Cronaca

Ofanto, pronti all’appalto per il by pass. Quasi


Di:

Fiume Ofanto (St-ambientieambienti)

Bari – MANCA solo l’acquisizione dei pareri di competenza da parte di tutti i soggetti interessati ed il progetto esecutivo, gia’ redatto e approvato a marzo scorso, del by pass della condotta dell’Acquedotto dell’Ofanto, danneggiata dal movimento franoso, potrà essere appaltato. E’ quanto emerso nel corso dell’incontro tecnico convocato dall’assessore alle Opere pubbliche e Protezione civile Fabiano Amati, al quale hanno partecipato rappresentanti dell’Acquedotto pugliese, dell’Acquedotto lucano, della Prefettura di Bari, dell’Aato, dell’Autorita’ di bacino della Puglia, dell’Autorita’ di bacino della Basilicata, del Politecnico di Bari e dell’Anas.

La condotta dell’Ofanto versa in una condizione di dissesto idrogeologico ed ha subito deformazioni in corrispondenza dell’impluvio del Pisciolo, in agro di Melfi. Per garantire dunque condizioni di totale sicurezza e la costanza del flusso idrico nell’Acquedotto si e’ resa necessaria la realizzazione di due interventi, già concordati nel corso di incontri precedenti, che consistono nella realizzazione di una sorta di by pass in un tratto di condotta lungo circa 280 metri e di un’opera definitiva di delocalizzaizone. Il primo intervento che sara’ realizzato rappresenta un’opera di messa in sicurezza dell’Acquedotto temporanea, che avrà presumibilmente una vita media di quattro anni, tempo necessario per la progettazione e realizzazione della variante definitiva alla condotta. Prima dell’acquisizione di tutti i pareri definiti inoltre, saranno prese in considerazione tutte le osservazioni avanzate dall’Autorita di bacino della Puglia, che ha suggerito alcuni approfondimenti idraulici e strutturali, oltre al proseguimento delle attivita’ di monitoraggio del versante in frana.


Redazione Stato

Ofanto, pronti all’appalto per il by pass. Quasi ultima modifica: 2011-05-13T23:02:41+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This