Manfredonia
"I nostri parenti hanno seri problemi economici"

Manfredonia, 80enni sfrattati di casa “Aiutateci ad avere una vita dignitosa”

"Sono due anziani con gravi problemi di salute, in uno stato psico-fisico precario, in condizioni igieniche non confacenti alla dignità umana"

Di:

Manfredonia. “I nostri familiari hanno diritto a una vita dignitosa, considerando la loro età e i gravi problemi fisici”. Appello a Stato Quotidiano dei parenti di due coniugi di Manfredonia – classe 1935 e 1936 – in seguito a una prossima esecuzione di sfratto da un’immobile in zona Croce dove la coppia ha “vissuto per 50 anni circa in locazione”. Da raccolta dati, dopo la notifica al legale dei privati, il prossimo 23 aprile è prevista un nuoto tentativo di esecuzione dello sfratto, dopo quello non portato a termine nei giorni scorsi, alla presenza delle forze dell’ordine delle parti interessate. Come riferiscono a Stato Quotidiano i familiari dei coniugi, dopo un provvedimento avverso relativo alla proprietà dell’unità immobiliare per usucapione, l’attuale proprietario – che aveva acquisito il bene dal precedente – ha richiesto la liberazione dell’immobile. Da qui, l’emersione della problematica.

“Sono due anziani con gravi problemi di salute, in uno stato psico-fisico precario, in condizioni igieniche non confacenti alla dignità umana, e soprattutto al momento non sanno dove andare”, dicono i familiari della coppia. “Abbiamo tempo fino al 23 aprile per trovare un nuovo immobile, in locazione. Per circa 2 anni i nostri familiari sono rimasti senza luce e hanno ricevuto improvvisamente i bollettini per i pagamenti, pari a migliaia di euro. Tanto per l’energia elettrica, quanto per le condizioni generali dei nostri parenti, noi familiari ci siamo rivolti anzitempo ai Servizi Sociali del Comune di Manfredonia, perché ci immaginavamo che questo momento sarebbe avvenuto. Abbiamo chiesto sostegni e contributi per la locazione, per l’energia elettrica, sussidi straordinari, ed altro, ma mai i nostri familiari hanno ricevuto somme e contributi dall’Ente comunale”.

“Ricordiamo che i nostri parenti hanno seri problemi economici: le loro due pensioni raggiungono in totale 700 euro circa. Considerando le somme mensili per la minima sussistenza, tra luce, gas, acqua, medicine – che pagano per intero – e pagamento del fitto, diviene davvero difficile pensare come possano vivere ogni mese”. “Come da richiesta dei Servizi Sociali – continuano – abbiamo trovato piu’ immobili per la locazione, il problema sono le somme che ci hanno richiesto che rendono impossibile il fitto, senza contributi da parte del Comune, a questo punto indispensabili. Facciamo un appello per risolvere la situazione: al 23 aprile 2016 mancano pochi giorni. Preferiremmo evitare situazioni di disagio e di tensione. Quindi chiediamo un aiuto immediato ai referenti dei Servizi Sociali, con un colloquio preliminare con lo stesso assessorato di riferimento. I nostri familiari hanno diritto ad una vita dignitosa”.

“Come per ogni utente – dice a Stato Quotidiano l’assessore Antonella Varrecchia – i Servizi Sociali del Comune hanno attivato la Rete necessaria nel territorio per trovare una soluzione alle problematiche di questa famiglia. E’ una rete privata, naturalmente. L’Ente – continua l’assessore – non ha immobili da poter destinare a famiglie in situazione di indigenza. Questo non vieta e non ostacola il supporto delle istituzioni nel rapporto tra utenti e privati, vale a dire tra i cittadini e i futuri locatori dell’immobile. Continueremo a ricercare una celere soluzione per la coppia di coniugi in questione”.

Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA

Manfredonia, 80enni sfrattati di casa “Aiutateci ad avere una vita dignitosa” ultima modifica: 2016-04-13T19:33:55+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
13

Commenti


  • CROCE & Delizia

    Una domanda
    Come mai queste persone anziane indigenti pagano le utenze e le medicine per intero? Come mai i familiari o chi per loro non si sono mai interessati di eventuali esenzioni o bonus che alleggerissero le spese.


  • Filippo


  • giovanni

    Ho moglie e due bambini, reddito famigliare 1250 euro mensili, affitto 400 euro mensili.
    Mia madre viveva fino ad un anno fa da sola in affitto a 320 euro mensili, con una pensione di circa 620 euro mensili.
    Abbiamo risolto il problema, un anno fa, UNENDOCI !
    Ora mia madre è venuta ad abitare con noi e la situazione è drasticamente migliorata in meglio.
    Reddito complessivo di 1900 euro mensili, con affitto di 400 euro.
    Penso che per molti questa sarà la soluzione futura.


  • enigma

    Ma perché nessuno dei parenti degli anziani nn se li sono portati alle proprie case invece di farli arrivare a queste condizioni


  • Raff

    Non si può leggere… una cosa vergognosa che nessuno si sia occupato di questa situazione veramente grave
    Vogliamo parlare che Manfredonia e il paese più carostoso riguardo agli affitti?
    Sti poveri cristi vivere con 700 Euro come di fa!
    Questa è l’ Italia -___-”’
    Dio buono


  • Antonio

    Ma perché i figli non li portano a casa loro ??? È’ vero ..una mamma campa 100 figli ..100 figli non campano una mamma .


  • antonella

    La domanda diretta all’ assessore varrecchia è un altra, visto le condizioni di evidente disagio dei signori in questione, come mai non è scattata da parte del servizi sociali, l’ immediata presa in incarico ?
    Credo che ci siano tutte le condizioni per una presa in incarico d’ ufficio.


  • Antonella Salvemini

    E come mai, aggiungo io, questi parenti hanno lasciato vivere finora la coppia in condizioni igieniche non confacenti alla dignità umana?

  • Sig. Ra Salvemini, dalle mie parti, per presa d’incarico dovrebbe intendersi che i servizi sociali, studiano il caso sottoposto, effettuando le dovute verifiche, e valutando tra i parenti discendenti e affini le responsabilità in essere, non è che i figli sono esonerati dal proprio dovere verso i genitori. Se non
    ci sono figli, ovvio che la storia cambia.
    Ma in ogni caso, vista la situazione
    bisogna intervenire affinche chi di dovere risponda.


  • ezio

    700 euro due persone è falso, non è vero, non esistono persone anziane che percepiscono tra il trattamento pensionistico di base e le relative maggiorazioni meno di 550 o 600 euro cadauno. Gli anziani che vivono da soli costano troppo alla collettività, chi dovrebbe pagare, le nuove generazioni forse?


  • senza fede

    Oltre a quanto già detto da qualcuno , bisogna vedere se i figli e parenti possono provvedere a 2 anziani malati.non giudicate!poi il comune puo’ provvedere se vuole, a una soluzione consona.


  • Mariodoniano


  • Annamaria

    I figli hanno il dovere morale di provvedere ai genitori, ma non l’obbligo. E’ compito dell’assistenza sociale del comune occuparsi dei suoi cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi