FoggiaManfredonia
Emiliano: “Sindaci primo riferimento”

“Patto per la Puglia”, Emiliano: “Sindaci primo riferimento”

Sulle divergenze maturate attorno ai criteri di ripartizione delle risorse, “opinabili”, Landella vede un punto di svolta

Di:

Foggia. In campagna elettorale si è definito, “il sindaco di Puglia”. Anche su questa scia Michele Emiliano ha deciso di tenere delle “giunte territoriali” nelle varie province, nonché dopo aver colto del malumore fra gli amministratori di Capitanata per la ripartizione dei soldi nel “piano del sud”. Emblematico, a questo riguardo, l’intervento del sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi.

Emiliano: “Centrale il rilancio dell’area”. “Stiamo ascoltando tutte le province e i loro sindaci, che sono il primo riferimento generale per filtrare e strutturare le istanze verso la Regione. Siamo qui per costruire visioni comuni e condividere idee e soluzioni”, questo l’incipit del presidente. I soldi destinati alla Provincia di Foggia, per il momento, sono 33 milioni di euro, di cui 30 per le strade dei Monti Dauni, il resto per le Isole Tremiti. Aula gremita a Palazzo Dogana, da alcune settimane le prenotazioni di associazioni datoriali, sindacali e amministratori sono pervenute a Bari. “Il danaro per realizzare le opere in provincia di Foggia c’è, è disponibile tra i fondi strutturali europei e quelli nazionali. Bisogna però indirizzarlo su progetti condivisi. È centrale il rilancio di quest’area e pensiamo di poterci riuscire in un mix di agricoltura, di industria di qualità, ricerca scientifica e soprattutto turismo, che è la vocazione di tutta la Puglia.

Che ha sempre speso bene tutti i soldi, quasi 6 miliardi nella scorsa programmazione, oggi tagliati a meno della metà. La storia è sempre la stessa: noi siamo il Sud, o ci difendiamo da soli o non ci difende nessuno”. Una riunione per stabilire “cose concrete” rispetto a cui fare una sintesi e capire i progetti immediatamente realizzabili, questo l’obiettivo dell’incontro.

Un pensiero alle vittime della strage di Orlando: “Questa strage terribile, un atto terroristico che ha preso come bersaglio la comunità LGBTQI, mi ha colpito profondamente. Vorrei dedicare questa giornata di lavoro ai diritti degli uomini e delle donne della Puglia come del resto del mondo, per la libertà, senza la quale niente di tutto ciò che facciamo avrebbe senso”.

Miglio: “Infrastrutture e riqualificazione urbana”. Nutrita la platea, dicevamo: sindacalisti, rappresentanti delle forze dell’ordine, molti sindaci, il direttore della Asl, consiglieri regionali, responsabili di Inail, Izps e Arca, il rettore dell’Università, oltre, naturalmente, ai componenti della Giunta regionale. Il presidente della Provincia Francesco Miglio ha chiesto l’impegno del governo regionale su infrastrutture, rifiuti e riqualificazione urbana, utilizzando al meglio tutte le risorse finanziarie e normative.
“Lealtà, serietà e coraggio saranno le parole d’ordine con le quali collaboreremo con l’amministrazione regionale”.

Il sindaco di Cerignola Franco Metta ha atteso fino alle 13.30, poi è andato via: “C’era troppa gente iscritta a parlare”. Antonio Tutolo, sindaco di Lucera, ha puntato il dito contro la criminalità e chiesto più sicurezza: “Se nel Piano di sviluppo rurale mi finanzi il trattore e poi me lo vengono a rubare non abbiamo fatto niente, manca la prima cosa, la sicurezza, è una perdita di tempo oltre che di risorse. Chiedo di portare queste istanze al governo, servono più forze dell’ordine, ogni notte qui nelle campagne è una guerra”. Il tema della sicurezza era già stato affrontato in seduta monotematica lo scorso inverno dall’assemblea dei sindaci riunita a Lucera.

Landella: “Definire dotazione finanziaria” . Secondo il sindaco di Foggia Franco Landella “la riunione tenuta in provincia di Foggia è stata utile a riannodare positivamente i fili del dialogo con il territorio attraverso un confronto franco ma leale, propedeutico a riaprire la definizione delle priorità infrastrutturali da consegnare al governo nazionale attraverso la firma del “Patto per la Puglia”. Priorità su cui la Capitanata ha già lavorato, in un clima di coesione istituzionale e di condivisione degli asset strategici nell’ambito della Pianificazione Strategica di Area Vasta. Opzioni che in molti casi hanno già trovato un primo canale di finanziamento, un patrimonio di opere sulle quali c’è stato un approfondimento anche di ordine progettuale”.

Sulle divergenze maturate attorno ai criteri di ripartizione delle risorse, “opinabili”, Landella vede un punto di svolta: “Oggi, dunque, l’impegno assunto dal presidente Michele Emiliano con l’accoglimento delle istanze rappresentate dai diversi livelli istituzionali della provincia di Foggia ci permette di superare alcune e di ricostruire una collaborazione istituzionale virtuosa. E’ essenzialmente grazie alle aree interne svantaggiate e depresse della Capitanata se la Puglia ha avuto la possibilità di restare all’interno dei parametri dell’ “Obiettivo convergenza”. La richiesta è “definire, insieme ed in maniera puntuale, quale sia la dotazione finanziaria reale di cui può disporre la provincia di Foggia dentro lo strumento del “Patto per il Sud”, in modo da permettere al territorio di individuare, sulla base di questa disponibilità, gli interventi da candidare a finanziamento. Il clima di collaborazione emerso stamani è il miglior viatico per sviluppare questa riflessione restituendo piena dignità ai processi pianificatori attivati da Comuni, stakeholder, enti pubblici ed associazioni varie per una visione sinergica e complessiva della provincia di Foggia, oltre campanilismi e bisogni soggettivi”.

FOTOGALLERY VINCENZO MAIZZI

(A cura di Paola Lucino – paola.lucino@virgilio.it)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati