Sport

Podismo, Asd Gargano 2000 a Vienna. M.Spagnuolo alla 24Ore di Torino

Di: Redazione

Atleti podismo (runner.tv)

Manfredonia – E’ partito stamane – alle ore 05.30 da Piazza Marconi – il bus che accompagnerà gli atleti della ASD GARGANO 2000 Manfredonia alla volta dell’aeroporto di Roma per raggiungere nel pomeriggio la meravigliosa città di Vienna, oltre 50 tra atleti, accompagnatori e familiari che faranno tappa a Vienna per disputare domenica 15 aprile 2012 la Vienna City Marathon, classica delel maratone sulla distanza dei 42 km 1 195 metri. Variegata la composizione del gruppo che dopo la scorsa esperienza di Praga si accinge a far visita a una delle più belle città del mondo.

Intanto, è partito per Torino l’atleta Michele SPAGNUOLO ultramaroneta che ha fatto della corsa una filosofia di vita, infatti domenica si corre la 24 Ore di Torino, corsa no stop al Parco Ruffini (14-15 aprile) – 28 / 03 / 2012 – E’ partito il conto alla rovescia per la quarta edizione della 24 Ore di Torino, prova internazionale di corsa su strada endurance in programma al Parco Ruffini sabato 14 e domenica 15 aprile 2012 (partenza e arrivo alle ore 10).

La formula a parole è semplicissima: vince chi in un giorno intero, inteso come dì più notte, percorre più chilometri di corsa su un percorso di un chilometro (misurato e omologato FIDAL) tracciato lungo i viali alberati del parco. Al vincitore dell’ultima edizione, il 42enne toscano Marco Vannucci, per salire sul primo gradino del podio sono serviti 214 chilometri di corsa non stop (cinque maratone consecutive o, se si vuole, la distanza in linea d’aria che separa Torino da Parma!).

La 24 ore è un inno alla fatica, una sfida contro il limite umano, un appuntamento imperdibile per i temerari ultrapodisti e per chi vuole assistere a una spettacolare vicenda di sport e determinazione. La manifestazione organizzata dall’Asd Il Giro d’Italia Run, appuntamento entrato di diritto nel panorama dell’ultrapodismo internazionale, si è candidata ad ospitare il Mondiale di 24 Ore del 2015, anno in cui la città di Torino ha buone possibilità di fregiarsi del titolo di Capitale Europea dello Sport.

Sono tanti i punti di forza della 24 Ore di Torino, che quest’anno oltre alla prova individuale e a quella a staffette propone anche una competizione sulle 6 ore e un’altra sui 100 km. La corsa del Ruffini può infatti contare su una location completamente immersa in un’area verde pedonale (riparata dall’ombra degli alberi nonché perfettamente illuminata per ciò che riguarda la fase notturna), sull’appoggio del segretario nazionale IUTA e membro IAU Stefano Scevaroli che ha eletto il tracciato interamente asfaltato come “uno dei migliori al mondo”, sull’alto gradimento internazionale della corsa (anche quest’anno si registrano iscrizioni da Francia, Spagna Germania, Cecoslovacchia e Argentina), nonché sulla fruibilità di un percorso che permette al pubblico di spostarsi lungo tutto il chilometro transennato per seguire da vicino ogni fase della gara. Il Parco Ruffini, inoltre, è la sede di due tra i più importanti impianti sportivi cittadini: il Palasport, luogo ideale per la cerimonia di apertura e le premiazioni, e lo stadio Primo Nebiolo, struttura perfetta per ospitare l’area di neutralizzazione.

A conferma della crescita esponenziale della scena “ultra” italiana, forte della spinta garantita dalle recenti grandi imprese di due alfieri azzurri come Giorgio Calcaterra e Ivan Cudin, dal 2008 a oggi il nostro Paese ha ospitato ben tre rasssegne iridate: Tarquinia 2008 (Mondiale di 100 km), Bergamo 2009 (Mondiale di 24 Ore), Seregno 2012 (Mondiale 100 Km, in programma il prossimo 22 aprile).

Ed ancora a Bari domenica 15 aprile si svolgeranno i Campionati Regionali FISDIR di atletica leggera sul campo di gara del CUS Bari dove vedranno impegnati nelle varie discipline dell’atletica leggera gli atleti della ASD Gargano 2000 Manfredonia e quelli della ASD Delfino Manfredonia con la rappresentativa più numerosa tra atleti di livello promozionale e agonistico con al seguito i volontari e i super tifosi della Curva Sud Pasquale Cotugno a cui và riconosciuto il merito della grande sensibilità dimostrata per i nostri atleti, in questa occasione l’atleta Tomaiuolo Alessandro già campione italiano indoor 2012 sui mt 800 e 1500 cercherà il pass per la partecipazione alle Paraolimpiadi di Londra 2012, deve riuscire a ottenere il minimo di partecipazione nei mt 1500 di 4′ 10″ secondi e la ASD Delfino cercherà di conquistare l’ennesimo titolo regionale pugliese a squadra,il tutto coordinato dal tecnico Giovanni COTUGNO allenatore nazionale e responsabile della manifestazione che lamenta la carenza di infrastrutture e fondi per la promozione e diffusione dello sport per i diversamente abili e i più savntaggiati.


Redazione Stato

Vota questo articolo:
0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli correlati