Politica

Introna in Fiera: “priorità per la riduzione dei consiglieri”

Di:

Discorso di Introna alla Fiera del Levante di Bari (image by Egidio Magnani)

Bari – QUEST’ANNO la ripresa dell’attività del Consiglio regionale non ha aspettato la fine della Fiera del Levante. È una delle novità della nona legislatura, segnalate dal presidente Onofrio Introna. Un’altra è l’introduzione del question time, già dalla seduta del 23 settembre. Terza, ma non in ordine di importanza, la costruzione della sede unica degli uffici regionali, attesa da quarant’anni.

In una conferenza stampa nello stand consiliare in Fiera (padiglione 152bis), il presidente Introna ha fatto il punto delle scadenze ravvicinate che attendono l’assemblea regionale pugliese. È prossima, ha detto, la prima seduta della settima commissione. Tutte le decisioni saranno assunte a maggioranza qualificata (due terzi dei componenti), per riconoscere la funzione di garanzia di un organismo impegnato “su materie sensibili, di ingegneria istituzionale e funzionamento del Consiglio”. Dovrà assumere decisioni determinanti, a cominciare dall’armonizzazione dello Statuto e della legge regionale, per cancellare il rischio di “un’Assemblea a numero variabile a seconda delle congiunture politiche”.

Rispetto al numero dei consiglieri, una priorità, per il presidente Introna, è la “riduzione da 70 almeno a 60, non di meno, perché poterebbe soffrirne l’attività legislativa”. Criterio ispiratore resta il “contenimento e il taglio dei costi della politica”, altro impegno assunto da tutte le forze politiche con i pugliesi ed al quale si lega anche la revisione dei trattamenti economici riservati ai consiglieri a fine mandato. “Anche se va detto – ha osservato Introna – che i fondi dai quali vengono prelevati sono alimentati da trattenute pesanti sulle indennità di funzione corrisposte ai consiglieri regionali”.

Le sedute di Consiglio regionale del 22 e 23 settembre saranno dedicate in gran parte al piano di rientro della spesa sanitaria, sul quale pesa la condizione di “bloccare le internalizzazioni fino al pronunciamento della Consulta”, posta dal governo nazionale. “Ma dimostreremo – ha assicurato il presidente – che con le internalizzaioni, oltre a migliorare il servizio si realizza un considerevole risparmio”, perché si saltano le intermediazioni nella mano d’opera e soprattutto non si paga l’IVA. Inoltre, ha insistito Introna, “rappresentano una risposta di civiltà, perché danno garanzie sul riconoscimento dei diritti sociali e sicurezza ai lavoratori che escono dal lavoro precario o intermittente”. Alle 15,30 del 23 settembre appuntamento in Aula con il question time, “novità assoluta per la regione”. Il pomeriggio sarà riservato alle interrogazioni dei consiglieri ed alle risposte della Giunta.
“Anche questo è il segnale nuovo di una politica che vuole essere aderente alla realtà. Se le risposte su problemi specifici sono date dopo un anno perdono di significato e limitano l’attività riconosciuta al consigliere regionale, di controllo, di stimolo, di sollecitazione”.
Intanto, sono in corso i lavori nell’area al quartiere Japigia di Bari che “dopo 40 anni ospiterà una sede dignitosa e prestigiosa, per l’istituzione, per i dipendenti e per i cittadini, stanchi di peregrinare per i tanti uffici disseminati in città”.

Nel padiglione del Consiglio può essere visitata la mostra dedicata agli Sgovio. Altri appuntamenti sono in programma nel corso del periodo fieristico, a cominciare dal dibattito sul viaggio verso Mira sulle rotte nicolaiane. “Il Consiglio regionale presta molta attenzione ad interventi culturalmente interessanti – ha assicurato il presidente Introna – non abbiano a disposizione grandi mezzi ma ci impegniamo ad essere vicini a tutti gli sforzi spontaneamente prodotti sul territorio. È il miglior modo di interpretare il ruolo di una istituzione che deve essere accanto ai cittadini, saldata ai fermenti più veri della comunità”.

Introna in Fiera: “priorità per la riduzione dei consiglieri” ultima modifica: 2010-09-13T20:37:16+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi