Foggia
"In ogni caso è il sindaco, non altri, che ha scelto e deciso di agire o non agire"

Inchiesta AIPA. De Pellegrino: “Gli avvisi di garanzia non si ereditano”

Lo ha detto in una nota Alfonso De Pellegrino, capogruppo del Partito Democratico


Di:

Foggia. ”La responsabilità penale è personale, quindi gli avvisi di garanzia non si ereditano. In ogni caso è il sindaco, non altri, che ha scelto e deciso di agire o non agire. Landella ha compiuto atti di dubbia legittimità amministrativa e di dubbia legalità; o in alcuni casi non ha compiuto gli atti che avrebbe dovuto per scongiurare danni al Comune e alla città. E’ così per AIPA. E’ così per la discarica. E’ così peri lavori non eseguiti al tribunale.E’ così per la presunta omissione di controllo interno sui servizi Annona e Protezione civile. Una per nulla invidiabile collezione di avvisi di garanzia: tre in meno di due anni di governo su temi strategici della gestione amministrativache, ferma restando la presunzione d’innocenza, sono quan-tomeno indicatori della confusione politico-amministrativa che regna ormai sovrana a Palazzo di Città. Ancora una volta l’intervento della magistratura ha supplito alle carenze politico-amministrative struttu-rali del Sindaco, della Giunta e della maggioranza consiliare di centrodestra. Le responsabilità politiche rispetto al malgoverno della città sono in costante crescita, per quantità e qualità. Continuare a richiamare quelle del centrosinistra non ha più senso: il sindaco, la Giunta e la maggio-ranza di centrodestra hanno avuto tempo e modo di porre rimedio agli errori, se ce ne sono stati, e non lo hanno fatto; o lo hanno fatto male, ma tanto male da rendere fondato l’avvio di diverse inchie-ste giudiziarie. Il sindaco si dice sereno. Peccato che i cittadini foggiani non abbiano la stessa serenità proclamata da Landella. Il tempo delle scuse è finito.Per il sindaco Landella è arrivato il tempo della responsabilità!”. Lo ha detto in una nota Alfonso De Pellegrino, capogruppo del Partito Democratico.

Redazione Stato Quotidiano.it

Inchiesta AIPA. De Pellegrino: “Gli avvisi di garanzia non si ereditano” ultima modifica: 2016-05-13T08:36:08+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This