Cronaca

Direttore Confcommercio Aquila barricato in Bankitalia

Di:

Cioni Celso (st - leditoriale)

Il direttore di Confcommercio L’Aquila, Celso Cioni, si è barricato nella filiale Bankitalia per lanciare “un grido di dolore dei piccoli commercianti di questa martoriata città”. Annuncia l’inizio dello sciopero della fame e della sete. “Se saranno forzate le porte del bagno dove sono barricato ho benzina e accendino”.

Il direttore di Confcommercio L’Aquila Celso Cioni,sottolinea che molti “piccoli commercianti di questa martoriata città, costretti dal sisma a lasciare i negozi senza ottenere sostegni e facendo debiti. Ci sono casi di suicidi”. Cioni ha annunciato lo sciopero della fame e della sete.



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Antonello Scarlatella

    Questo gesto dovrebbe essere imitato da tutti i direttori di confcommercio e magari supportati dai soci.
    Purtroppo la maggior parte dei dirigenti di confcommercio, confindustria ecc pensano solo ed esclusivamente a fare vetrine con convegni non a supporto della categoria ma della propria immagine. D’altronde tutti i dirigenti sindacali usano i sindacati come trampolino di lancio nella politica o per entrare in un contesto sociale ed economico fatto di privilegi.
    Antonello Scarlatella


  • gionnyjolly

    Nonostante quanto accaduto alla Città de L’Aquila e la crisi incombente su tutti e su loro in particolare,hanno la forza di riappropriarsi della loro storia con un film su una Santa,originaria di Siponto,che da,uso il presente,il nome ad una delle chiese più belle ed ad un quarto della Città antica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi