Manfredonia

ASE, Rinaldi: prestazioni fatturate sulla base del corrispettivo

Di:

Assessore al bilancio P.Rinaldi (St)

Assessore al bilancio del Comune di Manfredonia P.Rinaldi (St)

Manfredonia – COME anticipato, ha fatto discutere – nel corso dell’ultima seduta di Consiglio comunale – la rimodulazione del corrispettivo dovuto dal Comune alla partecipata ASE per l’esercizio 2011. “Una esigenza contabile conseguente alla minore somma stanziata e approvata dal Consiglio Comunale a fronte della quale avrebbe dovuto corrispondere una rimodulazione dei servizi erogati dall’Azienda”, come scritto in una nota dell’Ente.

LA MOZIONE SULL’ASE PRESENTATA DAL MEC

“A fronte di una mancata modifica del contratto di servizio e dei servizi sanciti nello stesso – ha detto in una relazione l’Assessore al Bilancio e Patrimonio, Pasquale Rinaldi -, ogni prestazione prevista da quest’ultimo è stata comunque normalmente erogata e di conseguenza fatturata sulla base del corrispettivo, la somma cioè dovuta all’ASE per i servizi effettuati, deliberato dal Comune di Manfredonia in sede di approvazione del bilancio preventivo dell’ASE. Al momento della conclusione della procedura inerente al debito fuori bilancio (approvato con D.C.C.63/2011), si è incluso lo stralcio dei crediti maturati nel corso dell’esercizio 2011, con notevoli vantaggi per l’Amministrazione Comunale”. “La rimodulazione del corrispettivo, come proposta del Comune – aveva detto tra l’altro l’assessore Rinaldi – non riusciva neanche a coprire i principali costi fissi, vale a dire: smaltimento per 2,5 milioni e personale: per oltre 4 milioni, con voci pari ad un importo di 7 milioni. Quanto proposto sarebbe stato possibile accoglierlo solo con una drastica riduzione del costo del personale”.

A questo punto l’Assessore Rinaldi evidenzia la diversa natura dei bilanci del Comune e dell’ASE. “Il primo (quello del Comune, ndr) è un documento predisposto dalla Giunta Comunale ed approvato dal Consiglio Comunale, nel quale sono certificate le entrate e le spese sostenute dall’Ente nell’esercizio di riferimento: ha pertanto natura finanziaria. Il secondo (Ase, ndr) risponde al Codice Civile ed è pertanto di natura economico-patrimoniale. Una differenza sostanziale che comporta una certa disomogeneità nella lettura dei due bilanci, all’interno dei quali non va confuso il concetto di “costo” con quello di “spesa o impegno”, e di “ricavo” con quello di “entrata”. Ciò nonostante – rileva Pasquale Rinaldi – la delibera del Consiglio Comunale che introduceva la rimodulazione, ha effettuato una operazione di trasparenza e di riallineamento delle reciproche posizioni di debito/credito, così come previsto dalla normativa di riferimento”.

E’ da ricordare che l’ASE è una società a partecipazione pubblica il cui capitale sociale è sottoscritto interamente dal Comune, costituita al fine di garantire il servizio pubblico dell’igiene urbana e della gestione dei rifiuti della città, con modalità in house providing. Il Comune di Manfredonia ha pertanto il potere di esercitare sull’ASE lo stesso controllo esercitato sui servizi erogati in economia. “Ogni anno – annota l’Assessore Rinaldi – l’ASE valuta complessivamente tutti i costi di gestione da sostenete per la produzione del servizio di igiene urbana, raccolta e smaltimento dei rifiuti della città, e determina il corrispettivo utile a garantire la copertura dei costi per il raggiungimento di una sostanziale parità di bilancio. Il corrispettivo così determinato viene riportato nel bilancio di previsione dell’ASE dell’anno di riferimento”.

Sulla mozione presentata dal MeC. “Contradditoria”, aveva detto nella sua lunga analisi l’assessore al Bilancio Rinaldi. “Nella prima parte si dice che l’Amministrazione è composta quasi da sciagurati, per poi fare delle distinzioni. Di certo non ci sono opacità, omissioni, zone d’ombra nelle partecipate, io francamente non ne vedo. E poi la minaccia: ‘inviare tutto alla Corte dei Conti, alla Procura di Foggia ‘. Dico a Troiano di evitare la raccomandata: le carte le abbiamo già inviate noi”.

Sulla Tarsu. “Il dato per la Tarsu non è esatto: nel 2011 il Comune ha incassato 5.079 milioni di euro, abbondantemente in meno rispetto a quanto versato. Nel 2012 sempre per la Tarsu 2011 abbiamo incassato nel I^ e II^ trimestre 1.179 €, 22mila euro nel III^ semestre per un totale di 6,2 milioni, un milione in meno rispetto al ruolo. Intanto l’Amministrazione ha versato giustamente all’Ase quanto gli era dovuto; fra smaltimento e costi di personale rientriamo già negli importi indicati. Il Comune sta prestando grande attenzione all’Ase: se abbiamo fatto quel piano di rientro è stato per metterla nelle condizioni di avere un valore. Controlliamo quanto dobbiamo controllare. Sui dipendenti prestiamo grande attenzione in un rapporto di piena collaborazione e continua con l’Amministratore unico per migliorare quello che è migliorabile”.


Sulla transazione.
“La transazione è stata firmata il 09.05.2012 dopo il consuntivo Ase del 2011, pertanto gli effetti dell’atto non potevano essere contemplati nello stesso consuntivo. Per la nota credito dell’Ase verso il Comune: a fronte delle somme non riscosse nel 2011 la stessa rappresenta un’ipotesi che non ha nessuna valenza giuridica poichè non confortata da alcuna norma. Il mancato pagamento di una fattura è irrilevante ai fini dell’emissione di una nota di credito. E’ possibile emettere una nota di credito solo se è intervenuta la risoluzione del contratto; sopravvenuto un accordo tra le parti se si è provveduto ad annullare una fattura emessa per errore. Lo dice la risoluzione dell’Agenzia dell’Entrate n.75/E/25.03.2002. Tutte le suddette circostanze non si sono verificate nel 2012. Per quanto evidenziato è di tutta evidenza che la proprietà ASE non ha subito alcun danno come invece si evidenzia nella mozione del consigliere Troiano. Non senza imbarazzi si è costretti a leggere che l’eventuale danno per il Comune sia derivato dalle maggiori imposte di un debito non onorato. A parte l’illogicità di questa tesi : le imposte si pagano sul debito e non sul credito. Il pagamento delle imposte rappresenta del resto un dovere costituzionale (articolo 53)”.

“Per il fondo svalutazione crediti è pari a 39.353 euro a differenza di quanto asserito nella mozione del consigliere Matteo Troiano. Si ribadisce che la transazione è stata sottoscritta nel maggio 2012 ed è divenuta definitiva dopo l’approvazione del bilancio di previsione 2012 in data 27.07.2012. contestualmente all’appreovazione del piano di riparto del debito fuori bilancio. Ogni motivazione dei crediti dell’Ase verso il Comune non potrà essere stabilita nel corrente esercizio e dunque nel consuntivo dell’Ase nel 2012. Non dimentichiamoci della situazione di crisi e dei tagli verso i Comuni e le società partecipate costrette a subire incrementi per i maggiori costi: persdonale, smaltimento, carburante. Ase e Comune sono tenuti a garantire il servizio di igiene urbana raccolto e smaltimento, un servizio ogni anno più complesso”.

Redazione Stato, defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • dino

    bla bla bla bla, ma in sostanza che cosa signififica questo articolo


  • Redazione

    Gentile Dino,
    tra l’altro, sono state smentite le cifre e i dati riportati nella mozione su:
    – Fondo svalutazione crediti
    – Tarsu; transazioni; fatture; danno erariale;
    – E’ stato chiarito il meccanismo per i pagamenti delle prestazioni previste – nel contratto di servizio – e fatturate sulla base del corrispettivo, la somma cioè dovuta all’ASE – dal Comune – per i servizi effettuati, deliberato dal Comune di Manfredonia in sede di approvazione del bilancio preventivo dell’ASE.

    Grazie a Lei, buona giornata; Red.Stato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi