Cronaca

Carcere Lucera, Lumieri: struttura attrezzata

Di:

Carcere Lucera (fonte image: http://www.polpen.it)

Foggia – LA CISL FNS, ha effettuato in data 11 giugno alle ore 12,30, con la presenza del Segretario Nazionale Mattia D’Ambrosio, del segretario Generale Regionale Crescenzio Lumieri ed il segretario generale Provinciale Michele Lanza una visita presso il Penitenziario di Lucera.

La delegazione ha potuto accertare che la struttura nonostante sia un vecchio convento adattato a carcere risulta essere, comunque, adeguatamente attrezzata a gestire circa 240 detenuti ristretti. L’igiene sul posto di lavoro è abbastanza accettabile seppure carente dei servizi igienici presso le postazioni di lavoro. Molti uffici, soprattutto quegli operativi, denunciano una limitazione di spazio anche se tenuti, sotto il profilo funzionale e dell’immagine, in maniera decente. Le scale d’ingresso ai reparti presentano dei limiti in termini di sicurezza in violazione della normativa prevista dalla 626/94 e 81/2008. Tale condizione esiste in tutti i posti di servizio del’Istituto.

“Per quanto concerne il personale si ritiene che lo stesso sia superiore al numero previsto dalla pianta organica nonostante l’anzianità supera i 30 anni di servizio o i 50 anni di età e tale condizione crea notevoli problemi nella gestione e suddivisione dei carichi di lavoro”. “Nella struttura risultano in organico 6 unità di Polizia Penitenziaria femminile nonostante non ci sia un reparto detentivo femminile”. “Ovviamente questo personale è ben integrato nei servizi d’Istituto e garantisce le pari opportunità con il personale maschile”, dice il Segretario Generale Crescenzio Lumieri.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi