ManfredoniaMonte S. Angelo
I fatti sono avvenuti in località Pulsano, in agro di Monte

Accusato di rapina a turista, assolto allevatore di Monte Sant’Angelo

Arrestato nel marzo 2015 dai Carabinieri di Manfredonia con l’accusa di rapina a mano armata ai danni di un trentenne residente a Carpino

Di:

Foggia/Monte Sant’Angelo, 12 maggio 2017. CON provvedimento odierno, il GUP del Tribunale di Foggia dott. Zeno ha assolto Domenico Ferrantino, classe 1953, allevatore di Monte Sant’Angelo, arrestato nel marzo 2015 dai Carabinieri di Manfredonia con l’accusa di rapina a mano armata ai danni di un trentenne residente a Carpino. I fatti sono avvenuti in località Pulsano, in agro di Monte Sant’Angelo.

A distanza di oltre due anni dai fatti, il Gup ha assolto l’imputato, scrivendo la parola fine al processo, celebratosi con il rito abbreviato.

All’esito del processo il GUP Zeno ha accertato che non si è trattato di una rapina.

L'avvocato Gianfranco Di Sabato (SQ - 13.03.2015)

L’avvocato Gianfranco Di Sabato (SQ – 13.03.2015)

Contattato dalla redazione di Stato Quotidiano, l’avv. Gianfranco DI SABATO, difensore dell’imputato ha dichiarato ”Esprimo soddisfazione per il risultato ottenuto, anche considerando che si tratta di una vicenda che ho seguito fino dalle prime ore successive all’arresto. Le mie indagini difensive, condotte anche in collaborazione con CC di Monte Sant’Angelo, avevano consentito di dimostrare che non si è trattato di una rapina. La tesi difensiva che fu condivisa già dal Giudice per le Indagini Preliminari di Foggia è stata oggi sposata anche dal Pubblico Ministero, di cui ho apprezzato la correttezza intellettuale, e dal GUP”.

Si ricorda infatti come, il Giudice per le Indagini Preliminari di Foggia, già a Marzo del 2015, non convalidò l’arresto di Ferrantino, rigettando la richiesta di applicazione della misura cautelare ai suoi danni. Nonostante questo, la Procura di Foggia, nella persona del Sostituto Procuratore Dott.ssa Gravina, aveva avanzato una richiesta di rinvio a giudizio per il reato di rapina aggravata.

Alla udienza di stamani, venerdì 12 Maggio, il Pubblico Ministero presente in aula dott. DilisoO, ha anch’egli condiviso la linea della difesa,spiegando compiutamente le ragioni logico giuridiche alla base delle sue determinazioni ed ha chiesto l’assoluzione dell’imputato.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA

NOTA BENE
In assenza di possesso diretto di note o atti, è permessa solo la riproduzione di PARTE degli articoli e solo se accompagnata da link diretto all’articolo intero sul sito. E’ obbligatorio citare la nostra testata giornalistica, www.statoquotidiano.it, come fonte. Avvisiamo che eventuali violazioni verranno perseguite direttamente per vie legali, senza avviso preventivo.

Redazione Stato Quotidiano.it – Riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi