Manfredonia
Proteste di alcuni genitori relative al piatto unico ed all'utilizzo di posate in acciaio

Mensa scuola, Varrecchia: al lavoro per miglior servizio

"Servizio partito da 4 giorni, riflessioni utenti normalissime"

Di:

Manfredonia – “IL servizio mensa per le scuole dell’infanzia ed elementari, per un totale di 1550 pasti quotidiani, è partito da soli 4 giorni (dal 10 novembre,ndr). Da qui le riflessioni, le considerazioni degli utenti sono normalissime. Per il menù: si è fatto riferimento alle linee guida regionali, ricordando che il cibo servito quotidianamente segue un processo di analisi, selezione e studio correlato alla perfetta ed equilibrata somministrazione di proteine, carboidrati, lipidi, etc.

Ribadisco: parliamo di 1550 pasti quotidiani in favore di 1550 bambini. Bambini ognuno con i propri gusti, le proprie esigenze, abitudini alimentari. Il processo attivato dall’Amministrazione, dalle scuole, dall’azienda Cir Food – attrawerso un rapporto fondato sull’interscambio quotidiano – è innanzitutto quello di educare i bambini all’alimentazione. Naturalmente si sta valutando in questa prima fase la risposta degli stessi ragazzi a quanto quotidianamente presente in mensa. Grazie alle segnalazioni, alla valutazione delle stesse, alle analisi dell’azienda vi sarà la possibilità di offrire il servizio migliore.

Per quanto riguarda l’utilizzo di posate in acciaio e non in plastica: non ci sono pericoli, anzi sono stati eliminati quelli del passato, quando c’era il rischio che pezzi di plastica, spezzatisi accidentalmente durante il taglio di cibi come ad esempio la carne, potevano finire nelle bocche dei bambini. Le posate ora utilizzate rispettano tutte le norme e le fasi di igienizzazione previste. Naturalmente la presenza costante di quanti addetti al controllo resta fondamentale al di là della mancanza del seghetto pungente o di altre situazioni. Ripeto: parliamo di un progetto che mira ad educare alimentarmente a 360° i relativi fruitori”.

E’ quanto precisa a Stato l’assessore Antonella Varrecchia del Comune di Manfredonia dopo alcune segnalazioni di genitori (in particolare: somministrazione del piatto unico ed utilizzo di posate in acciaio) relative alla partenza del servizio mensa nelle scuole dell’infanzia ed elementari di Manfredonia.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Mensa scuola, Varrecchia: al lavoro per miglior servizio ultima modifica: 2014-11-13T17:41:52+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
34

Commenti


  • ciccillo

    Brava Antonella,chiara e precisa, come sempre,solo quattro giorni, e gia’ si scatena la bagarre,plastica si’, plastica no?,prima facciamo tanto gli ecologisti,No al Petrolio, No al gasdotto,e dopo inondiamo la nostra quotidianita’, di plastica e carta,perche’ altrimenti i bambini,potrebbero duellare,con i coltelli,gia’ immagino l’ocheggio delle mamme all’uscita della scuola, Uh Madonne, No no,,,,dimenticando che a viglilare ci dovrebbero essere le insegnanti,e che qualche volta i loro bambini, non rischiano l’incolumita’ solo a scuola, ma anche durante il trasporto, in macchina,quando queste mamme premurose, mentre guidano, devono Whatzappare,e c’e’ da chiedersi anche, quante fissano il proprio figlio al seggiolino regolamentare, o gli allacciano la cintura.Poi c’e l’aspetto,fabbisogno calorico, e gia’, poveri figli a scuola fanno la fame,manca solo che, gli diano i pigiamini a strisce,e ma dopo appena escono, via alla dieta personalizzata, cicci bombo,rimpinzati di patatine fritte, pizza con pseudomozzarella, coca cola, merendine, e avanzi della calza dei morti, e chi piu ne ha ne metta.Cari utenti della mensa,lasciate che ve lo dica, fate ridere,siamo abituati ad aprire la bocca solo ed esclusivamente per perdere tempo,per crearci la platea di mi piace su FB,senza il minimo accenno di informazione,dobbiamo abituarci ad essere, piu’ collaborativi,propositivi, e non super sapienti, in tutti gli argomenti…..se volete da domani proponete a chi cucina:
    Lunedi: Pasta al forno, pollo arrosto con patate novelle,macedonia,tiramisu’
    Martedi:Patate riso e cozze, grigliata del golfo,ananas, cassata di tommasino
    Mercoledi:Reganata di seppie,provolina di bufala, frutta, profiterol
    Giovedi:Brasciole di Mortadella,verdure grigliate miste, melone, gelato
    Venerdi:troccoli allo scoglio,salone arrosto e polipo marinato,lingotto al cioccolato,e visto che il sabato non si mangia,anche un limoncino.
    Bon apetit……………………………………………

    ovviamente scherzavo,ma in realta’, prima di aprire la bocca e dire chiacchiere al vento,guardiamo le cose attraverso tutti i punti di vista.Aiuterebbe tutti

  • Non si possono dare in mano a dei bambini forchette e coltelli in metallo .
    Ci vuole un attimo perché succeda qualcosa di molto spiacevole….
    Gli insegnanti non possono avere mille occhi e mille braccia.
    le posate possono essere anche sterilizzare ma il trasporto e il passamano che avviene dopo , credo che non sia dei più igienici….
    Ancora non voglio mettere in discussione la qualità del cibo perché non è di mia competenza, ma non credo che un piatto di lasagne possa essere considerato pranzo come pranzo completo per non parlare di quei bimbi che che non mangiano tale pasto , e non avendo un secondo e un panino vuoto sono rimasti a digiuno…
    Nelle nostre case , quando la moglie , la mamma, cucinano la lasagne , mangiate solo quella?

  • Eh si Ciccillo, 2 insegnanti non possono avere 20 occhi e 20 braccia farsi o far male ad un bimbo ci vuole un attimo…
    Poi nessuno ha detto che i pranzi devono essere come in modo ironico hai elencato…
    Ma non si può neanche dare hai bambini riso in bianco o il solo piatto di lasagna….
    Sarebbe meglio dare un piatto più semplice ma con un secondo e un contorno ( piatti semplici non vogliamo il ristorante a scuola)…
    Evidentemente non hai figli che usufruiscono della mensa ..
    Dopo una giornata di scuola vai prendere tuo figlio a scuola, e vieni a sapere che è a digiuno ……..
    Si parla perché non si è coinvolti…


  • mammepremurosequandodiconoloro

    Bravo a Ciccillo!! Ha detto tutto…


  • sesso e pastorozia

    condivido..quanto già detto ciccillo
    e sinceramente il menu…..potrebbe sembrare povero dietetico… ma lo vedo salutare…magari mangerebbe mia figlia un terzo di quelle verdure….
    io come genitore mi intenerisco quando non mangiano a casa..e cerco di accontentarli…sbagliando
    credo che questo tipo di pensa più che dietetica sia educativa
    proviamoci
    tornare indietro si può sempre fare….
    ma se i bambini l accettano sarà una grande conquista…


  • mammepremurosequandodiconoloro

    Ma perche’ le posate di plastica non possono essere lo stesso pericolose?Ma smettetela…dovete parlare per forza e trovare sempre qualcosa che non va…Unico modo per evitare pericoli sarebbe far mangiare i bambini con le mani.Proponete per l’anno prossimo, visto che l’anno scorso si criticavano le posate di plastica pericolose perche’ si rompevano…non lo capiro’ mai questo paese ed i suoi abitanti.


  • Giosuè

    ciccillo …..hai detto tutto…
    ……


  • antonella

    Ma dai, assessore varrecchia, ora le sta acuore la mensa per i bambini, guarda tu cosa fanno le primarie associate alle votazioni, fanno accadere il miracolo, ora al comune hanno a cuore la cucina per i bambini, e’ proprio vero che i santi tarlati escono alla processione della santa patrona sipontina, …..mado mo m strazz u cor.


  • Amico di Varrecchia

    Ma fai ancora l assessore? E con quali competenze??? Tra un po’ hai finito e devi cercarti un lavoro ma non avrai problemi… In questo paese di raccomandati i tipi come te che non capiscono nulla vanno avanti


  • Lia

    Caro ciccillo mi sa che lei ha esagerato un po’troppo…. volevo vedere se al posto dei nostri figli c’erano i suoi (sempre se li ha) non stiamo sindacando il menù anche perché i bambini il cibo che lei stesso ha proposto nel suo nuovo menù molto spiritoso lo mangiano a casa loro non penso che aspettano di mangiarlo in mensa….qui si parla di un solo pasto perché ci sono bambini che al mattino non fanno colazione e nemmeno merenda perché le insegnanti lo impediscono quindi si aspetta il momento del pranzo con ansia; noi paghiamo ….se hanno deciso così andrebbe dimezzato il costo del ticket. …la prossima volta eviti di esprimere giudizi su persone che nemmeno conosci ….si vergogni qui si parla di bambini no di matricole….


  • Amico anche se non sembra

    Assessore Lei ha una bella mente, sarebbe ancora più bella se fosse indipendente! Purtroppo le ragioni di partito non ti mostrano al meglio delle tue potenzialità. 😉


  • lis

    Vergonati ciccillo si vede che non hai figli …i bambini le cose buone le mangiano a casa e no all’asilo , stiamo sindacando la quantità del cibo soprattutto se si pensa a bambini che non fanno colazione e nemmeno merenda perché gli è vietata poi non ingeriscono nulla dimmi tu??? Queste battute ironiche potevi risparmiarle mache credi che i bambini sono matricole? Cosa pensi che siamo donne cavernicole…ma va’ arrampicatori sociali. ..


  • Una mamma Molto coinvolta!!!

    Ciccillo non e’ il caso di puerili ironie… matteo e’ la voce da seguire!!! Quanto alla mia : 1) posate in metallo…ok ma PICCOLE! e non sfuse date tutte alla maestra, incartiamole con il loro tovagliolo…in qualunque pizzeria ormai fanno cosi;
    2) piatto unico… no, utenza numerosa troppi gusti da conciliare, sono bimbi non vecchi canuti… pasta in bianco: cos’e’ una punizione?….su miglioriamo!!!! Basta poco, un semplice venirsi in contro, senza urlare o prendere puntigli…semplicemente tra persone civili!!!!


  • ciccillo

    Dopo solo quattro giorni,abbiamo messo in discussione, i ruoli dei nutrizionisti,non abbiamo tenuto conto della mutata gestione dell’appalto,dell’innovazione,e sopratutto del rispetto del dialogo e del vivere civile.
    Siamo stati capaci di inserire nel contesto ,che non centra nulla, La politica,lo stato sociale,l’incomprensione, e in due risposte, diverse, ma uguali,La rabbia.
    Credo che tutto cio’ possa egregiamente bastare,perche’ alla fine,come dicevo, nel mio provocatorio commento,e’ venuto ancora una volta a mancare il dialogo,la capacita’ di fare e non di disfare,Io ho due figli,maggiorenni, non so’ ancora a tutt’oggi se li ho cresciuti e se ancora li sto’ crescendo bene,ma so’ per certa una cosa; che quando affrontavo problemi che li rigurdavano, con chiunque fosse pensavo a loro e frenavo la mia rabbia,la mia frustrazione,sentivo di fare loro del bene. Mi devi vergognare per quello che ho scritto?, Si,se serve a tacitare qualche cosicenza.

    Non e’ la letteratura ne’ il vasto sapere che fa l’uomo, ma la sua educazione alla vita reale. Che importanza avrebbe che noi fossimo arche di scienza, se poi non sapessimo vivere in fraternita’ con il nostro prossimo?
    Gandhi.


  • filippo

    brava all assessore varrecchia a trovarsi subito un posto di lavoro come assessore ……. veramente brava,,,,non e da tutti


  • MATTEO

    Sig. Varrecchia, lei conosce molto bene il progetto tecnico offerto dalla Cir Food,(nel caso lo puo’ chiedere alla Dott.ssa Ciuffreda)..

    elenco solo qualche punto di quello offerto nelle 150 pagine:
    1- siamo certi che tutta quella gente presente nel capitolato di gara é stata assunta?
    2-i menù offerti corrispondono a quelli del progetto?
    3-i mezzi di trasporto sono elettrici come quelli offerti?
    4-sono 5 i mezzi(marca porter)ELETTRICI?(oltre a 1maxi ducato a metano , 1porter di scorta .
    5-per il servizio anziani il porter dov’ è ?
    6-l’ autista per il servizio anziani è un nuovo assunto o un dipendente gia’ in carico alla cir food inserito nell’organico dell’ospedale?
    7-per il trasporto si usano i polobox wap (con insufflazione di vapore)? non credo.
    8- non parliamo del nuovo metodo di acquisto buoni, questo lo spieghi lei assessora.
    Meglio fermarmi qua’ , c’è molto altro d’aggiungere, ognuno si prenda le sue responsabilità.
    Assessora invece di litigare sulle .assunzioni fatte dalla cir, VIGILATE E FATE RISPETTARE Il CONTRATTo, sapete bene che cir in queste cose è abituata (vedi appalto ospedale), cmq se non vigilate voi, saremo noi genitori della commissione mensa che forse si costituirà (chissa quando),…….
    Voglio vedere con 4 euro cosa farà.
    Alla prossima puntata.
    Se il buongiorno si vede dal mattino…….


  • agnese

    Sì parla tanto di sana alimentazione e cibi dietetici. Ma… vi sembra salutare far mangiare a bambini, a partire da 2 anni e mezzo, pasta al burro o mortadella?
    Quante di noi mamme sarebbero così incoscienti da dare ai propri ‘cucciolotti’ , cose simili?
    Se proprio vogliamo cambiare cibo o farli mangiare in bianco, diamo loro un bel piatto di pasta e formaggino , che credo .sia meno dannoso e sicuramente piacerà di più.
    Spero che queste osservazioni giuste o sbagliate che siano, vengano prese in considerazione da chi è di dovere

  • Io ne ho 2 di figli che mangiano….pago quindi 2 quote….e se permettete far capitare 4 volte in un mese pasta bianca bollita con l’ odore del parmiggiano e per ben 3 volte un solo piatto unico…..io lo trovo assurdo……trovate al più presto una soluzione che possa accontentare tutti, soprattutto I bambini……..ps. e mi raccomando sistemate anche la puntualità…..non può arrivare il pranzo alle 13.30


  • sara

    Io credo da mamma che ha due figli che mangiano a mensa e che fortunatamente mangiano tutto, che il problema non sussista più di tanto sulle posate in acciaio o plastica quanto piu’ che sono state trovate posate sporche. E qui cone la mettiamo? Se dite che le norme igieniche vengono rispettare, come spiegate questi episodi? Iscriviamo i nostri figli al tempo prolungato quasi tuttiper raragioni lavorative ( altrimenti li terremmo caramente con noi) per avere un servizio che ci inizia abbondantemente ad anno scolastico inoltrato solamente perché il comune non riesce a trovare accordi con le ditte appaltatrici, eppure i genitori pagano. Oppure ci sono ancora i furbetti? Se non siete in grado di poter garantire tale servizio, non vi impelagate in progetti in cui non sapete cosa sia la competenza


  • Raffafi

    Sono d’accordo con ciccillo….a Matteo e a tutte le mamme super ansiose…. conoscete il metodo Montessoriano…strapagato in America e qui in Italia bistrattato….Maria Montessori una grande pedagogista italiana che faceva usare nei suoi asili piatti di ceramica,bicchieri di vetro infrangibili e posate in acciaio….così il bambino ottiene pienamente il riconoscimento della propria raggiunta responsabilità cioè DIVENTA PIÙ AUTONOMO


  • vittoria

    Scusatemi ,sono una mamma di una bimba celiaca. ho notato che la bimba mangia una pasta completamente diversa, come per esempio hanno portato gli gnocchi e per i celiaci le pennette. adesso mi chiedo facciamo tanto per non rendere i nostri bambini diversi dal resto e poi proprio a scuola in un ambiente di educazione a 360° mi si facciano discriminazioni simili . scusate ma non lo ammetto!!! per i celiaci dovrebbe esserci un pasto uguale a quello per tutti ma adeguato alla celiachia. spero che l’assessore Antonella Varrecchia legga il mio commento e prenda presto dei provvedimenti al riguardo…


  • mario

    X Ciccillo: qui Gandhi non serve. E’ piu’ importante discutere del problema che non e’ da sottovalutare ironicamente. Se si vuole la scuola a tempo pieno, giustamente con la mensa per i bambini, se ci sono problemi di costi o tagli di spese per mancanza di fondi, non bisogna scaricarli sui piccoli studenti innocenti, ma su quei ..che non sanno gestirla. A questo punto, consiglierei ai genitori di rifiutare il turno a tempo pieno scolastico, saltando la mensa, e ritornare al vecchio orario scolastico. Carissimo Assessore, quei pasti distribuiti e unica porzione di lasagne, senza un panino e un frutto, non viene dato nemmeno ai DETENUTI , che non partecipano alle spese di mensa, anzi tutt’altro, se i nostri figli sono inferiori a qu:est’ ultimi, allora e’ meglio che si faccia da parte, perché questo e’l’unico settore, pur trattandosi di mensa,


  • mario

    scusate, continuo il messaggio precedente:

    dove i nostri amati politici non possono MANGIARE. Se nel caso continua tale schifezza, a mio figlio saro’ costretto a far completare il pranzo con qualcosa che si portera’ da casa. In attesa di una risposta diretta del nostro amato ASSESSORE.


  • Barbara

    Le linee guida regionali stabiliscono si il piatto unico ( es.pizza o lasagna una volta a settimana) ma anche che sia accompagnato sempre da una porzione di verdura, dal pane e dalla frutta. Basta leggere e chiedere alla ditta che si è aggiudicata il servizio di ristorazione di applicare alla lettera le linee guida sull’alimentazione.


  • matteo

    Sembra proprio che quest’ anno con la scusa di dare una nutrizione equilibrata ,si punta solo ed esclusivamente al risparmio ……


  • Altamar

    A tutti i genitori dei bambini posso solo consigliare di verificare entro la fine del mese di Novembre se qualcosa è migliorato, diversamente consiglio vivamente di non rinnovare il tributo della mensa per i prossimi mesi.
    Così vediamo come se la sbrigano tra l’assessore e il vincitore dell’appalto senza il vostro contributo.
    P.S. Sarei curioso di vedere se ci fosse una mensa per i dipendenti comunali quale sarebbe il menù, a proposito… i ticket buoni mensa che percepiscono ha la stessa dieta per i bambini?


  • Olly

    io ho letto il menù delle 5 settimane di mia figlia… scuola dell’infanzia… non ho parole… qualunque sia il pasto, un panino di pochi grammi e un frutto devono essere sempre presenti; vogliamo parlare del fatto che venga dato in una sola volta pasta, burro, parmigiano e spezzatino di suino… e in un altro un quadratino di lasagna e basta? ma il bilanciamento di nutrienti? ne volte un’altra… minestra di fagioli ( che è nutrizionalmente completa al pari della lasagna) è accoppiata con frittata al prosciutto e contorno…vorrei tanto sapere chi è questo esperto…e la limanda… un pesce più scadente non lo potevano utilizzare… la mortadella…uno dei salumi più grassi che ci siano…salutari…una curiosità ma cosa intendono con insalata mista invernale? cmq tranne alcuni giorni, il cui menù va bene, non ritengo che si possa parlare di “equilibrata somministrazione dei nutrienti”…


  • anna

    Lasagna come pasto unico: 5 strati di pastaccia e dentro assolutamente nulla! Il riso freddo e asciutto nemmeno riuscivano ad ingoiarlo! Vergogna questa non è dieta equilibrata questo è vile risparmio a discapito di chi paga 3 euro al giorno


  • giusi

    Non ho letto tutti i commenti , voglio aggiungere apparte al misero piatto di lasagna, ed alle posate in metallo, non mi venissero a dire che le maestre riescono a vigilare , evitando incidenti, X che ho sorpreso personalmente mio figlio ( che non l ho trovato in classe ) a fare i propri bisogni in bagno. Sotto di lui quando mi sono avvicinato x pulirlo , c erano un casino di pipi stagionale . E x il nervoso non avendone colpa il bambino ,gli ho dato un ceffone , dicendogli : ma in somma ti vai a sedere su questo porcile ? Allora non mi dite che chi di competenza riuscirà a vigilare .


  • antonio

    ciccillo vatt cuk !!!!!!


  • Luciana

    Io ho due bimbe che usufruiscono della mensa ormai da cinque anni ed mai avevo visto un menù così. ..quest’anno si nascondono dietro le direttive regional e la dieta equilibrata. Ma lo era anche quella dell’altro anno! !!! Quest’anno la vedo solo all’insegna del risparmio! Al bando lasagne e pasta al forno e servite pasti semplici e completi : primo secondo contorno frutta e pane. …..le lasagne le prepara la mamma la domenica!


  • Matteo

    Caro Matteo non credo che tu siamo interessato al buon funzionamento del servizio di refezione scolastica. Piuttosto non ti rassegni che la gara é stata assegnata a chi se lo meritava!!! Chi non é soddisfatto tenga i bambini a casa.


  • schizzo

    Cari signori e caro ciccillo qua non parliamo di cosa mangiano i bambini ma di come lo cucinano il cibo fa proprio pieta e compassione che neanche il mio gatto riuscirebbe a mangiare. E poi prima di parlare perche non lo assaggiate quella schifezza ma chi cavolo cucina quella merda, assessore lunedi prox la invito a pranzo vuol venire? andiamo a mangiare a scuola. Che schifo usate il bimbi per cucinare o leggete un libro di cucina vergognatevi.

  • Mio figlio continua a msngiare pasta al burro e findusini .Non pago piú la retta fino a quando non cambiano il menú e voglio il nome del pediatra o di unesperto di nutrizione alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi