Manfredonia
"Basterà contattare il numero verde di ASE eo recarsi al Punto Ecologico di Via Tratturo del Carmine"

Domande amministratori di Condominio, ASE: ecco le risposte

"Invitiamo i condomini interessati a rivolgersi al proprio amministratore per individuare, attraverso le linee guida indicate da ASE, la soluzione ottimale"

Di:

Manfredonia. Nell’ampio e democratico percorso di accompagnamento di tutta la cittadinanza all’avvio del servizio di raccolta differenziata porta a porta nell’abitato del Comune di Manfredonia, su iniziativa di “Ase Spa” si sono svolti e si stanno svolgendo incontri formativi ed informativi con rappresentanti di Istituzioni, associazioni, istituti scolastici, parrocchie, quartieri, ecc. Ciò al fine di garantire un omogeneo grado di attenzione verso ogni cittadino, non escludendo nessuna esigenza dovuta ad età, status sociale ed ogni altra richiesta.

Tra i primi soggetti ad essere interpellati e coinvolti da Ase più di un mese fa, vi sono stati gli Amministratori di Condominio, per confrontarsi e prevenire eventuali criticità con uno spirito di reciproca collaborazione che travalicasse gli aspetti tecnici già previsti per Legge dal piano di raccolta adottato (Piano Aro Fg\1 approvato da tutti i sindaci dell’Ambito e ratificata dall’Amministrazione comunale di Manfredonia) ed accogliesse, ove possibile, suggerimenti e miglioramenti, partendo dal presupposto che gli sforzi posti in essere vanno nella direzione dell’incremento della percentuale di raccolta che, purtroppo, a Manfredonia ha visto nel metodo di raccolta stradale raggiungere il solo 17% ben al di sotto della soglia del 65% utile alla riduzione del gettito di Ecotassa.

L’ultimo incontro, a seguito delle puntuali e approfondite spiegazioni fornite dalla struttura tecnica di Ase che avevano dipanato qualsiasi sorta di dubbio (così come riportato nelle seguenti risposte), si era concluso in un clima sereno e con l’intenzione di avviare un rapporto di reciproca collaborazione, specie in ottica di avvio del nuovo servizio.

Invitiamo i condomini interessati a rivolgersi al proprio amministratore per individuare, attraverso le linee guida indicate da ASE, la soluzione ottimale per l’ubicazione dei carrellati ed anche provvedere agli adempimenti amministrativi utili alla formale consegna di tale attrezzatura.

1. Sarà obbligatorio per i condomini (con oltre un certo numero di famiglie/unità) utilizzare i carrellati? E se si, a partire da quante famiglie/unita?
– Per i condomini che presentano un numero superiore a 7 unità abitative è prevista la consegna del “bidone carrellato”, che, però, può essere rifiutata attraverso un formale documento a firma della maggioranza degli utenti da consegnare ad ASE. Alla richiesta di consegna dei carrellati seguirà un celere sopralluogo per capire se e dove poter ubicare l’attrezzatura (un primo report è già svolto in fase di consegna dei kit domestici). Possono avanzare richiesta di bidone carrellato anche i condomini con meno di sei unità abitative; in questo caso, Ase, volta per volta, previa analisi delle reali necessità dell’utenza, deciderà se accogliere o meno la richiesta.

Scenario: Nell’ambito di uno stesso condominio con, ad esempio, 12 famiglie/unità un gruppo di famiglie decide di utilizzare il “carrellato condominiale” mentre la restante parte intende conferire i propri rifiuti a mezzo dei “mastelli personali”.

2. Nello stesso condominio, si potrà conferire sia con il “carrellato condominiale” che con i “mastelli personali”?
– No, a fronte di un documento formale, la maggioranza dei condomini decide e comunica ad ASE quale tipologia di attrezzatura si intende utilizzare.

3. Esattamente dove, dovranno essere posti i “mastelli personali” e/o i “carrellati condominiali” per il ritiro da parte degli operatori dell’Ase,
– In prossimità del portone condominiale\ abitazione\ingresso attività commerciale.

4. In caso di furto, fatta la denuncia alle autorità competenti, la consegna di un nuovo “mastello personale” “carrellato condominiale” comporterà un costo per il cittadino condominio?
– No. Basterà contattare il numero verde di ASE e\o recarsi al Punto Ecologico di Via Tratturo del Carmine, dove, a fronte di una semplice autocertificazione che immediatamente sarà consegnata alle Forze dell’Ordine a mo’ di formale denuncia, sarà immediatamente fornita una nuova attrezzatura (ricordiamo che mastelli e carrellati sono dotati di codice a barre e microchip personalizzati, identificativi e monitorabili)

5. Nel caso si richiede la sostituzione del “mastello personale” e “carrellato condominiale”, perchè quello in possesso si è danneggiato, ricevere quello nuovo avrà un costo?
– No. Basterà contattare il numero verde di ASE e\o recarsi al Punto Ecologico di Via Tratturo del Carmine, dove, a fronte di una semplice autocertificazione, sarà immediatamente fornita una nuova attrezzatura.

6. I nuovi carrellati mastelli saranno immediatamente disponibili per la consegna e presso quale sede ci si dovrà recare per ritirarli?
Tale risposta è stata identica a quella delle domande 4 e 5

7. Nel caso in cui, dopo aver lasciato negli orari stabiliti il proprio “mastello privato”e/o “carrellato condominiale”, una terza persona non identificata dovesse gettarvi rifiuti di altra natura, si subirà una sanzione?
– Sarà di volta in volta l’operatore ASE a valutare e segnalare le anomalie, ivi compresi “presunti dispetti”. L’azienda monitorerà costantemente le segnalazioni dei propri operatori e valuterà, con obiettività e buon senso, caso per caso se e dove richiedere l’intervento sanzionatorio delle Autorità competenti. Siamo certi che questi casi di presunti dispetti saranno isolati e non costituiranno un intralcio alla buona riuscita del servizio ed al processo di miglioramento della qualità della vita dei cittadini e del decoro urbano di Manfredonia.

8. Nel caso in cui, per una qualsiasi ragione e/o evento (naturale, come ad esempio, a causa del vento o provocato, come ad esempio, a seguito di un atto vandalico il “mastello privato” che il “carrellato condominiale” dovesse cagionare danni a terzi, chi sarebbe il responsabile?
– Su suolo pubblico l’utente non è responsabile, poichè, come previsto da Legge, eventuali accadimenti saranno coperti da polizza assicurativa ASE.

9. L’orario per il conferimento è stato previsto dalle 21.00 alle 04.00, è stato previsto anche un orario entro il quale ritirare il proprio “mastello privato”e/o “carrellato condominiale”?
– No, è nel buonsenso ritiralo appena possibile dal momento in cui è terminata la raccolta.

Auspicando con la presente comunicazione di aver chiarito ulteriormente talune questioni tecniche, ringraziamo gli Amministratori per l’impegno e la collaborazione che vorranno mettere a disposizione dei cittadini, prima ancora che di Ase – la quale rinnova la piena disponibilità al confronto e all’accoglimento di determinate esigenze dell’utenza – , in vista dellapartenza del nuovo servizio di raccolta rifiuti fissata per lunedì 18 aprile in zona 1 (Di Vittorio e Comparti) ‪#‎differenziamoci‬.



Vota questo articolo:
22

Commenti


  • Giuseppe Garibaldi

    ma cosa dite l’operatore deve valutare ??????
    il cittadino deve opporsi a chi????
    e come con l’avvocato in tribunele o con una mediazione ??????
    certo che se ne vedranno e sentiranno delle belle storie .


  • Giuseppina

    Secondo me ci sarà una ribellione popolare. Voglio vedere in estate per il centro, dove gli abitanti dei pianterreni per il caldo la sera soggiornano sui marciapiedi con le sedie, cosa diranno.


  • Antonello Scarlatella

    Che la differenziata si deve fare questo e’ certo.
    Perplessita’ c’è ne sono però.

    Immaginate una strada centrale di Manfredonia alle 21 alla sera il mese di agosto/luglio ecc ecc

    Chi uscira’ a quell’ora si trovera’ la strada invasa da bidoni di rifiuti che per quanto possano esser chiusi, certamente non sara’ di bell’aspetto specie per chi viene a passeggiare da citta’ limitrofe o turisti.

    Questo e’ un grande problema di immagine poco compatibile per un citta’ che alle 21 ed oltre e’ ancora nella piena attivita’ sociale.


  • Michele

    Mi sembra che le risposte siano state molto esaustive… basta avere un po’ di pazienza e buon senso e tutto andrà x il meglio… Se poi siete di coccio e continuate con domande puerili e inutili, beh il problema sta nella vostra testa… differenziatevi!!!


  • Filippo

    Ooo e basta !!!!!e una semplice raccolta differenziata stiamo facendo na polemica lo fanno in tutta Europa anzi in tutto il mondo basta!!!!!!
    Ci vuole senso civico e educazione.


  • Dany

    Un’altra domanda, è possibile sapere i vantaggi per le famiglie operose in questa iniziativa?
    Non vi sembra il caso di rimandare questo progetto a dopo l’estate, visto ancora il caos, e con il caldo e l’arrivo dei turisti, sicuramente non faremo una buona impressione…


  • Raffaele di Bari

    Grazie per le risposte.
    Alla buon ora !
    Quindi a 4 giorni dall’inizio della raccolta differenziata che riguarderà, inizialmente, i 6000 / 7000 abitanti residenti in condominio – CI RISPONDONO – che dovrebbero chiedere al proprio amministratore di riunirsi per poter deliberare.
    …. Ma lo sanno che l’assemblea va convocata almeno 5 giorni liberi dalla 1 convocazione ( tradotto: ipotizzando che questa sera fossi riuscito a notificare – e non spedire – la convocazione a tutti i condomini, il primo giorno utile sarà martedì prossimo !
    …. Questa sera all’incontro tenutosi presso la parrocchia S Pio alla domanda che segue è stato risposto con un tono che lascio giudicare ai presenti …..
    Domanda :
    Questa sera ha asserito che il carrellato condominiale non sarà obbligatorio, ….
    perché avete scritto che se il condominio vuole rifiutarli deve documentarlo con tanto di delibera a maggioranza ?
    — questa sera mi è stato detto che non so leggere, per cui chiedo a chi sa farlo ….. si spiegarmi cosa significa :

    È prevista la consegna del carrellato …. ( che questa sera con molta “gentilezza” mi ha spiegato vuol dire : “non è obbligatorio il carrellato” ) ….. Allora se non mi viene imposto il carrellato, mi sembra logico che se non lo voglio non andrò a chiederlo, ….. che senso ha scrivere ” PUO’ ESSERE RIFIUTATO attraverso un formale documento a firma della maggioranza degli utenti ( suppongo condomini ) da consegnare all’ASE ?

    Scusate comincio ad avere mal di testa, ma solo io non riesco a capire la logica di questa risposta o c’è qualcuno, che come me, non sa leggere ?

    E …. se x rifiutare qualcosa che non mi viene dato ( aiuto !!! Credo di aver bisogno di qualche seduta di psicoanalisi ) … Devo portargli un documento formale firmato dalla maggioranza degli “utenti”….. Immagino che se voglio chiederlo servirà una delibera che mi autorizzi a chiederlo ? O no ??

    — visto che non è obbligatorio, può mai un condominio deliberare ergo obbligare la minoranza a conferire l’immondizia personale come ha deciso la maggioranza ?
    Ma lo sanno che le delibere che invadono la sfera privata sono nulle ed impugnabili in qualsiasi momento ? ( non annullabili con l’impugnazione entro i 30 giorni )

    — pur volendo far finta di niente, come dovrà essere ripartita la nuova spesa derivante dal conferimento dell’incarico ad una ditta x portarli fuori e poi dentro ?
    E le multe…. ? E a chi ha la casa vuota spetta non spetta pagare ?

    Bene, ….. infine mi chiedo sarà colpa degli amministratori di condominio se da lunedì in poi avremo le strade invase da migliaia di mastelli o dell’Ase che doveva pensarci mesi e mesi prima.

    Qualcuno di importante ha scritto: se la raccolta differenziata fallirà sarà il fallimento di una città …. Troppo comodo incolpare gli altri … Immagino che questa frase sia stata già ampiamente usata in tutte quelle città, dove i metodi di raccolta sono stati studiati a tavolino o con un copia ed incolla, e il tutto è poi miseramente fallito !


  • Admin

    Ho partecipato all’incontro degli amministratori e non erano state date le stesse risposte. Il carrellato era obbligatorio, ora non più. Assicurazione Ase, prima volta che ne sento parlare. Numero minimo 7, ricordavo 6. In caso di furto/danneggiamento fu detto di fare formale denuncia direttamente alle FF.oo.
    L’importante ora è aver chiarito. Grazie


  • Raffaele di Bari

    Caro Michele,
    Dalla seconda domanda in poi posso convenire con te, ma la risposta alla prima è fuori da ogni logica …. e questa è una risposta metidata per 10 giorni.
    Lunedì si parte e faremo il nostro meglio per riuscire a fare la differenziata come si deve.


  • Matteo

    Invito l’ASE a rettificare la percentuale di raccolta differenziata raggiunta…….che c’è l’abbassate apposta per far vedere che non potete ridurre la tassa? Dal 27% siamo scesi al 17% MIRACOLO ! E’ assolutamente falso che occorre il 65% di differenziata per INIZIARE A RIDURRE la tassa sullo smaltimento….Ora non potete più falsare la percentuale perchè con la raccolta porta a porta sarà minimo dell 80% quindi DOVETE RIDURRE del 60% la tassa prevista in quanto è direttamente proporzionale al materiale ricavato. Buon riciclo.


  • Anonimo

    Sbaglio o se non raggiungiamo il 65% non vedremo nessuno sconto economico? Quindi sarebbe solo x il senso civico?secondo me,spenderemo solo più soldi e tempo!!!!non siamo stati capaci di risolvere i problemi delle cacche dei cani,figuriamoci i rifiuti di 60,000 persone ke vorrebbero sfruttare il turismo estivo!


  • antonella

    Dicono che anche i muri hanno orecchi, nel nostro caso, ci si trova difronte a un vero e proprio muro di gomma, qui le orecchie non funzionano proprio, è inutile tanto hanno ragione loro, il loro motto è: fai la differenziata e per il resto non rompete le scatole. Come volevasi dimostrare, non è vero che si cambia il pelo ma non il vizio, in questo naso non è cambiato ne pelo ne vizio.


  • Lele orazi

    La confusione regna sovrana… Che Dio ce la mandi buona!


  • Dany

    Caro Michele, la differenziata va fatta, ma ci sono modi e tempi…
    Comunque prima di parlare si vada a fare un giro nelle altre città, tipo Molfetta, dove hanno creato delle isole e carrellati al di fuori delle case, in alcune parti ed al posto dei bidoni, non ragionate per conto di certe e solite persone, allargate la mentalità, non ponendo dei limiti, semplificando sempre le cose!


  • Raffaele di Bari

    Voglio ringraziare pubblicamente il Sindaco che ha colto la nostra richiesta d’aiuto e ha fatto in modo che l’Ase rispondesse.

  • Buongiorno vorrei possibilmente un chiarimento, nell’articolo c’è scritto che se ci sono 7 o più famiglie in un portone si poteva chiedere il carrellato ora dico io’ stamattina hanno consegnato i bidoni nel mio portone che siamo 9 famiglie e ho chiesto come dovevamo fare x avere il carrellato mi hanno detto che il carrellato andava da 20 famiglie in su e non di meno, ora mi potete spiegare a chi dobbiamo credere?


  • PASQUALE

    Non si è menzionato ma le buste a carico di chi sono?

  • Nell’articolo si è menzionato da 7 famiglie in su e non da 20 .le buste sono a nostro carico


  • luca

    Io puntualmente trovo la mia auto gomme e paraurti piena di piscio dei cani, se cio accadrà anche hai miei bidoni io su a casa non li porto, li lascio marcire in strada.


  • M'nnezz

    Ci sono condomi con il portone e tante finestre ai piano terra e marciapiedi stretti e non ci son spazi idonei per il carrellone? Sicuramente nasceranno dei casini.


  • La zoccola di Via Minniti

    E QUANTO CI COSTERA’ IL TUTTO?
    E SE CI SONO MUCCHI DI SACCHETTI ABBONDONATI PER TERRA L’ASE INTERVERRA’ SUBITO O BISOGNA TELEFONARE AI CARABINIERI?
    DA QUELLO CHE SENTO DAI VECCHIETTI E I VARI MILORD E CONTESSE I BUSTONI LI LASCIERANNO DOVE TOGLIERANNO I BIDONI!!
    QUA SIAMO GIA PIENE DI ZOCCOLE E SCARAFAGGI!


  • Ciccillo

    DOVETE CONSEGNARE ANCHE LE BUSTE
    SPECIALMENTE
    DELL’UMIDO
    NON E’ GIUSTO CHE SIANO A NOSTRO CARICO!
    OPPURE SCALARE GLI SCONTRINI FISCALI DELLE BUSTE DAL CONTO DELLA BOLLETTA TARI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This