali come il terremoto.
    Colletta, almeno lei che è una persona di grande cultura e di grande umanità la prego lasci perdere la politica. Persone come lei debbono essere superiori alle logiche politiche ed al gossip politico che giornalmente assistiamo sia a livello locale che a livello nazionale.
    Bastava un invito al voto.
    La Prego contatti la direzione di Stato e rifaccia il videomessaggio.


  • no

    cercava solo visibilità, come sempre! gli piace apparire e farsi notare. Gli architetti posso progettare solo i piccoli impianti edili e non gli impianti industriali e i mega depositi di gas, quindi non ha competenza tecnica in quel campo, ascoltiamo gli ingegneri che dicono che l’impianto è ad alto rischio di pericolosità no a energas.


  • Antonio Trotta

    Antonello, il problema è che tutta questa faccenda è più di natura politica/interessi personali che per la cittadinanza.
    Nessuno e dico nessuno fino ad oggi ha organizzato una tavola rotonda dove ognuno poteva esprimere le proprie osservazioni.
    Fino ad oggi Manfredonia si sta fidando di un’associazione, che è nata ad hoc per l’Energas e di politici.
    I miei dubbi sulle associazioni sono:
    – La Manfredonia Vetro quando sversava i fluidi in mare dove erano?
    – Per i fumi della Manfredonia Vetro dove erano?
    Ad oggi, sentendo le interviste dell’Ingegnere Starace le osservazioni sono:
    – Ciclo aperto mentre nel progetto parlano di Ciclo Chiuso;
    – Rigassificatore mentre nel progetto non si fa cenno al rigassificatore;
    – Prende come esempio Porto Tolle e non fa un confronto con Brindisi, Livorno;
    – Amendola, non dice nulla il ministero della difesa e lo fanno le associazioni e i politici;
    – Terremoto: Quale è la magnitudo che genererebbe un rottura dei serbatoi con relativa fuoriscita del gas (in questo caso ci deve dire anche cosa potrebbe succedere ai vari depositi di benzina, condotte metano che sono sotto Manfredonia;
    – Sviluppo Turismo, Agricoltura, Cultura, chi deve investire;
    – Area Zona Macchia/Monte Sant’Angelo di proprietà della Syndial, quali sono i progetti ENI;
    – Quando sono state richieste le autorizzazioni perchè nessuno si è opposto;
    – Quando l’Energas nel 2013 ha presentato la sua domanda, perchè nessuno l’ha impugnata.

    Scusami solo io mi sto ponendo queste domande?
    Perchè solo ora tutti si ricordano…cosa c’è sotto al NO? Vuole essere l’ennesima presa in giro per la popolazione o è la ricerca di qualcos’altro?


  • Michele Ciociola

    Scarlatella,
    forse l’Architetto Colletta non ha detto quello che piace a lei.

    (un impianto per quanto sicuro e costruito con tutti i sistemi di sicurezza all’avanguardia non diventi coadiuvante di tragedie a seguito di eventi naturali come il terremoto)

    perché magari l’impianto è davvero sicuro contro i terremoti.
    Ovviamente parliamo sempre di “sicurezza” in termini relativi. Non sono un esperto, ma non mi risulta che nessun terremoto abbia mai causato danni a depositi di gas.

    Poi magari qui l’esperto è lei, e ci può illuminare su quale grado di terremoto può causare danni a quel tipo di impianto, fin dove possono arrivare i danni ecc ecc.

    Se poi vogliamo affermare che niente è sicuro contro gli eventi naturali, allora possiamo anche fare le valigie e traslocare sulla luna.

    E basta con questo terrorismo (frase tratta da un suo precedente commento).


  • vecchio lettore

    Quoto alla grande l’intervento di Scarlatella.


  • Referendum = Foglia di fico


  • La figlia del fotografo


  • Max

    Condivido in pieno con l’intervento di Ciociola !
    Inoltre sono veramente stanco di sentire parlare in maniera sterile di vocazione turistica , biologico ed altre farneticazioni.
    Basta con le chiacchiere fateci i nome di chi è pronto ad investire sulla vostra vocazione turistica !
    Diteci una volta e per tutte quali progetti avete pronti , e con quali soldi volete realizzarli.
    A Manfredonia nessuno investe un bel nulla e i fallimenti di più attività anche legate al turismo ne sono la riprova ( Novotel , porto turistico ecc ecc ).
    Il turismo che vi piace è quello delle case fittate a nero nei mesi estivi e del carnevale dove a mangiare sono sempre i soliti noti.
    Una volta tanto che si ha la fortuna di avere un imprenditore importante che ci mette soldi suoi , che rispetta tutte le regole e ha ottenuto tutti i permessi previsti dalla legge , si scatena un putiferio enorme privi di qualsiasi motivazione sensata e si è costretti a sentire dichiarazioni di gente incompetente che Si improvvisano ambientalisti , ingegneri esperti di GPL vomitando un innumerevole valanga di sciocchezze di ogni tipo.
    Mai ho riso tanto nel leggere di mare che diminuisce di temperatura , di orchidee che nascono tra gomme ed eternit abbandonato , e di intere regioni che saltano in aria a causa di un deposito di GPL .
    Perfino la CGIL ha criticato i continui NO che Manfredonia regala a chi vuole investire senza però avere nemmeno un solo progetto o investitore serio e concreto in alternativa di quei NO !
    Per vivere e mettere il piatto a tavola , per pagare l’affitto di casa e mandare i figli a scuola , per le spese mediche e per tanto altro ancora ci vogliono soldi , perché DI sola VOCAZIONE SI MUORE DI FAME.


  • troppa ignoranza....

    Forse non é chiaro che il deposito non inquina….é assurdo sostenere che il gas metano inquina oggi saremmo tutti..morti…come dice trotta…nessuno controllava la manfredonia che inquinava…e sversava in mare i reflui delle lavorazioni….per non parlare dei fumi di cumbustione…….quindi….siete ciechi..volete vedere solo quello che vi fa comodo….caro antonello fai il tuo lavoro…e lascia ai tecnici giudicare…perchè se ce un terremoto che butta giù il deposito….vuol dire che noi siamo finiti prima…..quindi….
    L ignoranza ne fa da padrona….


  • il figlio del fotografo

    Ma che cosa ha detto? parla come mangi—


  • Viva la gallina prataiola

    per Max

    Ti sei dimenticato la gallina prataiola…….

    E’ nota la passione ei Manfredoniana per tale esemplare,
    la tradizione vuole che ogni domenica (da circa un millennio) i cittadini si rechino a Santo Spiriticchio ad ammirare l’uccello.


  • Antonello Scarlatella

    Caro troppa ignoranza, che io sia ignorante non solo in materia è un dato di fatto….e me ne vanto come magari altri si vantano di essere preparati…il mondo è bello perché è “variegato” …giusto per essere sempre più ignorante..
    Cortesemente però indicami dove ho scritto che il GPL è inquinante. Io ho scritto altro caro amico.


  • Alberto Ardò

    Antonello Scarlatella, sei messo maluccio.

    L’utente troppa ignoranza quando si riferisce a te, lo fa in riferimento ai terremoti, e non riguardo all’inquinamento.
    Possibile che non ci arrivi?

    D’altronde, lo sanno tuti che tu sei espertissimo in di scosse telluriche, sappiamo tutti che la tua tesi di laurea era intitolata: “Gli effetti dei terremoti sui depositi di gas gps”.


  • Osservatore

    Si sta delinendo un grande successo del NO! In primis e raro che un referendum superi il 50% degli aventi diritto al voto. Questo dato non va confrontato con le amministrative etc, considerato la brevità della scadenza..etc..
    Io sinceramente mi aspettavo un alflluenza totale alle 22 max del 30/33% addiruttura alle 18 stiamo quasi al 36%!! L’importante e che migliaia di sipontini oltre alle migliaia che hanno firmato in precedenza abbiamo testimoniato il proprio totale dissenso!! Non piegherete mai lo zoccolo duro di questa città! Mai!
    Comunque la processione si vede alle fine!


  • CARLO

    da 15 MILA E OLTRE NO! SAREBBE UN GRANDE SUCCESSO CHIARO E FORTE PER TUTTA LA POLITICA ITALIANA! UN SEGNALE FORTE CHE MANFREDONIA NON VUOLE IL DEPOSITO DI GPL!!


  • Contestazione feroce al Miragas!

    E intanto oltre 25.000 sipontini in su sono andati e andranno al voto!!
    Un risultato enorme poi toccherà aspettare il responso dello spoglio per festeggiare il trionfo della città di Manfredonia. Ma la durissima battaglia proseguirà senza sosta!


  • Filippo Ag

    @ Osservatore

    Ma sei un comico?

    Se il No non raggiunge almeno il 50% il referendum sarà un totale fallimento, sarebbe stato meglio non fosse stato fatto, oltre a risparmiare soldi, si sarebbe potuto continuare a dire che tutta Manfredonia non vuole l’energas.


  • GIU ' LE ZAMPACCE DALLA NOSTRA MANFREDONIA!

    L’ENERGAS SI TROVI UN’ALTRA SEDE PER CONCRETIZZARE I SUOI INTERESSI! PER COLPA SUA MIGLIAIA DI SIPONTINI VOTERANNO ANCHE NO IL 4 DICEMBRE!


  • Antonello Scarlatella

    Ardo, bravo. Lodi alla tua comicità .


  • francesco colletta

    leggo quello che avete scritto e ringrazio. Riferendomi a coloro che pensano di esprimere un pensiero libero, voglio ricordare che il circo equestre del referendum popolare non ha portato nessun esito. Si ricorda che è stato ideato da chi ha ancora in bocca le fette di panettone distribuito l’anno scorso da Energas con sponsorizzazione sportive-elettorali


  • ciccillo

    Perchè non ha portato a nessun esito? Taluni paladini (??) politici antigas
    si sono schierati con chi voleva modificare la costituzion, si sono smascherati da soli . e ti pare poco?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati