Manfredonia
"La rimozione delle strutture amovibili entro il 31 ottobre è stata al centro della audizione di oggi"

Spiagge, Gatta “Primo passo per scongiurare danni a operatori balneari”

"La Regione Puglia dovrà chiedere con la massima urgenza un incontro presso il Ministero, l’unico interlocutore"

Di:

Foggia. “Discrasie interpretative che preoccupano gli operatori balneari e che potrebbero cagionare danni economici ingentissimi. La rimozione delle strutture amovibili entro il 31 ottobre, in contrasto con la volontà regionale di prolungare tutto l’anno la stagione balneare, è stata al centro della audizione di oggi che ho richiesto in V Commissione consiliare e che ha determinato una prima intesa con la Sovrintendenza”. Così il vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta.

“Ad oggi –prosegue- per come stanno le cose, un operatore che risultasse inadempiente a quanto previsto da una circolare del 6 settembre, relativa alle condizioni da soddisfare per il mantenimento per tutto l’anno solare di strutture amovibili funzionali alle attività balneari, incorrerebbe in un procedimento penale e si attiverebbero d’ufficio le procedure per la revoca della concessione. Un vero disastro per l’economia pugliese, cagionato dalla difficile compatibilità tra quanto prescritto dalla suddetta circolare e lo scarso tempo (poco più di quindici giorni) rimasto agli operatori balneari per ottemperarvi. La stessa Sovrintendenza, nel corso delle audizioni, recependo i disagi e le preoccupazioni da parte degli imprenditori, ha preso l’impegno di portare il tema a strettissimo giro sulla scrivania del direttore generale del Ministero”.

“Al contempo, la Regione Puglia dovrà chiedere con la massima urgenza un incontro presso il Ministero, l’unico interlocutore, a questo punto, in grado di dirimere la questione con chiarezza. Il clima è stato costruttivo, ma ora tocca agire con celerità. Continuerò a vigilare –conclude Gatta- per la risoluzione di una questione che interessa centinaia di imprenditori pugliesi che danno valore alla nostra terra e all’immagine dell’offerta turistica pugliese nel mondo”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati