Manfredonia
"Santo Spiriticchio non si tocca – No Energas"

Donne Manfredonia Nuova “Ringraziamenti per il nostro vescovo Castoro”

"E’ un dovere morale fermare il progetto di distruzione del patrimonio archeologico, storico-culturale e naturale del territorio e del nostro mare"

Di:

RINGRAZIAMENTI PER ILNOSTRO VESCOVO, MONS: MICHELE CASTORO

”Grazie di cuore Mons. Castoro, siamo il gruppo di donne di Manfredonia Nuova che sabato, in occasione dell’inaugurazione del Museo Diocesano, stendevano uno striscione con la scritta “Santo Spiriticchio non si tocca – No Energas” e desideriamo informarla della grande commozione fino alle lacrime, che ha suscitato il suo gesto spontaneo di essere tra noi a condividere l’impegno della cittadinanza contro l’istallazione del megadeposito di 60 milioni di litri di Gas Gpl.

Abbiamo deciso di partecipare insieme agli amici di Caons (comitato delle associazioni operanti nel sociale) all’inaugurazione del Museo Diocesano, perché volevamo sottolineare la soddisfazione per l’arricchimento del nostro patrimonio archeologico e storico-culturale con un ulteriore luogo che facendo memoria del passato illumina di bellezza il presente ed il futuro.
Forte però era ed è anche l’esigenza di affermare che vanno tutelate e preservate le bellezze naturali e ambientali in sintonia con quanto affermato da Papa Francesco nell’enciclica “Laudato si’”.

Il richiamo espresso nell’enciclica di quanto sia importante tutelare “il creato” ci fa sperare che la località Santo Spiriticchio possa essere salvata dalla furia distruttiva degli uomini e che possa diventare un museo a cielo aperto di opere che la natura spontaneamente ci ha donato: la nidificazione delle cicogne, il ritorno dell’albanella, e le tante, tantissime piante uniche e rare, tra cui numerosissime specie di orchidee, presenti in loco. Il paventato insediamento di quel deposito è un incubo che dura da circa vent’anni e con grande fervore ci rivolgiamo alla popolazione di Manfredonia ed alle donne in particolare perché non restino indifferenti allo sventramento e distruzione di Santo Spiriticchio, un’area di pregio ambientale protetta dalla comunità europea. Non basta aver firmato la petizione popolare! Anche se dicono che è già “tutto deciso”, per addormentare le coscienze, non cadiamo in questo tranello, anzi è tempo di dimostrare con tutti i mezzi la nostra ferma contrarietà al possibile scempio voluto dall’Energas.

E’ un dovere morale fermare il progetto di distruzione del patrimonio archeologico, storico-culturale e naturale del territorio e del nostro mare. Essi se opportunamente valorizzati possono dare lavoro stabile e duraturo al contrario dei pochi posti promessi e per giunta maledetti perché ci espongono ad un rischio di incidente tanto rilevante da portare alla distruzione di Manfredonia. (Non dimentichiamo tra le altre la terribile lezione di Viareggio) Grazie ancora Mons. Castoro perché il suo slancio di condivisione amorevole della lotta ci ha scaldato i cuori infondendoci coraggio, determinazione e forza per continuare a difendere questa nostra terra martoriata.

(Manfredonia, 12.07.2016 – Le donne di Manfredonia Nuova)



Vota questo articolo:
27

Commenti


  • ex elettore Magno pentito

    —– M’ha!!!!!


  • l'anticristo si è fermato a Manfredonia

    Donne con le palle, tanto di rispetto e ammirazione..ma non vi illudete la Santa Romana chiesa e alleata della peggiore politica italiana.


  • IL GRANDISSIMO INCUBO DEL MOSTRO DI SAN SPIRITICCHIO

    Eminenza ci aiuti non ne possiamo più di questo incubo terribile.


  • antonella

    Sua eminenza è un uomo giusto, tra i pochi che ho conosciuto, presenti alla cerimonia vi erano persone rispettabilissime del mondo cattolico e delle autorità, pochi di loro si sono avvicinati per offrire il loro sostegno alla causa comune, sua eccellenza il Vescovo non ha esitato un attimo, subito ci ha avvicinato, ci ha offerto solidarietà e vicinanza, sostegno, ha chiesto di farsi la foto con noi, un gesto, una spontaneita, un coraggio, una signorilità fuori dal comune, egli è senza dubbio un uomo che onora la chiesa . noi tutti siamo fortunati ad averlo tra noi, è un esempio carismatico di cui abbiamo tutti bisogno vista la deriva socio culturale pressante. Grazie di cuore.


  • ex elettore Magno pentito

    Cara Antonella vedi di -e lascia stare ciò che per te è cinese.


  • IL GRAVISSIMO PROBLEMA DI MILIARDI DI LT DI GPL DA TRASPORTARE

    Nella sciagurata ipotesi che il complotto avvenisse, ci sono miliardi dico miliardi litri di gpl da gestire e trasportare su tratta ferroviaria a binario unico e veusta e sulla statale 89 costelleata da -.. Sul trasporto -nessuno obietta? Davvero qui siamo a livello test bomba atomica anni 45?


  • antonella

    Ieri mattina abbiamo appreso la tristissima notizia dell’incidente ferroviario sul binario unico che è costato 27 morti e 50 feriti, mi è venuto subito in mente che anche il binario ferroviario manfredonia foggia è un binario unico, unico binario per treno passeggeri , treno merci o ferrocisterne per l’ipotetico trasporto di gas gpl, viene spontaneo chiedersi, –

  • Ottima osservazione non sola la sgarrupata tratta con ponte ai tempi del Cavour…la statale 89 meta di milioni di turisti che assaltano il Gargano centinaia di vittime forse migliaia da inizi anni 60.. attualmente strada della morte super trafficata..con le auto botti con miliardi di litri di GPL..altro che VIareggio transitano decine di migliaia di pulman per il Santuario di Padre PIo e per Manfredonia e il Gargano..milioni di auto e spero di no miliardi di litri di GPL.


  • Maria Guerra

    Vuoi vedere che dove non riesce il re ci riesce il papa?
    Propongo la scomunica per tutti i politici che hanno detto si alla Energas


  • leona

    Cara Maria Guerra ai politici italiani la scomunica gli fa un baffo, io opterei per la degna fine dei ratti.

  • Ma lo sa l’arcivescovo che a Manfredonia c’ e gente falsa e ingorda e che venderebbe mogli e figli?


  • GIORGIO

    Proprio belle ed eleganti nei commenti queste donne di MANFREDONIA VECCHIA.


  • Roberto

    Io ero presente all’inaugurazione e non mi sembra che il vescovo abbia condiviso un bel nulla. Ascoltare 4 donne senza esprimere alcun giudizio ed essere fotografato con uno striscione di fondo non credo abbia grande significato. Diciamo che il vescovo è stato semplicemente cortese ! Tutto qua !! Se poi ho visto male allora gradirei una dichiarazione ufficiale del vescovo. Essere a favore della tutela natura e del patrimonio non vuol dire certo essere contro Energas.


  • Pasquino

    Attenzione Antonella che un passo della Bibbia così recita: “Guardati da quegli uomini vestiti da donna e non confidare in essi perché di sotto sono dei lupi rapaci” Questo è tutto dire.


  • Iole

    per il roberto essere per la tutela della natura non significa essere contro Energas. ed io gli dico che di certo ha ragione 18 ettari di terra cementificati con 12 serbatoi per accogliere il gas gpl (che ricordo non è un gas naturale come il metano, ma ricavato dal petrolio con con un processo industriale inquinatissimo) sono un regalo per la natura. Tanto cemento fa molto bene al riscaldamento del pianeta giacchè impedisce a 18 ettari di terra di assorbire CO2 il maggiore responsabile dell’effetto serra.
    Ha ragione il roberto ad essere a favore dell’Energas perchè darà la possibilità ai costruttori suoi amici la possibilità di lavorare ancora per due anni ed ai disperati muratori ovviamente quelli raccomandati dalla politica di fare altrettanto tanto poi si vedrà magari qualche altro contratto d’area arriverà e continuerete a stare a galla politicamente.
    Cosa significa per sua maestà che il vescovo viene vicino e dice benedico la vostra lotta fotografatemi con lo striscione? certo ha ragione è pura cortesia!!!!!
    Vergogna!!! cosa non siete disposti a fare per i soldi e il potere? svendere le vostre case ed anche la vostra vita, oppure avete già comprato una casa alle Maldive con i soldi degli arabi e andrete via da Manfredonia a lavori finiti?


  • Iole

    Scusate intervengo ancora per chiarire la questione del carbonio. non vorrei si capisse che grazie al cemento c’è meno CO2 sulla terra. Come ci insegnano i libri di biologia scolastici la terra non cementificata ha la proprietà di assorbire il carbonio perciò per evitare la catastrofe di cambiamenti climatici distruttivi per la vita dell’uomo sulla terra occorre evitare di cementificare anche pochi centimetri di terra altro che Energas. Ai costruttori non collusi ammesso che ce ne siano, chiedo perchè non fate la lotta con noi per fare approvare un piano di recupero del centro storico con riqualificazione dello stesso che creerebbe le premesse per tanto lavoro e per molti anni? Perchè non lottare per abbattere i mostri e le opere incompiute per fare da essi strutture che servono alla comunità ricordiamo che per questi progetti la comunità europea è molto generosa.
    Perchè non si fa? a pensare male diceva Andreotti si finisce per azzeccare la verità e quello che intuisco è che dopo il rifiuto della sovrintendenza regionale del piano di recupero presentato perchè inaccettabile per il recupero delle case di via G. Palatella per favorire i soliti noti si aspetti magari che cambi il sovrintende o lo si possa ammorbidire in qualche modo. alla faccia del bene comune. Ora si stanno montando contro la nostra lotta i poveri muratori e manovali disoccupati perchè giustamente vogliono lavorare. Vergogna!!!!!!!!!!! approvate subito il piano di recupero del centro storico e fate lavorare la gente.


  • simone

    Come il loro BRANCALEONE DA PIAZZA D’UOMO, loro se la cantano e se la suonano.-


  • Cittadino ignorante

    Siano resi noti i nomi e i cognomi delle commissioni competenti alla sicurezza della città di Manfredonia e relativi al progetto di insediamento del deposito di Gpl in quel di San Spriticchio, in particolare il dirigente dei Vigili del fuoco!


  • IL PIU' GRANDE DEPOSITO DI GPL D'EUROPA SOTTO I NOSTRI PIEDI E NOSTRO MALGRADO!

    Meglio ascoltare la loro musica e le loro canzoni che quelle di emeriti idioti e irreponsabili.


  • IL GIULLARE SIPONTINO

    A MANFREDONIA DA UN VENTENNIO VIGE LA TRATTATIVA CHIESA/POLITICA!


  • Cattolico praticante....ma fino a quando?

    A questo punto credo che l’Arcivescovo Castoro debba rilasciare delle dichiarazioni a mezzo stampa? Sarebbe bello poter leggere una sua intervista proprio su Stato Quotidiano.


  • L'anticristo si è fermato a Manfredonia

    Le chiese restaurate, cavalli di re, piazze nuove, vedute sul mare..tutti investimenti mirati a camuffare la più grande porcata del XXI secolo!


  • angelo

    L’ entourage ha avuto l’agoniato aumento, ora commenteranno con maggior lena cavolate contro Manfredonia Nuova, si sa che sono sempre loro , cambiano il nick e avanti con insulti e castronerie, altrimenti a fine mese -,
    Mi raccomando sparatele grosse.


  • MI FATE SCHIFO

    Squallidi lecchini di corte.


  • Roberto

    Cittadino ignorante , sei veramente ignorante !! Ma pensi che i ” nomi ” di chi ha firmato siano anonimi ? Ma dove vivete ? È tutto pubblico ! Nomi , cognomi , motivazioni delle decisioni prese e tutto quanto !! Ma certo per voi vale più un professore di scuola insegnante di applicazioni tecniche in pensione che un dirigente INGEGNERE dei vigili del fuoco.
    Ignoranti profondamente dove per ignorante si intende il termine letterario della cosa ” colui che ignora ” e lo si evince quando sento parlare di cementificazione ! Quale me la spiegate considerando che anche i progetti sono pubblici e consultabili da tutti e che di cemento c’è veramente poco !


  • Pasquino

    X Roberto – Lo sai che c’è un Santo che supera tutti, anche Sant’Antonio che fa 13, Santo Mangione che fa 14. A te le conclusioni.


  • Francesco Mat.

    Al sign. Roberto il colto, con sopra i bomboloni la terra respirerà ancora? Ma stia zitto e vada a studiare un pò poi se per pensionato di applicazioni tecniche si riferisce al Preside Magno le consiglio di leggersi il suo curriculum e tutti i premi anche internazionali che ha ricevuto. ha ragione mi fate schifo, solo che il suo giudizio è per difetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati