Stato prima
Tra le vittime si contano anche 12 pompieri

Cina, esplosione in deposito materiali pericolosi: 44 morti e centinaia di feriti

Il dramma è cominciato alle 23.30 di ieri, quando una serie di esplosioni si sono verificate nel quartiere di Tanggu, vicino al porto della metropoli, a poco più di cento km da Pechino

Di:

AD ora si contano 44 vittime, causate dalle forti esplosioni in un deposito per materiali pericolosi nella città portuale cinesi di Tianjin, nel nord del paese.
Tra le vittime ci sono anche 12 pompieri. I vigili del fuoco sono ancora all’opera per domare le fiamme.

Il dramma  è cominciato alle 23.30 di ieri, quando una serie di esplosioni si è verificata nel quartiere di Tanggu, vicino al porto della metropoli, a poco più di cento km da Pechino.

Testimoni hanno raccontato di aver pensato inizialmente ad un terremoto o addirittura ad un’esplosione atomica, parlando di uno scenario apocalittico.

L’ospedale ha riferito di aver accolto tra le 300 e 400 persone, molte delle quali sono gravi.

Redazione Stato Quotidiano

 

Cina, esplosione in deposito materiali pericolosi: 44 morti e centinaia di feriti ultima modifica: 2015-08-13T09:01:22+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Il vaccaro di Santo Spiriticchio

    TERRIFICANTE! SPAVENTOSO! HANNO CHIUSO PERSINO TANTI SITI INTERNET E MAIL PER EVITARE IL PROPAGARSI DELLA PORTATA DISTRUTTIVA DI MORTI DEL TRAGICO EVENTO!


  • Luigi

    Questo sta a significare che non bastano i CERTIFICATI DI SICUREZZA degli impianti, ma non esagerare con i MAXI SERBATOI di sostanze infiammabili.
    Inoltre situarli a distanza dai centri abitati.
    Questo vale anche per gli INGEGNERI dell’ Energas per il progetto del MAXI BOMBOLONE a Manfredonia.
    Portatevelo a casa vostra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi