Manfredonia
"Vi dovete lamentare? Lamentatevi con le persone giuste"

Trasferimento Liceo, lettera alunna “Aiutiamoci a vicenda”

"Come studente mi sento in obbligo di chiedervi scusa per il disagio che si e’ creato"

Di:

Manfredonia. Scuole Manfredonia, accorpamento polo liceale: nota di una “alunna”.

Il testo
Vorrei rispondere a tutti i genitori preoccupati per i loro figli: fare il primo giorno di scuola in queste condizioni momentanee , sopratutto per le classi prime, non e’ la migliore delle cose. Ma e’ capitato, si poteva evitare, ma e’ capitato, inutile farne un dramma, la cosa sta diventando patetica. Che colpa ne ha il liceo? Vi dovete lamentare? Lamentatevi con le persone giuste. Avrete non una, ben due palestre grandi quanto il classico. Avrete le nostre classi appena ristrutturate. Avrete dei bagni nuovi, finestre nuove, che non sono cose da poco. Se qualche ex alunno venisse nel liceo adesso direbbe che e’ un altra scuola, perché’ lo e’. Non c’e’ una scritta su un muro, i bagni hanno le porte, lo spogliatoio femminile adesso e’ uno spogliatoio femminile, non esistono buchi nelle porte o nei muri, abbiamo una biblioteca pronta ad accogliere tutto il vostro materiale, e io stessa, come molti miei compagni vi aiuteremmo a sistemare nel caso vi servisse una mano. Ci sarebbero tante di quelle cosa da fare insieme , tanti di quei progetti, solo con un po’ di collaborazione tra licei.

Si suppone che chi vada al liceo abbia una mente piu’ aperta o sbaglio?

Si suppone che chi vada al liceo abbia una mente piu’ aperta o sbaglio? Vi state lamentando di una sedia umida? Io non ci credo, la sicurezza la state usando solo come scusa (che alla fine magari puo’ darsi che sia vero che il liceo sia una struttura fatiscente e che potrebbe crollare da un momento all’altro, non lo metto in dubbio) ma alla base di questi scioperi non c’e’ la sicurezza, c’e’ qualcos’altro: una specie di faida tra classico e scientifico che e’ sempre esistita, un qualche professore che trova scomodo prendere la macchina per venire al liceo (e diciamo la verita’ , i vostri alunni ci hanno detto cosi’), oppure dite che ci tenete alla struttura e al posto in cui essa vi e’ collocata. Informate bene i vostri alunni, non mandateli per strada a far firmare petizioni che poi se chiediamo il motivo ci rispondono “Ci devono mettere nei laboratori”. Voi dovreste dare il buon esempio, dovreste dire ai vostri ragazzi che la situazione e’ momentanea, che non durera’ per sempre, ma cosa fate? Pubblicate foto su facebook, su questo sito, addirittura il tg3. (??)

Come studente mi sento in obbligo di chiedervi scusa per il disagio che si e’ creato, faremo il possibile, e se vi servira’ un mano ve la daremo, sta a voi accettarla. Ma noi.. noi non abbiamo
bisogno di altro fango, aiutiamoci a vicenda, cerchiamo una soluzione. Scuola che va a pezzi? Portateci le prove, scioperiamo con voi. La salute non e’ solo la vostra, ma e’ anche la nostra.

Possiamo aiutarci. Non fate gli orgogliosi”. (Manfredonia, 12.09.2016)

Esterno Liceo Classico Aldo Moro (facebook)

Esterno Liceo Classico Aldo Moro (facebook)

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
29

Commenti


  • La verità

    Purtroppo questa ragazza dice la verità e dimostra di essere molto più saggia dei docenti del classico che stanno strumentalizzando la cosa per propri tornaconto. Ancora brava alla ragazza dell’articolo lei è pronta per la maturità.


  • Nicola

    Brava, brava, brava, purtroppo ci sono personaggi che stanno alzando polveroni solo per interessi personali. Stanno strumentalizzando alcuni studenti con la testa di legno e genitori. Il pennivendolo locale Apollonio, alcuni professori e l’aggiunta dello sciacallo Magno faranno di tutto per intorbidire le acque. Dobbiamo stare molto attenti a questi personaggi, molto negativi per questa società. Apriamo gli occhi e combattiamo. Comunque chiunque tu sia complimenti.


  • antonella

    ….
    Qualcuno dall’alto dei cieli cerca di indorare la pillola per famiglie e studenti?
    Si sta cercando di far digerire a studenti e famiglie cio’che e’ indigesto?
    Si potrebbe anche capire la volonta di istituire un polo alberghiero in citta’, ma fatto in questo modo non e’ da persone per bene, non e’modo degno di una politica aperta e attenta, non e’leale. Si possono capire tante motivazioni, ma tutto questo e’davvero fuori da ogni logica. Questa politica dimostra ancora una volta di non saper comunicare ne dialogare con chi sta difronte, non tutto il male viene per nuocere, prima o poi cio’ che gira torna al mittente.


  • vittoria gentile

    Cara alunna, ciò che scrivi è anche condivisibile e sposta la prospettiva in un’altra angolazione. Non so se quelli dei licei abbiano la mente più aperta (è uno stereotipo? Io stessa ne ho fatto parte), o, forse, maggior voglia di entrare dentro le cose, oppure di cogliere le cornici dentro le quali sono le cose e approfondirle. Ma vale per tutti “gli alunni”, imparate a firmare i vostri testi, dando così loro più valore. Imparate presto a tenere la testa alta, col vostro nome. Molti auguri a tutti.


  • Francesco Primo

    1 – 0 per i ragazzi del Liceo Scientifico Galilei


  • Teo Morlino

    BRAVISSIMA! NON POTEVI DIRE COSE PIU’ SENSATE.


  • @antonella

    Come per l’Energas..


  • Giulia

    Hai notato,cara alunna, come l,’Antonella la Vittoria Gentile socie della cooperativa MANFREDONIA VECCHIA, con a capo o professor Magno, iniziano a intorbidire le acque? Fra poco passeranno agl’insulti. …………………. Oggi ,come scrive Nicola, con l’aiuto del …Apollonio, cercano in tutti i modi di denigrare ogni intervento del sindaco, decisione e questione per giunta di non sua competenza, essendo materia provinciale. Sinceri complimenti.


  • Carmen

    Brava e intelligente.
    Spero non ti sia firmata per timidezza.
    Molte persone non sanno il significato del termine “resilienza” o solo hanno la puzzetta sotto il naso.
    Suvvia accettate le mani tese dello scientifico.


  • Stefania T.

    Tutti d’accordo con l’alunna del Liceo autrice del testo,
    tranne la solita Antonella,
    – la faziosa per eccellenza,
    – quella che critica sempre e comunque qualunque cosa venga fatta,
    – quella che ormai ha un attendibilità pari a zero,
    – quella che se la contraddici ti insulta anche su piano personale (come farà tra poco con me),
    – quella con cui è inutile discutere perché farlo equivale a giocare a scacchi con un piccione*.

    * Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi essere anche il campione del mondo ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e poi se ne andrà camminando impettito come se avesse vinto lui.


  • Nicola

    Oggi ,ancora una volta, il pennivendolo a gettoni continua a denigrare con falsità il sindaco, attribuendogli la colpa di tutto quello che sta succedendo. Ragazzi difendetevi da questi sepolcri imbiancati, il loro unico obbiettivo e spargere zizzania e creare confusione. Perché non chiedete al pennivendolo cosa ne pensa di ENERGAS. Mettesse fuori -e -e scrivesse cosa ne pensa. Ho forti dubbi che ne sia capace.


  • Il grande complotto contro i cittadini ignari di Manfredonia

    Calcio, pennivendoli e politica sono tutti d’accordo a recitare una commedia..ognuno ha il suo ruolo, l’intento comune e confondorci le idee..è tutta una commedia, dagli attacchi ai comunicati..chissà magari vanno anche a cena insieme…i nemici.


  • Giorgia

    Per fortuna c’è la raccolta differenziata che funziona in tutta la città in modo meraviglioso, stupefacente. Forse l’unica cosa che funziona benissimo a Manfredonia. Non c’è un cittadino che non la pratica correttamente, non c’è una strada dove non si pratichi. Veramente un miracolo sipontino.


  • Un cittadino

    Voglio solo aggiungere questo: chi suppone che chi vada al liceo abbia una mente più’ aperta rispetto a chi frequenta altre scuole non solo sbaglia enormemente ma dimostra di avere la mente confusa e chiusa”.
    Se poi ne è veramente convinto allora è un idiota senza speranza!


  • antonella

    Complimenti vi nikkate in modo diverso ma scrivete come il solito nicola e tutti i lecchini con lui, non fate parte del suo gruppo di politicanti dai mille nick vero? Nooo di certo, voi siete…. cosa? non saprei prorio definirvi, anzi si, con quei commenti vi siete definiti da soli, come al solito, eh vaiii piccioncini e
    piccioncine, con tutti questi commenti
    nonche’ attacchi vi siete classificati per
    cio’ che siete sempre stati, e abbiamo
    inteso la strumentalizzazione
    In essere, la prossima volta cercate di
    essere piu’ originali che questi modi
    puerili che vi classificano bene non
    andate da nessuna parte, Dio che
    scadenza morale e mentale, siete proprio
    svilenti, giocare a scacchi con un
    piccione e’sicuramente piu’ istruttivo ed
    interessante che avere a che fare con voi
    servetti.
    Stefania t. Parli di me ma sei tu che insulti, offendi, sminuisci la mia persona di proposito solo perche’ ho messo in evidenza che questo modo di fare politica, sleale, poco incline al dialogo e al confronto, senza idee giuste e capaci nel merito per risolvere in modo adeguato una simile situazione, che ha creato tanto disagio e rabbia in tanti studenti e famiglie, che dovranno tacere per forza di cose accettando questo dictat, senza neanche poterne discutere civilmente ed
    adeguatamente con chi di dovere, e per cosa poi? per un idea che deve essere
    tirata fuori e messa appunto di
    prepotenza? Si fa cosi e basta? Questo modo di fare non e’un insulto dei piu’discriminanti?
    Teresa t. Anziche’ giudicare gli altri, fatti
    un esame di coscienza, da qualche parte,
    anche se non visibile o scrutabile tutti
    hanno una coscienza, basta interrogarla,
    A questo mondo si possono intraprendere tante iniziative, la verita’ e’
    che bisogna farlo con meno arroganza e
    piu’ cultura, piu’ confronto e rispetto del
    prossimo. Ti chiedo se in questa vicenda chi di dovere ha avuto rispetto del suo prossimo?
    Come puoi notare stefania t. Tu mi hai
    insultata, IO NO! Ora pensa alla tua di
    credibilita’.


  • wu ming 182°

    da quando scrive Antonella su tutti gli articoli, puntualmente parlando di cose che non conosce solo per attaccare l’attuale amministrazione (che non difendo e non ho votato) non scrivo più e leggo molto di meno SQ.
    Vi prego fatela smettere. (accogliamo la sua richiesta,ndr)


  • Antonella Salvemini

    Questa ragazza ha espresso le valutazioni più sagge e condivisibili sentite finora su questa vicenda. La situazione è stata gestita male, sicuramente. Non è accettabile organizzare il trasloco di banchi, mobili e suppellettili durante lo svolgimento degli esami di recupero, così come cominciare l’anno scolastico con classi non pronte ad ospitare gli studenti. A quanto pare, ora le aule sono pronte e ristrutturate. In poche parole, nuove, ma non va bene lo stesso. Ora il Liceo Classico disporrà di due palestre, di un’aula magna e di un bar nella scuola, ma non va bene. È evidente che si tratti solamente di posizioni pretestuose. Ricordo o informo chi non lo sapesse che, negli anni 90, al Galileo c’erano 6 sezioni ( ora ce ne sono 3, al Classico 2) e, per alcuni anni, al piano terra in alcune aule sono state ospitate classi del Geometra. Pertanto, che ora, con molti meno studenti, non ci fossero aule o locali per allestire laboratori è evidentemente falso! Dopo decenni di scioperi per la mancanza della palestra che costringeva gli studenti a spostarsi senza alcun controllo altrove per praticare attività fisica, il mal funzionamento dei termosifoni, ora che possono usufruire di una scuola idonea, non va bene, addirittura si impedirebbe ai due Licei di sviluppare la loro offerta formativa! Mi chiedo gli studenti, i professori, i genitori che ora protestano si sono mai accettato che il plesso di Viale Miramare fosse sicuro ed idoneo dal punto di vista statico ed antisismico? Non credo proprio…A mio parere, questo “accorpamento fisico” dopo quello amministrativo non potrà che giovare a tutti, anche perché consentirà la presenza costante in loco del Dirigente che è il medesimo da anni. In passato, con una scuola con meno laboratori, con le scritte sui muri e qualche buco alle pareti, con tanti studenti( classi di quasi 30 studenti) abbiamo avuto una formazione completa che ha fatto della maggior parte di noi uomini e donne perbene e professionisti seri e preparati. Alcuni hanno avuto a che successo all’estero e raggiunto posizioni apicali. Pertanto, ragazzi, se ne avete voglia, studiate e preparatevi al futuro, non sono quattro mura a fare una buona scuola!


  • Giulia

    Hai notato, cara alunna, come ti dicevo gli di MANFREDONIA VECCHIA sono passati agli insulti con la più vergognosa di tutti l’ANTONELLONA. NON SE NE FREGANO DI NIENTE, TANTOMENO DEI PROBLEMI,A LORO INTERESSA ALZARE POLVERONI, SEMINARE ODIO, POICHE’ È GENTE INVIDIOSA E ODIOSA.


  • Carmen

    Una ragazza ha scritto a SQ con parole semplici e belle che apre le braccia ai suoi ,chiamiamoli colleghi.
    Leggendo le sue parole me la sono immaginata con il sorriso e il cuore in mano.
    Poi leggo i soliti commenti, le solite persone petulanti e mi viene da dire alla ragazza dello scientifico e a tutti i giovani ,studenti e rappresentanti del futuro: STATE ALLA LARGA DAGLI ADULTI !
    Almeno da quelli che postano i loro film e paranoie personali.
    E CHE CAZZ….
    Ma dico, non avete una pagina FB personale dove potete scrivere tutte le vostre minchiate senza ammorbare il prossimo?


  • La verità

    Oltre questa Antonella -, dovrebbero bandire anche Apollonio e Magno che criticano sempre qualsiasi notizia -. —– (moderazione,ndr) continua a scrivere —- leggi solo tu e continua a fare il pensionato d’oro


  • antonella

    Wu ming – quando srivi tu invece sai cosa accade? —me fatevi un esame di coscienza e se non l’avete, compratevela.


  • antonella

    Cara alunni del ex liceo A. Moro, dovete sapere che questa citta ha padroni, si, padroni, gente che non si fa scrupoli, non ha remore, avidi gozzovigliatori che giocano con il prossimo, egoisti e cinnici, non guardano in faccia a nessuno, gente che ha tanti i nick assunti ma una sola ed unica identità, una sola volontàca peggiare, vincere e sovvertire ogni democrazia, sopprimere ogni libertà, piegare ogni diritto al loro unico e solo volere, questa e’ la legge dei piu.
    Certo con l’arroganza e la prepotenza si prende, si ottiene tutto, si fa e disfa tutto, con il potere dell’arroganza si uccide piu che le armi, e sono propio questi esempi negativi a darvi la spinta, l’impulso per i
    vostri studi, per arricchire il vostro
    bagaglio culturale, affinche’la cultura
    vera e solo quella, vinca su questo alone
    di potere e prepotenza oscuro che
    incombe su tutti noi, solo con la cultura e
    il dialogo si puo’squarciare il velo omertoso dell’arroganza e dell’ignoranza
    che avvolge tutto e oscura il futuro di tutti
    voi giovani. Siate studenti meritevoli di cultura e promotori del rispetto, del diritto, ambasciatori di democrazia , fautori di dialogo aperto e condiviso in modo che tutto quanto accaduto, non si ripeta in futuro, fatevi promotori di quel sogno di democrazia e libertà che ha animato i nostri avi, che ha dato forza ai nostri genitori, che e’ nostra speranza oggi.


  • ilmaritodibiancalancia

    Magno hai perso le elezioni ricordi? Angelo Riccardi ha stravinto, I manfredoniani non ti hanno votato mi fai capire a chi rappresenti?


  • Loredana

    Antonellona VAI …e lascia stare il CINESE.


  • Masha

    Antonella la democrazia con cui ti vuoi riempire la bocca, sempre meglio del cibo, è quella che si esprime anche nelle urne elettorali. Mi ricordi quanti voti hai preso? Cinque? Sei? Sette?— tu lo batti di un punto e una scopa. Quanti voti ha preso in democrazia la sola volta che si è presentato per le elezioni? La democrazia ha consentito che ognuno esprimesse il proprio voto. Mettiti l’anima in pace che voi anzianotti sapete solo fare casini e sciacallare su ogni vicenda.

    (INTERVENIAMO SULLA FRASE, DA QUESTO PUNTO IN POI CANCELLEREMO MESSAGGI FUORI TEMA E POLEMICHE CONTINUE TRA GLI UTENTI, GRAZIE – GENTILMENTE TERMINIAMO QUESTA POLEMICA, GRAZIE A TUTTI VOI, NDR)


  • antonella

    Masha guarda, non volevo risponderti, tanto il tuo commento si classifica in modo riduttivo, ed e’ per me riduttivo risponderti, so che rispondendo mi abbasso moralmente ed intellettualmente, ma vorrei davvero che tu crescesci non solo di altezza, ma sopratutto di cervello, chiedo, ma si puo’ scrivere un commento come hai fatto tu, ma che scuole frequenti l’asilo? Sempre la stessa solfa? Che diamine !!! Attacchi personali, discriminazioni, poi accusa gli altri di insulti mentre voi avete le scippie urlaanime nel cervello, ma basta!! ! Poi giusto per la cronaca, so che uno come te non puo’ capire , nel mio piccolo mi
    sono candidata per dare forza ad una
    squadra, un opposiziine degna, quando ci siamo messi in gioco per le amministrative, ho deciso che avrei speso in tutto 35 euro per i bigliettini, questo il totale della mia spesa, non ho promesso posti di lavoro, non ho pagato voti, non sono scesa a compromessi con nessuno, neanche con me stessa. Ora vuoi contestare i miei voti? Fai pure, anzi giocalo al lotto, ti portera’ fortuna vedrai. Detto questo, tu la Democrazia non devi neanche nominarla, non conosci il suo significato, non sai neanche che esiste, tu non hai idea di cosa significhi veramente, tieni i tuoi voti, goditeli, finche’ puoi, e taci che non sei degno di nominare chi sta da questa parte e tutti coloro che di qui hanno posto fiducia e speranza nel cambiamento dal -in essere.


  • Povera Manfredonia come ti hanno ridotta

    Uno sfascio totale..dalle scuole alla pulizia delle strade, dalle tasse altissimo al debito pubblico altissimo, dagli scempi alla occupazione degli ultimi scogli di Manfredonia, dalla disoccupazione alla ludopatia grave..


  • antonella

    Mashetta, dimenticavo, (INTERVENIAMO SULLA FRASE, DA QUESTO PUNTO IN POI CANCELLEREMO MESSAGGI FUORI TEMA E POLEMICHE CONTINUE TRA GLI UTENTI, GRAZIE,NDR)


  • antonella

    (abbiamo rimosso tutto, gentilmente basta, grazie,ndr)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati