GarganoManfredoniaSport
E' una tappa mista, con i primi 90 km pianeggianti, seguiti da 100 km di saliscendi

Giro, 8/a tappa da Molfetta a Peschici. Foto Manfredonia, polemiche per diretta RAI

Dal km 5 all’arrivo discesa veloce che termina ai 3 km. Breve tratto pianeggiante fino ai 1500 m all’arrivo dove inizia la salita finale sempre più ripida man mano che ci si avvicina all’arrivo (punte del 12%) e con diverse curve a gomito

Di:

Manfredonia. Oggi ottava tappa del Giro d’Italia. Da Molfetta a Peschici di 198 km. E’ una tappa mista, con i primi 90 km pianeggianti, seguiti da 100 km di saliscendi.

LIVE GIRO D’ITALIA 2017

Partenza da Molfetta che per la prima volta ospita il Giro. Tappa mista con i primi 90 km piatti su strade sostanzialmente rettilinee seguiti da 100 km su strade continuamente in saliscendi e con numerose curve e cambi di direzione. Dopo Manfredonia si scala la salita di Monte Sant’Angelo (GPM) e quindi si percorre l’intera panoramica fino a Peschici (Coppa Santa Tecla GPM e TV a Vieste) che invece è già stata sede di tappa per ben quattro volte (1 partenza nel 2000 e tre arrivi nel 2000, 2006 e 2008). Finale molto impegnativo e articolato.

Dal km 5 all’arrivo discesa veloce che termina ai 3 km. Breve tratto pianeggiante fino ai 1500 m all’arrivo dove inizia la salita finale sempre più ripida man mano che ci si avvicina all’arrivo (punte del 12%) e con diverse curve a gomito. Rettilineo finale sempre in ascesa (attorno al 9/10%) di 200 m, largo 7 m su lastricato.

Manfredonia
Dalle ore 12,30 alle ore 15,00 è sospesa la circolazione di tutti i tipi di veicoli nelle strade e piazze sottoelencate:
• dal bivio S.P. delle Saline (SP 141);• via Giuseppe Di Vittorio;
• viale Aldo Moro;• viale Kennedy;• lungomare Nazario Sauro;
• viale Miramare;• via Dante Alighieri; • via Gargano.

http://www.giroditalia.it

GIRO D’ITALIA, EMILIANO A MOLFETTA E PESCHICI: “TUTTO IL MONDO STA AMMIRANDO LA BELLEZZA DELLA PUGLIA”. “Tutto il mondo sta ammirando la bellezza della Puglia attraverso il Giro
d’Italia. Tutto il mondo si rende conto della gentilezza, dell’ospitalità del garbo del popolo pugliese che non solo si gode l’evento ma non vede l’ora di accogliere i tanti corridori, le tante persone che attorno a questo giro stanno riempiendo gli alberghi della Puglia, ma soprattutto gli elicotteri stanno trasmettendo in diretta mondiale questa atmosfera unica, meravigliosa che fa della Puglia una delle mete turistiche più desiderate al mondo. Questo ovviamente per noi è un obiettivo importantissimo assieme a quello sportivo che prevale su tutto”.

Sono le parole del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano da Molfetta, per l’ottava tappa del Giro d’Italia, giunto alla sua centesima edizione. “Questo è il grande popolo di Molfetta, una città di marinai che però oggi vanno tutti in bicicletta. Sono stati capaci di riempire di rosatutta la città, una festa popolare incredibile, ci sono sono migliaia e migliaia di persone. Il Giro sta partendo per andare a Peschici sul Gargano ed io nonostante le mie stampelle, parto con loro e cerco diraggiungere il Gargano. Molfetta oggi ha avuto un’occasione straordinaria abbiamo mostrato a tutto il mondo la bellezza della Puglia partendo ieri da Alberobello, arrivando in questa città che è la capitale della marineria pugliese. E adesso stiamo andando verso una delle zone più incredibili d’Italia dove il mare e la montagna distano solo poche centinaia di metri, le montagne piene di neve di inverno e il mare meraviglioso d’estate. Quindi vi aspettiamo a Peschici.

Giro d’Italia in tv…ma Manfredonia non c’è?. ”Scoppia la polemica relativamente alla decisione della Rai di sospendere la trasmissione in diretta delle riprese del 100simo Giro d’Italia con l’arrivo dei ciclisti nella nostra città. Molti si chiedono il perché di questa scelta”. ”L’elicottero ufficiale del Giro ho sostato per un po’ nei pressi dell’ ex Hotel Gargano ma purtroppo, nonostante questo, nessuna immagine o video di Manfredonia è stata trasmessa in chiaro”.

FOTOGALLERY

FOTOGALLERY GIRO D’ITALIA (FROM FACEBOOK “GIRO D’ITALIA”)

FOTOGALLERY MANFREDONIA

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
14

Commenti


  • Valerio

    Che vergogna…Hanno persino ripreso la diretta da Zapponeta,e qui nulla!
    Il Comune di Manfredonia non avrà per caso pagato i diritti alla Rai?!!!


  • mikel

    Mi aspetto un comunicato del comune per sapere come sano andate le cose


  • nicola

    vi siete fatti tutti belli, il comune di è precipatato ad abbellire strade e quant’altro e poi nessuno ha visto niente…che brutta figura, tagliati per far posto ad un mucchio di -raccontate in studio.


  • Dino

    Gli abbiamo tappato le buche, abbiamo chiuso le scuole per un giorno in segno di rispetto, paghiamo il canone rai anche se non si vedono spesso, e questi della Rai non si sono degnati di far vedere venti secondi di diretta. piuttosto hanno preferito, mentre passavano da Manfredonia, una ragazza in bicicletta che spiegava come cavalcare su una bici.


  • Alfrefonia

    Forse come tutte le cose all’italiana non hanno pagato la tang….pubblicitaria televisiva.
    Resta il fatto che non abbiamo bisogno.


  • Raffaele Vairo

    Desidero rendere nota la protesta che ho inoltrato alla Rai riguardo alla sospensione della trasmissione in diretta delle riprese del 100simo Giro d’Italia con l’arrivo dei ciclisti nella nostra città.
    “Sono un cittadino di Manfredonia e voglio manifestare, in questa sede, tutta la mia indignazione per la vergognose (e non esagero) scelte della regia Rai nella trasmissione del giro d’Italia mentre transitava nella nostra città. Motivo? E’ presto detto. Mi riferisco alla decisione della Rai di “sospendere la trasmissione in diretta delle riprese del 100simo Giro d’Italia proprio con l’arrivo dei ciclisti nel nostro centro. Una città di 60 mila abitanti, praticamente ignorata, che si era preparata con cura ad accogliere il Giro (sono state addirittura chiuse tutte le scuole per l l’evento).
    Non c’è limite alla sciatteria e all’incompetenza (e anche qui non esagero) dei vostri dirigenti responsabili del servizio!
    Non ci sono parole…no forse una c’è:VERGOGNA!”
    Raffaele Vairo


  • Saverio

    ma che gli facciamo entrare a fare……….100 euro di canone e non hanno neanche trasmesso in tv…. disagio per noi vittadini…..perché alla.fine e un disagio che.passa di qua il giro di Italia non ci da niente solo spesate di vigilii e forze dellordine impegnate pagate da noi da pajes d studch che siamo


  • polemico

    non vi meravigliate se ci ignorano a tutti i livelli, il nostro peso “politico” è questo, ovvero il nulla più assoluto, poichè i nostri politici locali non contano nulla, o quel poco che contano, lo fanno “contare” per i propri interessi, trattando voi, popolino, come pecore all’ammasso…. Mi dispiace dirlo ma le pecore, questo si meritano… Svegliatevi gente !


  • Antonio Trotta

    Personalmente ero in giro e non c’era tutta questa gente ad accogliere i ciclisti.
    La frase più divertente di un concittadino, in vernacolo sipontino, sentendo le sirene della polizia è stata:
    “cosa è tutto questo casino a quest’ora a Manfredonia si dorma”.
    Raffaele penso che la tua protesta sia giusta, anche perché una cittadina di quasi 60.000 merita rispetto.
    Considerando che secondo me, analizzando obiettivamente e considerando la fama delle altre città delle provincia di Fg, è la migliore o tra le migliori.


  • Giulia

    Forse avranno saputo che vi sono degli IDIOTI , SFATIET E VAGABOND. Comunque condivido ( questa volta ) l’ analisi seria di Vairo.


  • Il lungomare degli orrori sipontini

    Hanno avuto una immensa pietà verso Manfredonia a non mostrare gli orrori perchè l’elicottero era proprio sopra.


  • Menaldonialik

    L’agenzia del turismo e Comune che cosa dicono?


  • Pertuso e Zi Monaco al giro d'Italia

    Una volta Manfredonia era annoverata tra le più belle cittadine d’Italia dagli organizzatori del Giro d’Italia. Indimenticabile la presenza di Fausto Coppi che se non erro al Cicolella di Dipinto si spazzolo’un mega triglia di quasi n chilo, ma manche ai tempi di Bitossi, Adorni, Gimondi, Merckes, Moser mica male. Era la Manfredonia con i tanti alberghi i cinema tra i più grandi del mondo, era la stupenda Manfredonia che ospitava divi mondiali e nazionali, la bellissima Manfredonia da cartolina e da film.oggi che cosa è rimasta di quella MAnfredonia? Nulla solo ricordi belli e qualche cartolina.


  • Alfrefonia

    X Pertuso e,Zi monaco…
    non si puo’ paragonare lo sport di 40 anni fa, con quello attuale.
    In qualsiasi campo sportivo, dal calcio al giro d’Italia, chi dirige e COMANDA sono gli SPONSOR PUBBLICITARI, che con la scusa di un contributo, chiedono una vera e propria tang……
    In quel periodo si pensava a fare il vero sport, invece oggi e’ un vero e proprio business commerciale, senza tener presente lo scandalo del “” calcio scommesse “.
    Sarei curioso di sapere se Margherita di Savoia ha dato il suo contributo e di quanto, considerate le numerose riprese televisive delle proprie saline.
    Resta il fatto che niente per niente, non si fa niente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi