"Ci stanno rubando il tempo senza possibilità di replica"

Alternanza scuola lavoro: sciopero degli studenti “operai” in 70 città

Nel mirino: "la legge 107" ed i «tirocini» obbligatori per il milione e mezzo che frequentano le superiori


Di:

Foggia– “Ci stanno rubando il tempo senza possibilità di replica, nell’assenza di processi decisionali, di democrazia, come nell’approvazione della legge 107, meglio nota come “Buona Scuola”, e in quella delle deleghe in bianco. Oggi più che mai abbiamo bisogno di liberare il nostro tempo, per liberarci dalla scuola autoritaria e riacquisire potere decisionale. La scuola azienda pensata dal governo Renzi sta annullando la funzione sociale dell’istruzione, svilendo il ruolo dei docenti e assimilando lo studente ad una merce che, in quanto tale, è possibile sacrificare sull’altare del profitto per le grandi aziende italiane e multinazionali”.

Protesta stamani degli studenti anche in Provincia di Foggia, uniti nelle varie sigle dell’associazionismo della scuola – Rete Studenti Medi e Udu, Unione degli Studenti e Link-Coordinamento universitario.

Nel mirino: “la legge 107” ed i «tirocini» obbligatori per il milione e mezzo che frequentano le superiori. “Spesso – denunciano gli studenti – si trasformano in forme di «sfruttamento del lavoro gratuito”.

FOTOGALLERY VINCENZO MAIZZI

Alternanza scuola lavoro: sciopero degli studenti “operai” in 70 città ultima modifica: 2017-10-13T11:31:48+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • il partito dei delinquenti

    sfruttano i ragazzi gratis con la scusa degli stages e magari licenziano chi lavora. Maledetti. Fanno bene a protestare i ragazzi che sono alla mercè di autentici vampiri della società.


  • Redazione

    Proteste contro l’alternanza scuola-lavoro, Santorsola: “Dalla parte degli studenti”
    Una nota del presidente della sesta Commissione consiliare Mimmo Santorsola.
    “È in corso in tutta Italia, Bari compresa, una protesta degli studenti che dicono ‘no’ alle derive prese dall’alternanza scuola-lavoro. Secondo le stime dei sindacati, più della metà degli studenti non è soddisfatta dell’alternanza scuola-lavoro. I ragazzi chiedono, legittimamente, di non essere sfruttati e di lavorare almeno in strutture che rispettino gli standard di sicurezza.
    In qualità di presidente della sesta Commissione Regionale Puglia, che si occupa di Formazione e lavoro, non posso che essere d’accordo con le rimostranze degli studenti: il percorso dell’alternanza scuola-lavoro è poco chiaro. Mi impegno a convocare quanto prima una riunione di Commissione che si occupi di studiare approfonditamente il tema. Già nelle scorse settimane, nella sede del Consiglio regionale, ho incontrato degli studenti pugliesi che non si sono detti affatto soddisfatti della proposta fatta in Commissione dal Movimento 5 stelle”./comunicato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi