Editoriali
La XXIX edizione del Salone internazionale del Libro di Torino vedrà la Regione Puglia quale “Regione ospite d’onore”

Regione Puglia,150 mila euro per partecipare al Salone Libro di Torino

La Regione si è dotata di un Programma per le attività culturali,triennio 2016-2018

Di:

Bari. La XXIX edizione del Salone internazionale del Libro di Torino vedrà la Regione Puglia quale “Regione ospite d’onore”. Invito proposto dalla Fondazione per il libro,la musica e la cultura,organizzatrice dell’evento che si terrà nel capoluogo piemontese dal 12 al 16 maggio 2016, a cui hanno risposto sì i vertici politici della Regione. Adesione che consente di fruire di un proprio spazio espositivo per la promozione dell’editoria pugliese,e “… diventa una vetrina che permette di presentare l’intero patrimonio regionale materiale e immateriale nell’ambito del tema centrale scelto dal Salone per il 2016 : Visioni”. Costituito un gruppo di lavoro per la buona riuscita della manifestazione. La spesa impegnata è pari a 150 mila euro, riconducibili al capitolo di Bilancio riguardo le indennità di missione, pubblicità,rappresentanza e organizzazione di eventi.

La Regione si è dotata di un Programma per le attività culturali,triennio 2016-2018. Quest’ultimo stabilisce che la Giunta approva il Piano annuale degli interventi finanziari di diffusione e a sostegno. In attesa della ratifica del Piano sopradetto – che sarà definito a chiusura dell’istruttoria in merito alle numerose richieste di finanziamento pervenute – presidente e assessori regionali, l’altro ieri, hanno deliberato, su proposta dell’assessore all’industria turistica e culturale Loredana Capone (nonchè consigliere comunale Pd nel Comune di Lecce), la partecipazione all’iniziativa Salone del libro 2016.

(A cura di Nino Sangerardi, autore del testo ‘Quello che i pugliesi non sanno’)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This