"Il protocollo nasce dalla legge regionale 44 del 2013 per il recupero, la tutela e la valorizzazione dei borghi più belli in Italia, in Puglia"

Borghi storici di Puglia, Monte Sant’Angelo c’è

Per quanto riguarda la copertura finanziaria, l’assessore Curcuruto ha spiegato che, pur non avendo trovato spazi nel bilancio regionale, attraverso il bando per la rigenerazione urbana, prorogato fino all’11 settembre, sarà possibile avvalersi di risorse


Di:

Bari. Otto firme per collaborare insieme affinchè possano essere rigenerati e valorizzati i Borghi storici più belli della Puglia. Questa mattina, presso la Presidenza della Regione Puglia, l’assessore alla Pianificazione territoriale, Urbanistica e Assetto del territorio Anna Maria Curcuruto ha sottoscritto un protocollo d’intesa con i presidenti di ANCI – BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA, TOURING CLUB ITALIANO – BANDIERE ARANCIONI, BORGHI AUTENTICI D’ITALIA, SLOW FOOD e con i sindaci dei tre COMUNI UNESCO, Alberobello, Andria e Monte Sant’Angelo, per creare occasioni di sviluppo per le comunità locali attraverso l’attuazione di politiche di rigenerazione urbana dei piccoli borghi storici.

“Il protocollo d’intesa che sottoscriviamo oggi – ha detto l’assessore Anna Maria Curcuruto in conferenza stampa – è molto importante perché contiene una filosofia di base che abbiamo sempre condiviso. Quella cioè di far lavorare insieme i piccoli comuni. La forza è proprio nei piccoli che sperimentano forme associative tra di loro, facendo quindi sistema. Noi contiamo molto sui borghi che possono rappresentare la bellezza, la cultura, l’identità della Puglia. L’economia della nostra regione a mio avviso può essere basata moltissimo sulla valorizzazione delle aree interne, sulla rigenerazione non solo delle città e delle periferie, ma anche di tutti i territori, centri storici, parchi”.

“Il protocollo – ha continuato l’Assessore – nasce dalla legge regionale 44 del 2013 per il recupero, la tutela e la valorizzazione dei borghi più belli in Italia, in Puglia. La caratteristica fondamentale di questa intesa, che ha una validità triennale, è quella di potenziare e supportare, anche con il tutoraggio, i piccoli comuni, da sempre più attenti alla vita e al benessere dei propri cittadini, un buon biglietto da visita anche per i turisti che arrivano sul nostro territorio”.

Per quanto riguarda la copertura finanziaria, l’assessore Curcuruto ha spiegato che, pur non avendo trovato spazi nel bilancio regionale, attraverso il bando per la rigenerazione urbana, prorogato fino all’11 settembre, sarà possibile avvalersi di risorse.

“E’ vero – ha concluso l’assessore Curcuruto – non siamo riusciti nel bilancio a trovare spazio finanziario. Ma cogliamo l’occasione del bando in corso per la rigenerazione urbana (110 milioni di euro) nel quale avevamo già previsto una premialità per quelle aggregazioni di comuni alle quali partecipa uno degli oltre 100 borghi previsti dalla legge 44, cioè i borghi più belli, i borghi più autentici, i siti Unesco, le bandiere arancioni, slow food etc”.

Hanno partecipato alla conferenza stampa il presidente nazionale dei Borghi autentici d’Italia nonché sindaco di Melpignano, Ivan Stomeo, il sindaco di Pietramontecorvino, Raimondo Giallella, in rappresentanza dell’associazione I Borghi più belli d’Italia, Luciana D’Oronzo, in rappresentanza del Touring club – Bandiere Arancioni, Luigi Del Giudice, assessore alla Cultura e al turismo della città di Andria e numerosi altri sindaci e assessori comunali.

Borghi storici di Puglia, Monte Sant’Angelo c’è ultima modifica: 2017-07-13T14:16:01+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • Lo strizzatettebovine di Fonte Rosa

    E i borghi di Manfredonia?


  • civis

    ma il sindaco di Monte dove e’? Ci dobbiamo far rappresentare da altri?


  • G.N.

    Sai leggere civis sta scritto sopra i Sindaci dei tre paesi UNESCO: Alberobello, Andria e MONTE S.ANGELO e sta scritto anche in grassetto.Certo che pur di sputare veleno siete capaci di negare l’evidenza.


  • civis

    Perchè tu lo vedi? Tu pensi che se c’era non lo facevano mettere nella foto? Mha


  • G.N.

    Quelli che stanno nella foto sono i Sindaci di Melpignano e di Pietramontecorvino e gli altri rappresentano altre cariche istituzionali,non c’è nessun Sindaco appartenente ai tre Comuni dell’UNESCO.Quindi leggi bene l’articolo e poi puoi trarre le conclusioni.


  • Natura si

    Monte c’è, la candidatura era stata avviata dal Commissario e ora si raccolgono i frutti.


  • G.N.

    Ma perché non sei andato via con i Commissari visto che li apprezzi tanto? L’articolo parla chiaro e dice “IL PROTOCOLLO D’INTESA CHE SOTTOSCRIVIAMO OGGI ALLA PRESENZA DEI TRE SINDACI DEI COMUNI DELL’UNESCO”.Quindi cosa centra il tuo Commissario?


  • Giovanni

    GN non capisci niente.la firma è l’atto finale, mica è stato fatto il protocollo in venti giorni con la regione… Fai ridere se non cisci queste cose e se non sai almeno taci. L’inclusione di Monte la dobbiamo ai Commissari ed è avvenuta un anno fa! Cerca di capire….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi