GarganoManfredonia
"Ai titolari di queste oasi di biodiversità garantiamo 3 milioni di euro già nel 2017 per ripristinare, recuperare e salvaguardare gli agrumeti caratteristici delle aree a rischio di dissesto idrogeologico"

Agrumeti caratteristici. Mongiello: “Finalmente approvata la legge”

"Sono tutti beni e valori che abbiamo il dovere di tutelare e valorizzare – conclude Colomba Mongiello – perché sono loro a rendere l’Italia ed il Made in Italy ciò che è"

Di:

“Con la legge approvata definitivamente questa mattina in Commissione Agricoltura recuperiamo e valorizziamo gli agrumeti caratteristici, contribuendo alla difesa del territorio dal dissesto e dall’abbandono”. Lo afferma l’on. Colomba Mongiello, componente della Commissione Agricoltura della Camera, esprimendo “tutta la soddisfazione per la positiva conclusione di un lavoro che ho iniziato nella precedente legislatura presentando la prima proposta di legge e proseguito nell’attuale Parlamento con l’intento di sostenere il lavoro e gli investimenti delle imprese agricole anche per conservare paesaggi straordinari sul Gargano come sulla costiera Amalfitana o lungo le coste della Calabria e della Sicilia o affacciati sul Garda”.

“Ai titolari di queste oasi di biodiversità garantiamo 3 milioni di euro già nel 2017 per ripristinare, recuperare e salvaguardare gli agrumeti caratteristici delle aree a rischio di dissesto idrogeologico.

E’ strategico fermare il degrado e l’abbandono di quei territori, sostenendo un’agricoltura ‘eroica’ e riconoscendo il valore nazionale di un inestimabile paesaggio formato da un intreccio secolare di natura e di cultura.

L’abbandono degli agrumeti determina il degrado del tessuto sociale, con la perdita di attività e forme di lavoro radicate nella cultura di quei territori, e la progressiva alterazione del paesaggio, con la crescente e vistosa presenza di zone incolte tra il verde curato degli agrumeti.

L’azione è in sintonia con la legislazione europea in materia di sviluppo rurale e sostiene i produttori nella fatica di affrontare una crisi provocata dai crescenti costi di produzione e dall’inefficace politica di filiera agroindustriale.

Sono tutti beni e valori che abbiamo il dovere di tutelare e valorizzare – conclude Colomba Mongiello – perché sono loro a rendere l’Italia ed il Made in Italy ciò che è”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi