Politica

Amnistia, 3 ministri contro Renzi, Bonino: meglio il vecchio del nuovo che avanza

Di:

(Ph: www.salottoprecario.it)

(Ansa) ROMA – Se Matteo Renzi “è il nuovo che avanza, fatemi il favore di ridarmi l’antico”. Lo ha detto il ministro Emma Bonino al Comitato nazionale dei Radicali italiani sulle dichiarazioni di Renzi sull’amnistia. “Legga bene il messaggio di Napolitano, prima di rottamarlo”, ha aggiunto.

”Non ho parlato contro Napolitano che legittimamente ha fatto un messaggio con sue riflessioni – spiega Renzi – mentre le forze politiche devono dire come la pensano. E io ho detto che non mi sembrava serio un nuovo indulto-amnistia dopo 7 anni dall’ultimo. Non serio, non educativo e non responsabile. Il Capo dello Stato – ha proseguito – e’ stato ineccepibile sia con il governo Monti che con la nascita del governo Letta, non c’e’ stato nessun eccesso di intervento.Ma bisogna anche avere il coraggio di dire che su alcune cose si puo’ essere in disaccordo”. Il presidente della Repubblica non e’ mai uscito dai suoi poteri, neanche con l’ultimo messaggio alla Camere, anzi ha dimostrato una capacita’ di servizio unica. Poi, non si puo’ dire ‘l’ha detto il Capo dello Stato quindi si fa cosi’ punto e basta’. I partiti se non discutono su questi temi, come quello dell’amnistia, cosa ci stanno a fare?”, ha tra l’altro detto Renzi.

Zanonato: ‘Renzi ragiona in termini propagandistici’ – Sul tema dell’amnistia e dell’indulto Matteo Renzi, secondo il ministro per lo Sviluppo, Flavio Zanonato, “ragiona in termini puramente propagandistici stile Grillo: ‘mi conviene dire di più una cosa o l’altra sotto il profilo del consenso che poi alla fine ottengo?’. Non entra nel merito della questione”



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • SOLIDARNOSH

    Per forza è meglio il vecchio ti hanno nominato ministro senza che hai preso un voto tu e il tuo partito. Col nuovo che avanza tu e tutti quelli che da vent’anni campano di politica andreste in pensione o a lavorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi