CinemaSpettacoli
Cinquantaquattro le domande pervenute, di cui 48 ammesse. Tredici quelle finanziate

Apulia film commission, la graduatoria delle produzioni finanziate

200 mila euro ciascuno a Io non mi arrendo(serie Tv,Picomedia srl), Braccialetti Rossi(serie Tv, Palomar spa), La guerra dei cafoni(lungometraggio, Minimun Fax media srl), Io che amo solo te (lungometraggio, Italian international srl), La famiglia Solazzo (lungometraggio, Colorado film srl)

Di:

Bari – E’ stata approvata la graduatoria provvisoria di films, lungometraggi e cortometraggi, serie Tv, documentari che hanno partecipato all’Avviso di Apulia film fund. Quest’ultimo ideato e gestito dalla Fondazione Apulia film commission, partecipata da Regione Puglia e 32 pubbliche amministrazioni. In palio un milione e quattrocentomila euro,rivenienti dal fondo europeo sviluppo e coesione 2007-2013. Per fare? Aiutare le produzioni cinematografiche e audiovisive che”… utilizzano il territorio pugliese quale set”. Strano, altre Regioni europee o città (come Roma) si fanno pagare per l’uso filmico di paesaggi, caratteristiche urbane e ambientali. Cinquantaquattro le domande pervenute,di cui 48 ammesse. Tredici quelle finanziate.

Ecco: 200 mila euro ciascuno a Io non mi arrendo(serie Tv,Picomedia srl), Braccialetti Rossi(serie Tv, Palomar spa), La guerra dei cafoni(lungometraggio, Minimun Fax media srl), Io che amo solo te (lungometraggio, Italian international srl), La famiglia Solazzo (lungometraggio, Colorado film srl). A Diogts (lungometraggio, 9-99 films srl) euro 174 mila, Tarda primavera (lungometraggio, Vivo film srl) euro 131.208,75; Tulipani, onore, amore e una bicicletta (lungometraggio,Draka production srl) euro 18.171,55,eccetera. Tra le proposte non accolte ci sono documentari, serie web e lungometraggi quali Bariwood, Questi giorni, Racconti dal carcere. Invece sono ritenute ammissibili ma non finanziabili opere come Gramsci, Il pugilatore di Taranto, Matrimonio al Sud, Love Birds, Sarà Bello, Mostri, La giostra non si fa, Il Re dei piazzati, Gente Bien, Giusto il tempo di un x sempre e, dulcis in fundo, La vita è una puttana (e poi muori).

(A cura di Nino Sangerardi, autore del testo ‘Quello che i pugliesi non sanno‘ – ninosangerardi@gmail.com)

Apulia film commission, la graduatoria delle produzioni finanziate ultima modifica: 2015-08-13T15:48:17+00:00 da Nino Sangerardi



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi