Cultura
Venerdì 20 febbraio aprirà i battenti il Museo degli Ipogei

Trinitapoli, Franceschini inaugura Museo degli Ipogei

"La riapertura dopo anni, dell’esposizione sui resti della necropoli risalente all’Età del Bronzo"

Di:

Trinitapoli – Venerdì 20 febbraio aprirà i battenti il Museo degli Ipogei di Trinitapoli. Doppia conferenza stampa di presentazione organizzata dal presidente del Consiglio Cosimo Damiano Albore: la prima mercoledì 18 a Trinitapoli, la seconda a Bari giovedì 19. Mercoledì alle 10.30 presso l’Auditorium dell’Assunta il sindaco Francesco di Feo e l’assessore alla Cultura Eugenio di Fidio descriveranno nel dettaglio la portata culturale e turistica dell’evento, con l’ausilio di Anna Maria Tunzi, direttore scientifico degli scavi e del museo, della Soprintendenza archeologica della Puglia.

Giovedì alle 12, a Contrada Lamberti in Palazzo Simi, seconda presentazione, con la partecipazione del sindaco di Feo, dell’assessore di Fidio, del direttore scientifico Tunzi e del soprintendente ai Beni culturali, Luigi La Rocca. Venerdì alle 10.30, in Via Marconi 26 a Trinitapoli, l’attesa inaugurazione del Museo, con la partecipazione del ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini.

“Siamo lieti di aver concluso questa prima fase che ci ha portato all’apertura – spiega l’assessore di Fidio – . Oggi inizia un secondo step che ci auguriamo porti frutti a tutti gli attori che hanno profuso ingenti energie per il raggiungimento di questo prestigioso obiettivo. Finalmente Trinitapoli dopo tanti anni avrà il suo museo”.

La riapertura dopo anni, dell’esposizione sui resti della necropoli risalente all’Età del Bronzo, per il sindaco di Feo rappresenta “la rinascita culturale della città”. Ma più simbolicamente il primo cittadino casalino spiega: “Per l’argonauta culturale è l’accesso spaziale a quella porta temporale ideale che consente, a tutti coloro che la varcheranno, di divenire viaggiatori ricchi della conoscenza del nostro passato e portatori, nel futuro, delle radici di una civiltà che scelse questi luoghi come villaggio della vita”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi