Foggia
Nota stampa

FN “A Foggia nessuna aggressione neofascista”

Di:

Foggia. Apprendiamo con stupore dagli organi di stampa, di una fantomatica aggressione ai danni di studenti dell’UDS, avvenuta nei pressi del palazzo degli studi. Pur non chiamandoci mai in causa, noi di Lotta Studentesca che eravamo sul posto contestiamo la dinamica degli eventi , questi i fatti:

“nel primo giorno di scuola della maggior parte degli istituti foggiani, i ragazzi di LS avevano organizzato di esporre uno striscione, per poi volantinare davanti al palazzo degli studi, i nostri ragazzi erano quattro di numero tra cui una ragazza, probabilmente la stessa idea l’avranno avuta altre sigle studentesche, ci siamo così ritrovati davanti a scuola, e superato il primo momento d’imbarazzo si è cercato di esporre il nostro striscione, tutto questo preceduto da un isterismo ingiustificato da parte della sigla studentesca a noi contrapposta, il tutto vedeva noi in inferiorità numerica, infatti erano almeno in sei, non abbiamo alzato le mani nè picchiato nessuno, ma al contrario un paio di nostri militanti venivano circuiti e qualcuno in preda ad un ingiustificato isterismo si è aggrappato anche al braccio dei nostri studenti, urlando frasi sconnesse e senza senso.

Rendendoci conto che avevamo di fronte ragazzetti isterici che urlavano senza motivo, abbiamo addirittura deciso di spostarci di qualche metro, ed invece che davanti all’entrata del liceo classico, abbiamo srotolato lo striscione davanti al Poerio proprio per non creare martiri in assenza di martitro, ci ritroviamo per tutta risposta e nonostante il nostro senso di responsabilità su tutti i mass media etichettati come dei violenti,cosa evidentemente e palesemente falsa.

In altri contesti o a parti invertite le deliranti dichiarazioni dei rappresentanti dell’UDS avrebbero meritato una querela per diffamazione aggravata, ma noi non lo faremo. Ci rattrista però questo voler creare un caso che non ha motivo di esistere, per quale motivo poi? Per un titolo sui mass media, per coprire i propri fallimenti certificati di numero di adesioni? Per poter organizzare magari una mobilitazione antifascista che poi puntualmente non si tradurrà in adesioni nell’UDS ma che finirà nello spazio di un mattino? Questi comportamenti denotano un infantilismo esasperato, e screditano la loro stessa organizzazione agli occhi dei propri militanti (ammesso ne sia rimasto qualcuno)”.

Alessandro Lorusso
Responsabile provinciale
Lotta Studentesca Foggia



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati