Foggia

Di Gioia: 52 milioni di fondi Fas per strade Capitanata

Di:

L'assessore Leonardo Di Gioia lascia la carica di consigliere provinciale (Stato)

Leonardo Di Gioia (immagine d'archivio, Stato)

Foggia – FIRMATO venerdì scorso a Bari il disciplinare che regola i rapporti fra la Regione Puglia e la Provincia di Foggia per l’utilizzo dei fondi Fas destinati alla viabilità stradale in Capitanata. L’importo complessivo del finanziamento alle progettualità elaborate dall’Ente Provincia, comprese nell’accordo quadro traporti Cipe-Regione Puglia è di 55milioni di euro.

La firma apposta permetterà all’Ente Provincia di bandire le gare per l’avvio della realizzazione della viabilità di collegamento del nuovo Casello Autostradale di Borgo Incoronata con la Foggia-Candela e la Città capoluogo.

Il finanziamento per questa specifica opera, che comprende l’adeguamento della viabilità di accesso/servizio dell’Area di Sviluppo Industriale, ammonra a tredici milioni di euro. Con undici milioni e mezzo sarà invece finanziato il primo lotto della Tangenziale Est di San Severo, che collegherà il casello autostradale del centro dell’Alto Tavoliere con la Statale 16.

La prossima settimana, sempre a Bari, verrà firmato il disciplinare per i lavori riguardanti quattro arterie stradali del Subappennino, finanziati con venti milioni e 500mila euro. “Realizzazioni importanti in chiave strategica” sottolinea l’assessore al Bilancio della Regione Puglia Leonardo Di Gioia “perché collegate a progettualità più ampie. Va dato credito alla Provincia di Foggia” prosegue l’assessore Di Gioia “ai suoi tecnici e al lavoro svolto dalla giunta Pepe per la tempestività con cui si sono realizzate progettualità efficaci e coerenti, che gli uffici regionali, anche grazie all’azione dell’assessore Giannini ed allo stimolo dei rappresentanti del territorio, hanno prontamente recepito. Ritengo” conclude Di Gioia “che una sempre più stretta collaborazione e cooperazione fra le istituzioni ed una attenzione costante alle scelte di prospettiva siano la premessa necessaria per il rilancio del nostro territorio e per la serenità dei suoi cittadini.”

Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti

  • Quando si tratta di riscuotere stipendi in amministrazione provinciale, non si riscontrano mai ritardi e disservizi.
    Quando si tratta di fare manutenzione alle strade provinciali, allora occorre sempre attendere le elezioni più vicine.
    Io dico che non è normale.
    E nemmeno lecito e legale.
    Gustavo Gesualdo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi