Manfredonia

Rizzi durissimo su La Macchia: pensi a cose più serie. A Salvatore di Noia: responsabile disastri di bilancio


Di:

Il sindaco di Zapponeta Domenico Rizzi (ST)

Zapponeta – “IN relazione alle sorprendenti dichiarazioni del capogruppo dell’opposizione al Consiglio Comunale di Zapponeta Fabio La Macchia, riportate dal sito del giornale “Stato Quotidiano” in data odierna ( Atto di diffida Prefetto su riequilibri di bilancio PA Zapponeta: La denuncia dell’opposizione) e relative alla recente comunicazione prefettizia che diffida il Comune dal procedere agli adempimenti di legge meritoriamente all’adozione dei provvedimenti di riequilibrio di bilancio, intendiamo segnalare come esse contribuiscano a dimostrare (se mai ce ne fosse bisogno, vista la recidività del soggetto) la totale ignoranza ed insipienza di chi le ha rilasciate, nonché l’eccezionale superficialità e dabbenaggine del La Macchia stesso in merito alle questioni di governo amministrativo”.

“Il capogruppo La Macchia dovrebbe sapere benissimo che l’atto prefettizio in questione è una comunicazione di sollecito procedurale inviata normalmente a tutte quelle amministrazioni che rinviano nel regolare adempimento dei provvedimenti di bilancio, tanto è vero che la suddetta diffida risulta pervenuta anche ad altre Amministrazioni comunali. Il Capogruppo La Macchia dovrebbe saperlo benissimo ed invece, a leggere ciò che dichiara al giornale Stato Quotidiano, pare ignorarlo del tutto, arrivando a strumentalizzare un atto per certi versi dovuto per i suoi scopi di mera propaganda”.

“Sappia La Macchia che Zapponeta ha già scelto i propri amministratori, ed in quella circostanza la cittadinanza ha dimostrato di essere a tal punto al corrente delle reali capacità amministrative e politiche di La Macchia. Sappia La Macchia che non abbiamo mai inteso nascondere la verità sullo stato dei conti pubblici di Zapponeta perché noi siamo realmente (e non solo a parole) a favore della massima Trasparenza e chiarezza. Al riguardo il consigliere di minoranza ci accusa di aver tenuto “nascoste” all’attenzione dei rappresentanti di opposizione le comunicazioni del Prefetto di Foggia all’Amministrazione del 20 settembre e del 3 ottobre 2011”.

“La verità è che non era nostro dovere dare notizia di quelle comunicazioni ai consiglieri di minoranza, mentre abbiamo opportunamente provveduto – come esplicitamente richiesto – a curare la notifica del provvedimento di diffida ricevuto in data 6 ottobre (prot. 6156) che è stato portato alla visione di tutto il Consiglio già in data 10 ottobre (meno, cioè, dei cinque gg. preventivati) insieme alla comunicazione di convocazione del Consiglio del 17 ottobre prossimo durante il quale si discuterà, appunto, dei provvedimenti di salvaguardia degli equilibri fi Bilancio 2011”.

“Inoltre non abbiamo alcun bisogno di sotterfugi per alterare la realtà delle cose (a differenza di altri) in quanto l’attuale condizione di deficit è oggettivamente addebitabile alla cattiva (ed a tratti criminosa) gestione posta in essere dalle precedenti amministrazioni (ricordiamo, per inciso, che Salvatore di Noia – attuale sodale politico del suddetto La Macchia – ha ricoperto negli anni scorsi l’incarico di Presidente del Consiglio: un ruolo non certo formale che non lo può escludere dalla gravissima responsabilità di aver condotto Zapponeta in questa situazione. Proprio a lui sarebbe, tra le altre cose, opportuno chiedere che fine abbiano fatto i soldi per la mensa degli scolari di Zapponeta)”.

Il capogruppo consiliare di Giovani e Futuro Fabio La Macchia (ST)

“E’ proprio la difficoltà di venire a capo di questa condizione di bilancio critica che ci ha costretto a rimandare alcuni adempimenti formali, da cui è conseguita l’opportuna e necessaria diffida prefettizia. Non vogliamo giustificare il nostro ritardo ma semplicemente evidenziare come tale mancanza è direttamente conseguente ad una passata gestione approssimativa e poco chiara della cosa pubblica (delle pubbliche finanze) di cui non siamo responsabili e che ci ha costretti ad analizzare la situazione contabile in maniera molto dettagliata (ed è all’origine di questi rallentamenti), senza contare che tale condizione di ritardo è – purtroppo – ampiamente condivisa da tante altre amministrazioni della Provincia di Foggia. Ci auguriamo che il Consigliere La Macchia possa comprendere queste logiche argomentazioni anche se, a questo punto, dubitiamo fortemente della sua personale capacità di addivenire ad un giudizio di merito oggettivo che sappia esulare dalle faziose considerazioni che caratterizzano il suo modo di fare politica”.

“Piuttosto invitiamo il capogruppo di Giovani e Futuro ad occuparsi di questioni più serie e contingenti (visto che la situazione in cui versa la nostra città esige la massima attenzione ed il massimo impegno) senza che continui a proporre futili e sterili argomentazioni di confronto politico che hanno esclusivamente il fine di distogliere l’interesse dell’opinione pubblica dai reali problemi del paese (e, magari, da chi questi problemi ha contribuito a procurarli). E se il La Macchia sarà (come prevediamo) del tutto incapace di partire da una analisi serena, ragionevole, obiettiva della situazione politica ed amministrativa di Zapponeta, che faccia almeno lo sforzo di concentrare sugli amici ogni sua considerazione ed attenzione vista la situazione di caos che caratterizza ormai la minoranza (con l’UDC commissariata). Non vorremmo che Zapponeta, dopo essere stata rasa al suolo da una classe di amministratori inetti ed incompetenti, soffra oggi l’insufficienza di una opposizione funzionale, seria e democratica che – come abbiamo sempre riconosciuto – è alla base del confronto e della crescita civile e politica del territorio”.


Redazione Stato

Rizzi durissimo su La Macchia: pensi a cose più serie. A Salvatore di Noia: responsabile disastri di bilancio ultima modifica: 2011-10-13T17:46:57+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
10

Commenti


  • per amministrazione

    da questo articolo sembra che il Sindaco abbia preso la questione di pugno…..bee speriamo, era ora che si svegliasse e ora speriamo che cominci a fare qualcosa di concreto per il paese.
    Fino ad ora bugie, sotterfugi, incapacità e omertà.
    Faccio presente una cosa: non si era mai verificato a Zapponeta ( a 5 mesi dalle elezioni) un clima politico e sociale così carico e pesante. Così come non posso pensare che ciò sia dovuto solo al comportamento della minoranza.
    Se siete incapaci, chiedete il commissariamento, facciamo pulizia e chiarezza e poi ripartiamo da zero, ma senza i vecchi e nuovi volponi della politica.
    Rizzi sei come i tuoi predecessori!


  • Ghino di Tacco

    Rizzi vai avanti, non ti fermare!


  • unoqualunque

    DOMENICO TU SEI L’UNICO CHE PUò FARE QUALCOSA PER NOI! è faLSO QAUNDO DI ACCOSTANO AL VECCHIO , TU SEI IL NUOVO E NON CENTRI NULLA CON IL VECCHIO. HAI FATTO BENE A TIRARE LE ORECCHIE ALLA VOLPE ABILE NELLA MOLTIPLICAZIONI DELLE SCHEDE NEI DISCORSI INOPPORTUNI ,DOVE DA UN LATO TI ACCAREZZA E DALL’ALTRO TI TIRA UN BEL CALCIO ,ANDATE A LAVORARE E FATE LAVORARE QUESTA AMMINISTRAZIONE VOLUTA DAL POPOLO BASTA!BASTA!


  • per per amministrazione

    parli male di Rizzi, ma scusami come fai a paragonarlo alla vecchia amministrazione. Lui non ha preso nemmeno un euro fin ad adesso e tu lo colpevolizzi dicendo che sei come i suoi predecessori? Scusami se ti do’ un consiglio, “accostati e scendi” perche’ non e’ per te la politica, se mi paragoni il frenklin a Domenico allora in questi ultimi 10 anni non abitavi a Zapponeta, prova ad andare dal Sindaco sicuramente ti ascoltera’ e cerchera in qualsiasi modo di aiutarti anche se hai votato contro (vedi anche chi lavora all’istat addirittura un ex candidato contro) invece con il franklin sappiamo i bandi come li faceva (al bando dei vigili al cento sociale l’adetto chiede: chi e’ il presidente della republica? e una ragazza , che ha fatto anche la vigilessa rispose: Berlusconi) e sopratutto non ascoltava nessuno, tranne a chi gli PIACEVAAAA.


  • marcus

    ma andate tutti al diavolo…..puah….e anche questi dormono sonni profondi…ritiratevi…alla fine gira e rigira chi và al comune sono sempre le stesse persone…sè quelli di ieri sono ladri,voi nuova amministrazione vi state accusando da soli…sono sempre i soliti…e questo il problema


  • furbo rizzi

    ho letto il manifesto, ma porta la firma dei segr.politici.

    diffamazione a mezzo stampa!


  • Susanna Camusso

    Lunedì 17 ottobre 2011 alle ore 16,00 in seduta straordinaria ci sarà il Consiglio Comunale, nel quale tra gli altri punti iscritti all’ordine del giorno avverrà la nomina del Revisore dei conti; Chi sara? Le domande pervenute sono tre, tra cui quella del rag. Paolo Castriotta; ce la farà questa volta il nostro rag. ad essere nominato? speriamo di si, ma io ho qualche dubbio sempre per la spiccata e documentata propensione del nostro Sindaco Rizzi al reclutamento di personale forestiero………..forse non ci ritiene abbastanza acculturati per ricoprire incarichi così qualificati? povera Zapponeta


  • Susanna Camusso

    Lunedì 17 ottobre 2011 alle ore 16,00 in seduta straordinaria ci sarà il Consiglio Comunale, nel quale tra gli altri punti iscritti all’ordine del giorno avverrà la nomina del Revisore dei conti; Chi sara? Le domande pervenute sono tre, tra cui quella del rag. Paolo Castriotta; ce la farà questa volta il nostro rag. ad essere nominato? speriamo di si, ma io ho qualche dubbio sempre per la spiccata e documentata propensione del nostro Sindaco Rizzi al reclutamento di personale forestiero………..forse non ci ritiene abbastanza acculturati per ricoprire incarichi così qualificati? povera Zapponeta


  • Apparenza

    Sindaco Rizzi la campagna elettorale è finita sei stato eletto e quindi sei diventato Sindaco, ora non ti semnbra che questo tuo modo di fare politica inizii a scocciare anche chi ti ha ampiamnte sostenuto?
    Hai promesso molto, non ti devi più distrarre…… l’opposizione fa solo il suo lavoro (bene o male) non sta a te giudicare……piuttosto inizia a produrre i risultati amministrativi da te millantati e per cui la gente Zapponetana ti ha premiato……i tuoi slogan sono roba da opposizione tu sei al governo di città e più consono dovrebbe essere il tuo comportamento…….capito?
    Ora lavora bene e pensa al tuo paese……(forse) così se il tuo impegno sarà lodevole sarai giustamnte ricompensato dai tuoi cittadini……………..OK!!!!!!


  • Appello a tutti

    Buon giorno a tutti,
    sono un cittadino che da anni non risiede a Zapponeta, ma che continua ad avere a cuore le sorti del paese in cui è nato e vissuto per circa 20 anni e a cui è legato da un cordone ombellicale.
    Mi sono sentito, anche dopo diversi inviti, di intervenire con queste poche righe per cercare di sensibilizzare la coscienza dei cittadini di Zapponeta alla luce degli ultimi accadimenti (anche mediatici) che hanno portato i suoi abitanti a vivere e respirare un clima sociale a dir poco pesante.
    Le ultime situazioni verificatesi stanno visibilmente aumentando lo scontro sociale nel paese e questo è proprio ciò di cui Zapponeta oggi non ne avrebbe bisogno.
    Voglio subito chiarire, e mi scuso in anticipo con quanti non mi capiranno, che il mio non vuole essere un messaggio politico e tanto meno di parte.
    Ma solo un richiamo, da cittadino che, ripeto, mantiene un forte attaccamento al nostro Paese, affinché tutti indistintamente abbassino i toni della polemica riportando il tutto alla normale dialettica politica.
    Dalle urne delle ultime elezioni amministrative è venuta fuori una maggioranza politica ed amministrativa che ha il compito di governare; altrettanto una minoranza il cui compito è quello di controllo ed anche di proposizione.
    Mi sarei aspettato, e credo tanti come me, visto la delicata situazione economico-sociale che noi tutti stiamo vivendo, un cambiamento di rotta anche nei rapporti interpersonali a livello istituzionale, in cui maggioranza ed opposizione dialogano e collaborano per imprimere una crescita collettiva.
    Questo, mi sembra, non stia avvenendo, anzi stiamo tutti assistendo ad uno scontro e scambi di accuse reciproche che certo non beneficiano nessuno. Penso nel contempo che continuando su questa strada non si pensi alle esigenze reali (e sono tante) dei cittadini, lasciando così le esigenze stesse della popolazione inascoltate.
    Non mi interessa , e non sono deputato, a dare colpe e responsabilità di quanto sta accadendo, ma certo è che si sta offrendo alla opinione pubblica cittadina e locale uno scenario non degno di una civiltà moderna.
    Il mio è un appello alle coscienze di coloro i quali sono deputati alla gestione dell’amministrazione della cosa pubblica a vario titolo ma anche a coloro i quali hanno una certa influenza politica e sociale nel Paese; se veramente avete a cure le sorti del nostro Paese, è bene che incominciate a palesarlo ed attuare atteggiamenti e comportamenti che vanno inequivocabilmente questa direzione.
    Deponete le armi dell’accusa, della calunnia, della diffamazione e delle illazioni e riprendete un dialogo sereno, pacifico e soprattutto costruttivo. E una vota per tutte diamo un esempio di responsabilità e di saggezza.
    Zapponeta non può più aspettare. E’ arrivato il momento che si incominci a porre le basi per un cambiamento di rotta che porti sviluppo e prosperità.
    I risultati saranno frutto di quanto verrà programmato fina da ora.

    Spero che questo invito non resti inatteso o addirittura disatteso.
    Sarete Voi, tutti indiscriminatamente, i protagonisti e gli artefici di questa rinascita.

    Viva Zapponeta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This