Eventi

Le prime nazionali di Rampini e Pino Aprile a FestambienteSud

Di:

Le prime nazionali di Rampini e Pino Aprile a FestambienteSud (STATO)

Foggia – SVOLTASI ieri la conferenza stampa di presentazione dei due debutti assoluti in programma a FestambienteSud, la manifestazione organizzata da Legambiente che animerà il centro storico della città Unesco di Monte Sant’Angelo dal 20 al 29 luglio, con un weekend di anteprima il 14-15 luglio. E proprio durante il weekend di anteprima sono in programma i due debutti assoluti, “Profondo Sud” di Pino Aprile e Eugenio Bennato, e “Occidente Estremo” di Federico Rampini, presentati dagli autori durante la conferenza presso la libreria Ubik di Foggia.

Durante la conferenza stampa gli intervenuti si sono soffermati su tematiche differenti: Franco Salcuni, direttore di FestambienteSud e Teatro Civile Festival – ha presentato il tema e gli eventi principali dell’edizione 2012 di FestambienteSud, soffermandosi sulla scelta del titolo “Non sarà certo colpa dei Maya”: “affrontare con l’arte, la musica, il teatro, le summer school e il dibattito le ansie da finimondo che stiamo vivendo con la crisi economica, sociale e ambientale è l’obiettivo culturale dell’ottava edizione del festival”. Salcuni ha inoltre ufficializzato la nascita di una rete di FestambienteSud point nel territorio provinciale di Capitanata, con una rete di librerie che fungeranno da punti di riferimento per gli utenti del festival.

Antonio di Iasio, sindaco di Monte Sant’Angelo, si è detto profondamente soddisfatto della programmazione messa in campo da Legambiente: “Il livello di quest’anno è davvero molto alto, dal punto di vista teatrale, giornalistico, musicale. Sono onorato di ospitare artisti del calibro di Federico Rampini e Pino Aprile a Monte Sant’Angelo, città diventata da poco patrimonio Unesco.” Pino Aprile, scrittore e autore di “Profondo Sud”, intervenuto con un videomessaggio ha raccontato la genesi dello spettacolo: nato dalla collaborazione con Eugenio Bennato, si racconta come il Mezzogiorno d’Italia fu invaso, depredato, annesso e mai considerato parte davvero integrante del Paese così costruito. Si racconta come fu demolita l’economia del Sud; le sue aziende distrutte, anche a mano armata, per non fare concorrenza a quelle del Nord; l’oro delle banche razziato e portato via, come gli arredi e i beni di regge, chiese, case, residenze private. “Ma lo spettacolo contiene in sé anche un elemento di speranza: a sorpresa, migliaia di giovani cosmopoliti, colti e decisi rifiutano di andarsene dal Sud, o persino vi tornano, abbandonando lusinghieri incarichi all’estero e al Nord, e ripartono dalla propria terra, dalla propria storia, per riportare il Mezzogiorno alla dignità violata. Chi sta cambiando il mondo oggi è il Sud del mondo; anche l’Italia deve ripartire dal suo Sud per rinascere.”

Soddisfazione per essere riuscito a portare a teatro giornalisti e scrittori solitamente lontani dal mondo dello spettacolo è stato espresso anche da Marcello Corvino, produttore, con la sua Promo Music, degli spettacoli in debutto assoluto a FestambienteSud.


Federico Rampini, scrittore, giornalista e autore di “Occidente Estremo.
Vi racconto il nostro futuro”, presente alla conferenza, ha articolato il suo intervento raccontando la struttura e i contenuti dello spettacolo e sottolineando in particolare: “Trovo splendido che l’anteprima di questo nuovo spettacolo avvenga sotto l’egida di Legambiente in un luogo come Monte sant’Angelo. Innanzitutto perché è uno spettacolo profondamente radicato in questo territorio: i contributi musicali, parte integrante e fondamentale, sono opera di Gianna Fratta, grande artista di questa provincia. Nel messaggio finale di questo spettacolo, inoltre, vi sono degli elementi che vi riguardano direttamente: da italiano all’estero mi convinco sempre di più che le nostre vere risorse sono le nostre bellezze ambientali, paesaggistiche, monumentali, i nostri centri storici, le nostre ricchezze enogastronomiche. Ce le ammirano tutti, anche in America, anche in California, terra di produzione di tutte le innovazioni tecnologiche, ma anche terra dove è nato l’ambientalismo moderno. Ed è proprio dall’ambiente e dalla cultura che si può e si deve, secondo me, ripartire per sconfiggere la crisi.”

I due spettacoli in debutto assoluto a FestambienteSud si svolgeranno il 14 e 15 luglio. In quel weekend si terrà anche un importante evento cinematografico dedicato al quarantennale del film “Non si sevizia un paperino” di Lucio Fulci, girato nel 1972 nel centro storico di Monte Sant’Angelo. Per assistere agli spettacoli, e visitare il patrimonio artistico della Città Unesco di Monte Sant’Angelo, è a disposizione un pacchetto turistico studiato appositamente per quel weekend.

L’appuntamento è a FestambienteSud nella città Unesco di Monte Sant’Angelo nel weekend dei debutti 14 e 15 luglio, con gli spettacoli di Federico Rampini e di Pino Aprile con Eugenio Bennato, e dal 20 al 29 luglio con: il Teatro Civile Festival (20-24 luglio), Radiodervish (20 luglio), Tre allegri Ragazzi Morti (21 luglio), Afterhours (25 luglio), Gian Antonio Stella (26 luglio), Il Teatro degli Orrori (27 luglio), Marco Travaglio con Isabella Ferrari (28 luglio), Vinicio Capossela (29 luglio) e tanti altri eventi.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi