Manfredonia
"Da mesi i lavoratori della Manfredonia vetro combattono per conservare il proprio posto di lavoro"

Manfredonia Vetro, Gentile scrive all’ambasciatore Calenda

"Ritenendo di pari importanza il tema del vetro ho inviato una lettera aperta al commissario"

Di:

Manfredonia. ”Da mesi i lavoratori della Manfredonia vetro combattono per conservare il proprio posto di lavoro evitando la chiusura irreversibile del sito produttivo. La crisi interessa più siti produttivi in Italia ed in Europa dentro la più grande crisi del sistema delle costruzioni. Ma la soluzione difficile al di là dei proclami deve trovare un approdo in Europa. Le istituzioni si stanno giustamente occupando dell’acciaio. Ritenendo invece di pari importanza il tema del vetro ho inviato una lettera aperta al commissario e mi accingo a scrivere all’ambasciatore Calenda di fresca nomina perché si faccia carico di sollevare la questione che interessa non solo Manfredonia ma il sistema Italia”. Lo scrive l’euro-parlamentare Elena Gentile.

ALLEGATI



Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • Giuseppe Garibaldi

    io scrivo ,tu scrivi ,,,,,,,,essi scrivano …..
    ma …intanto qui si muore di fame


  • Matteo

    Quando la finirete di conpiangervi fate come noi lavoratore di altre aziende rimboccatevi le maniche tanto a nessuno importa se potete mangiare o no.. Quindi non aspettate che quel poco che il governo vi dà finisca ma cercate di crearvi un lavoro, emigrate tanto peggio di così cosa volete che succeda, ma potrebbe anche cambiare la vostra vita come si dice da una disgrazia e arrivata una grazia


  • Zuzzurellone Sipontino

    Visto il suo grande impegno ed interessamento per l’ospedale di Manfredonia , e sappiamo come è andata a finire , per cortesia onorevole , non si interessi dalla Manfredonia Vetro. Dovesse finire allo stesso modo. E poi dopo che tutto e finito lei se ne interessa? Va bè


  • cima bue

    Troppo facile….troppo bello, fare come fanno tutte le persone normali..cercare un alternativa, un altro lavoro, uscire dal prorio paese per cercare alternative…e certo nessuno vuole andare via….ma nessuno si chiede cosa abbia portato al fallimento l’ impresa, o il gruppo..????..Cattiva gestione?, Crisi del settore vetro? e quindi troppi stabilimenti che producono vetro piano.??… non dobbiamo dimenticare che a circa 120 km c’è la Pilkinton (colosso multi nazzionale) con due forni attivi, voglio dire che non è semplice…far ripartire questo tipo di produzioni, dove oltre a tutti gli investimenti da fare….sulle linee produttive, ci si ritrova con un forno da rifare, e quindi con circa 25-30 milioni di euro da sborsare, purtroppo non tutti sanno…..a salerno, e quindi a 270km da noi c’è un altra vetreria come la nostra, ed è nelle stesse condizioni di quella di manfredonia, ed è di una multinazzionale, ed è ferma per le stesse condizioni nostre… e di mercato….quindi con un forno da rifare…. con la differenza che i lavoratori sono stati più scaltri e più attenti, non l hanno fatta fallire…..
    Pensate di essere gli unici nel sud a trovarvi in queste condizioni di disagio? pensate che piangere a spot,sui media…serva a qualcosa?? vi posso assicurare che se eravate un po più….furbi e “guidati meglio” forse oggi non vi trovavate in queste condizioni …………………


  • ASSURDO

    Mi meraviglio della Gentile, non basta che qualcuno li vuole aiutare, questi Vogliono decidere anche chi li deve aiutare e come, e quando, ASSURDO, ma che si arringino…….qui siamo al paradosso totale.


  • Giorgio

    Altro che ” Manfredonia vetro “, questa donna sarebbe un ottimo deterrente contro l’isis.


  • Vi amo

    Per cima bue
    Scrivi con la consapevolezza di sbagliare non tanto per comunicare con gli operai
    Che conoscono realmente il mercato
    Ma per screditarlo per i meno conoscitori del settore.
    Bravo tanto di cappello alle tue eresie.
    Per altri
    Ma pensate veramente che non siamo capaci di trovare lavoro altrove emigrando o inventantolo??????
    Se ce la giochiamo
    Forse perché conosciamo chi e come gioca a carte coperte
    D’altronde se eravamo i primi in italia
    Rispetto ai colossi
    Foerse lo zuccherino in tasca lo abbiamo.
    Forse professionalmente
    E qualche piccolo riconoscimento
    Pure.
    Dimenticavo da operai.
    Se dovessimo riuscire
    Nell impresa titanica
    I benefici saranno per l intero territorio.
    CHI VIVRA VEDRA.


  • cima bue, OP SECONDE L:

    Scivo la verità, e lo stato attuale delle cose, sul territorio nazzionale meridionale. Senza illudere nessuno, al contrario di come hanno fatto altri, vedi sindacati, e lavoritori, fomentando che dal giorno dopo ci fossero compratori…. e multi nazzionali, pronte li in attesa…così,facendo fallire anche quelle poche lavorazioni che potevano oggi lavorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This