LavoroManfredonia
"Sono molto strani i criteri inseriti nei bandi dell’Aquedotto pugliese"

Bando Aqp, Mazzei: assurdo, solo residenti e pagando 20 euro

Depositata un’interrogazione consiliare diretta al presidente della Giunta regionale

Di:

Bari – “ALL’AQP puoi lavorare solo se risiedi nella Provincia interessata dal bando e, come se non bastasse, devi anche pagare 20 euro per partecipare. Sono molto strani i criteri inseriti nei bandi dell’Aquedotto pugliese e non tengono affatto conto delle esigenze del mercato del lavoro, in costante sofferenza. Per questo, ho depositato un’interrogazione consiliare diretta al presidente della Giunta regionale e all’assessore ai Lavori Pubblici”. Lo annuncia in una nota il Consigliere regionale di Forza Italia, Luigi Mazzei.

“L’ente in questione –aggiunge- ha pubblicato sul suo sito web l’avvio di procedure per il reclutamento e la selezione del personale. Per tutte le selezioni, comprese quelle relative all’assunzione per un anno, si richiede il pagamento dell’odiosa gabella di 20 euro sotto forma di contributo alle spese di gestione dell’iter selettivo. Già questo basterebbe per invitare la Giunta ad intervenire: stiamo vivendo un momento di devastante crisi economica e, proprio per agevolare la massima partecipazione dei concorrenti, non si richiede più di applicare la marca da bollo sulla domanda. Ma all’Aqp non funziona così e si stabilisce l’esatto contrario. Inoltre, è incomprensibile il requisito della residenza, un inutile limite posto alla partecipazione che bisogna assolutamente eliminare. Mi auguro che la Giunta intervenga su entrambe le questioni, per non mortificare una rara occasione occupazionale che si produce sul nostro territorio. A meno che –conclude- tutta la serie di strani e stringenti requisiti non sia finalizzata a disegnare precisi identikit di qualcuno… in perfetto Sel-Pd style”.

Redazione Stato

Bando Aqp, Mazzei: assurdo, solo residenti e pagando 20 euro ultima modifica: 2014-11-13T14:31:41+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi