ManfredoniaMattinata
A cura di Benedetto Monaco

“Le performance di notte gitana saranno tante a Mattinata”

Notte Gitana” è prodotto dall’Associazione Dare e promosso dalla Fondazione Leo Amici

Di:

Manfredonia. Di giovedì sera piazza del popolo di Manfredonia si è distinta per suoni e colori provenienti da giovani che si sono esibiti con performance musicali e danzanti dai ritmi incalzanti. Alcuni pensavano fosse un esibizione folcloristica legata al Carnevale di Manfredonia, niente di tutto ciò!.

Si tratta di dell’anteprima di spettacolo già collaudato ed anche altrove apprezzato, stiamo parlando di “Notte Gitana”, che proseguirà la sua kermesse alle ore 21.45, a Mattinata nello spazio verde della Casa dei Giovani SS.89 km.144 – Mattinata (loc. Papone). Questo appuntamento si ripeterà ogni sabato sera, fino al 27 agosto 2016 con possibile spettacolo infrasettimanale su richiesta per gruppi. Lo show è composto da belle voci di artisti che indossano costumi originali, nell’insieme garantiscono fascino e poesia alle serate garganiche.

Ad informarci sullo spettacolo è Rosanna Tomassini responsabile ufficio stampa, che parte dalla storia di questo spettacolo che andò in scena, per l’ultima volta, al Teatro Leo Amici del Lago di Monte Colombo nel 2014, ottenendo per tutta la stagione quasi tutto esaurito ad ogni rappresentazione. Così è sempre stato, sin dal suo debutto, avvenuto il 10 agosto del 1997 a piazzale Roma a Riccione, quando radunò 7.000 persone, facendo già presagire il suo appeal con il grande pubblico. E il calore, il fascino, il fuoco della terra di Spagna di “Notte Gitana” si rinnova, con lo spettacolo musicale, tutto dal vivo, scritto e diretto da Carlo Tedeschi che torna sulle scene, a gran richiesta, con in dote il suo immancabile successo. Attualmente è in scena per la stagione estiva anche al Teatro Leo Amici del Lago di Monte Colombo, a Rimini.

Ma come nacque “Notte Gitana”?

“Una sera, in una discoteca di Pilas a Siviglia – racconta l’autore e regista Carlo Tedeschi – le musiche moderne vennero interrotte dal dj, diffondendo le note forti e passionali di una sevillana. I giovani, senza lasciare la pista iniziarono l’antica danza. Da qui, visto l’apprezzamento che questa musica suscita anche sui giovani, l’idea per la realizzazione dello spettacolo”. Mattinata. Dopo il consenso ottenuto nel febbraio scorso a Foggia, al Palazzetto dell’arte, con la sua mostra nazionale “+SE’-IO=PACE” (sostenuta dal Comune di Foggia e dalla Regione Puglia), Carlo Tedeschi, pittore, scrittore,autore e regista teatrale, torna nella provincia di Foggia con un suo spettacolo, uno di quelli più apprezzati a livello nazionale.
Di seguito riportiamo La trama e quelli che sono gli interpreti dello spettacolo:

Trama
La giovane protagonista, una ragazza di oggi, curiosando in una vecchia soffitta, trova in un baule un classico costume sevillano mentre alla radio va in onda una tipica canzone dedicata alla Spagna. Fantasticando, sogna ad occhi aperti, di trovarsi in compagnia di gitani e di venire accolta dal calore di quella gente che, con i ritmi incalzanti delle loro chitarre, cantano e danzano per lei, coinvolgendola in una splendida “Sevillana”. Tutto si anima e si illumina. La ragazza, trasportata dalla danza, dalla musica e dall’atmosfera, vive il folklore e la passione gitana. Ne uscirà più matura, pronta ad indossare il costume spagnolo e una mantiglia avuta in dono, simbolo per lei di una riscoperta femminilità.

Gli interpreti: “Notte Gitana” vede la presenza di venticinque artisti (tra cantanti, musicisti, ballerini, coristi), percussioni e chitarre coinvolgenti.

Lo spettacolo è interpretato da: la giovane protagonista è Pasqua Guerra; il gitano Emanuel Gatta; le voci sono di Nicole Bellafiore e Ebe Rita Azzarone; musicisti Sarah Palumbo (tastiera), Francesco Santamaria (tromba), Angelo Verziera (tromba e cajon).

Anche “Notte Gitana” rientra negli eventi e iniziative artistiche/socio-culturali promosse dalla Fondazione Leo Amici e dall’Associazione Dare a favore dei giovani. La Fondazione Leo Amici e l’Associazione Dare, che nel corso degli anni hanno messo a disposizione numerose borse di studio, corsi e stage gratuiti, hanno donato gratuitamente lo spettacolo ad un gruppo di artisti che hanno formato così una giovane compagine teatrale. Gli stessi due enti durante il periodo estivo, accoglieranno al Lago di Montecolombo ragazzi provenienti da diverse città italiane per stages che prevedono un duplice percorso sia artistico che di condivisione e amicizia, per il rispetto dei valori della civile convivenza.

Notte Gitana” è prodotto dall’Associazione Dare e promosso dalla Fondazione Leo Amici.

Info e prenotazioni cell. 377.1755286 – ingresso a offerta libera.

Pubblicazione a cura di Benedetto Monaco

fotogallery



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati