ManfredoniaVieste
Nota stampa

“Continua la ricognizione dei fondali del porto di Vieste”

Le misurazioni effettuate sono confluite nell’Ordinanza n. 09/2016 del 10/05/2016


Di:

Vieste. Allo scopo di fornire all’utenza marittima una chiara situazione sullo stato dei fondali presenti all’interno del porto di Vieste, l’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste ha promosso nei mesi addietro l’effettuazione di una ricognizione delle profondità presenti in tutto il bacino portuale, coinvolgendo in tal senso tutti i titolari delle locali strutture destinate alla nautica da diporto. Considerato che all’attualità non risulta edito alcun documento nautico che rappresenti – in modo anche approssimativo – l’andamento delle quote batimetriche dei fondali, suddetto intervento è stato accolto molto positivamente dai vari operatori del settore nautico, in quanto preziosa informazione a tutela della sicurezza della navigazione delle unità che intenderanno raggiungere il porto di Vieste in vista della prossima stagione estiva.

Le misurazioni così effettuate sono confluite nell’Ordinanza n. 09/2016 del 10/05/2016, consultabile sul sito internet istituzionale www.guardiacostiera.gov.it/vieste indicante, tra l’altro, le seguenti prescrizioni:
– Divieto di ingresso in porto alle unità con pescaggio superiore ai 2,5 metri;
– Specchio acqueo tra l’Isola di S. Eufemia ed il trabucco di Punta S. Croce interdetto alla navigazione a causa dei bassissimi fondali (fino anche 10 cm);
– Divieto di avvicinarsi a non più di 25 metri al trabucco di Punta Santa Croce in considerazione delle precarie condizioni di stabilità.

Infine, l’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste tiene a precisare che la produzione e l’aggiornamento della documentazione nautica ufficiale è da considerarsi competenza esclusiva dell’Istituto Idrografico della Marina Militare, significando che le misurazioni ed i divieti indicati nella citata Ordinanza sono resi noti al solo scopo di consentire ai vari comandanti delle unità in transito la possibilità di pianificare la rotta più sicura in relazione al viaggio da intraprendere (Articolo 297 del Codice della Navigazione).

Redazione Stato Quotidiano.it

“Continua la ricognizione dei fondali del porto di Vieste” ultima modifica: 2016-05-13T07:08:50+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This