ManfredoniaMonte S. Angelo

“ENI Progetto Italia”, impianto fotovoltaico a Macchia. L’attivazione procedura VIA


Di:

Foggia. ”Nuovo intervento/opera/impianto ENIPROGETTO ITALIA IMPIANTO FOTOVOLTAICO 9,97 MWp – Comune di Monte Sant’Angelo”: come da recente provvedimento, il proponente Eni S.p.A. – legalmente rappresentata da Luca Cosentino, San Donato Milanese (MI) – ha richiesto l’attivazione della procedura di VIA per il nuovo intervento/opera/impianto indicato, ricompreso nella tipologia dell’allegato B.2 della LR. n. 11 del 12/4/2001, modificata dalla LR. n. 25 del 3 agosto 2007 e dalla LR. n. 13 del 18 ottobre 2010 (cfr. B.2.g/5-bis) – “Impianti industriali per la produzione di energia elettrica, vapore e acqua caIda, diversi da quelli di cui alle lettere B2.g, B.2.g/3 e B.2.g/4, con potenza elettrica nominale uguale o superiore a l MW”.

Data e luoghi di deposito: 23/03/2017; Provincia di Foggia, Ufficio Ambiente – Via Telesforo 25,71122 Foggia. Entro il termine di 30 giorni dalla data di pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione e sul quotidiano (Bollettino Ufficiale della Regione Puglia – n. 54 del 11-5-2017), chiunque può prendere visione degli elaborati depositati presso gli uffici competenti di Provincia e Comune e presentare, in forma scritta, proprie osservazioni tendenti a fornire elementi conoscitivi e valutativi sui possibili effetti dell’intervento.

La zona interessata sarebbe pari a circa 35 ettari (dove insisteva la Centrale termoelettrica) su terreni di proprietà della Syndial, società di petrolchimica e gestione siti dismessi facente parte del gruppo. Mesi fa, una delegazione dell’Eni avrebbe fatto un sopralluogo giorni fa sull’area interessata.

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata

“ENI Progetto Italia”, impianto fotovoltaico a Macchia. L’attivazione procedura VIA ultima modifica: 2017-06-13T16:21:11+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • POLITICI SIPONTINI INUTILI

    e i veleni quando li toglieranno?


  • Emmanuel

    Eni assumono in bbase a come fai quello ……..


  • Peppino

    Meno male sta andando qualcosa in quella direzione. Ma piuttosto nella natura installare le celle solari
    sui tetti in tutta la citta.
    Quasi tutti gli edifici a Manfredonia hanno un tetto piano. Perché non è possibile impiantare le fotovoltaico
    sopra un edificio?


  • Energia pulita ?

    E la bonifica ?
    E vergognoso che proprio all’ENI che per anni ha scaricato arsenico e mercurio nel nostro mare, venga consentito di investire o meglio speculare, su un territorio gia’ fortemente provato.
    Le nostre famiglie stanno pagando ancora il prezzo ,in termini di vite umane , per gli errori commessi nel passato e questi, incuranti di tutto ,ancora mirano a trarre profitto .
    Oltre al danno , la beffa !


  • stufo

    Commissario Prefettizio! Uffa!!


  • POLITICI SIPONTINI MEZZE CARTUCCE

    Altro che pannelli solari! Togliete sono all’ ultima goccia quei maledetti veleni!!

  • Penso che il comune di Monte dovrebbe chiedere al Commissario di sbrogliare questa matassa perché altrimenti il comune non c’è la può fare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This