ManfredoniaMattinata
Sentenza della Corte dei Conti, sezione regionale; nomine relative all'ufficio di staff dell'allora primo cittadino

Nomina collaboratori esterni, condanna per ex sindaco Mattinata ed altri

Vicenda originata da un esposto datato 08.03.2011 inviato alla Procura regionale

Di:

Bari/Mattinata – “(..) Nel caso che ci occupa è indiscutibile che il Sindaco e la Giunta abbiano posto in essere atti rientranti esclusivamente nelle proprie competenze. Ne deriva che sarebbe bastata una diligentia minima nell’esame preliminare degli atti da adottare circa la ravvisabile legittimità e liceità degli stessi (..) non può essere affermata una irresponsabilità tout court dei soggetti politici, i quali sono comunque tenuti, nell’esercizio delle proprie specifiche ed esclusive competenze, a ben documentarsi. in fase istruttoria, sulla legittimità-liceità del proprio operato(..).

Così i magistrati della Corte dei conti–sez. giurisdizionale per la Regione Puglia– nella sentenza relativa al giudizio di responsabilità promosso dal Procuratore regionale (vedasi precedente atto di citazione del 16.05.2014) contro Lucio Roberto Prencipe, Prencipe Raffaele, Ciccone Rosa Pia, D’Apolito Raffaele, Sacco Antonio, Esposito Francesco, (già sindaco, vice-sindaco, assessori – 3 – e dirigente ufficio amministrativo) condannati rispettivamente al “pagamento in favore del Comune di Mattinata di euro 6.000 oltre rivalutazione monetaria ed interessi legali, e 1.666,20 oltre rivalutazione monetaria ed interessi legali tutti gli altri citati convenuti”, in seguito ad un “esposto datato 08.03.2011 ed inviato alla Procura regionale, con il quale era stato segnalato un danno erariale cagionato al Comune di Mattinata, in seguito all’adozione di provvedimenti, con i quali l’allora Amministrazione comunale aveva proceduto alla nomina di alcuni collaboratori esterni all’ufficio di Staff del sindaco, con modalità elusive del dettato dell’art.90 T.U.E.L.”.

“Il danno erariale” era stato quantificato dal Procuratore regionale “in complessivi euro 49.023.78 – come riportato nella sentenza depositata in segreteria il 10.02.2015 – corrispondenti all’importo dei compensi erogati all’avvocato La Torre e del rimborso spese in favore del dott. Seppi, escludendo la possibilità che trovi applicazione il principio della ‘compensatio lucri cum damno’ a motivo del fatto che gli oneri finanziari sostenuti” dall’allora “Amministrazione comunale sono assolutamente ‘contra legem’ – è scritto nella sentenza della Corte dei Conti – e perciò costituiscono integralmente danno erariale“.

“Il complessivo danno ascrivile è stato rideterminato nella misura del 30% per una somma pari a 14.331.00 euro”.

“VICENDA PARTITA IN SEGUITO AD UN ESPOSTO INVIATO ALLA CORTE DEI CONTI”. Da raccolta dati, la vicenda ha avuto origine “da un esposto presentato dall’avvocato Pierpaolo Fischetti, già consigliere comunale e assessore al bilancio del Comune di Manfredonia” il quale “ritenne illegittima la nomina dell’avvocato Francesco La Torre” e “per tale motivo – come dallo stesso riferito – si alzò in Consiglio comunale non votando il provvedimento”. “Da qui la revoca del mio incarico”.

Avv.Pierpaolo Fischetti, già consigliere e assessore Comune di Mattinata (FB)

Avv.Pierpaolo Fischetti, già consigliere e assessore Comune di Mattinata (FB)

AVV.FISCHETTI: “FALLIMENTO POLITICO PRECEDENTE GIUNTA”. “La sentenza della Corte dei Conti Puglia – dice a Stato l’avvocato Fischetti – decreta ineluttabilmente il fallimento politico della giunta di Lucio Roberto Prencipe e del PD locale. Si legga tra l’altro questa parte della sentenza: ”…uno sviamento del canone della legalità al cui rispetto i pubblici amministratori sono sempre tenuti nello svolgimento delle proprie funzioni in ragione del fatto che comunque il principio di legalità costituisce un fondamentale interesse della collettività inteso come corretto utilizzo delle risorse sotto il profilo dei criteri dettati ed imposti dal Legislatore cui siano sottesi valori meritevoli di tutela”. “Ora, dato che in quella giunta sedeva un altro assessore interessato alla sentenza, attualmente ancora assessore, mi chiedo se vi saranno delle dimissioni”.

g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
7

Commenti

  • Caro Fischietto, che pochezza giuridica nei tuoi ragionamenti. E ti elevi anche ad essere considerato avvocato Ma mi faccia il piacere…….


  • nicola Cerata

    Bravo Avvocato: sei il migliore! Meno male che ci sono i Giudici a dire la verità… La verità brucia …


  • semprevigile

    Arrivano i nostri e creano danni anche in altre amministrazioni…. che ti fa la politica e tutti gli incarichi che fa scaturire…..
    Che dire, sono pure professionisti…. talmente avvezzi a mangiare carne tutti i giorni (quella dei cittadini) che dimenticano che qualche volta la stessa è attaccata all’osso e qualche volta, ma solo qualche volta, fa saltare qualche dente….


  • dux

    Semprevigile, sei il solito addormentato nel bosco commenti senza aver capito un tubo come al solito, sei tipo qel fischetto alla pari..


  • semprevigile

    Dux o qualunque altro tu sia…. ma hai il letto il testo integrale della sentenza ….
    Quando le cose che si dicono non vengono filtrate dal cervello, si possono fare tale asserzioni che stranamente per chi sa leggere partono dal cervello ed escono dalla bocca , mentre per altri escono da uno specifico orifizio.


  • dux

    Sempreaddormentato non riesci proprio a collegare il cervello con la lettura, ti rendi conto che sei fuori da ogni logica o deduzione al che si voglia, smettila, se proprio devi vigilare, vigila sulla tua fantasia astratta che ti porti dietro. Attento fai buona guardia per evitare figuracce in serie. ALTOLA’


  • roberto

    Fuori dalle balle stile comunisti — ma fammi il piacere —-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi