Manfredonia
VOTANTI ORE 18: 17.501

Manfredonia, referendum su deposito gpl. Alle 18 affluenza 35,59%

Le principali video interviste, le modalità di voto, gli interventi, la documentazione

Di:

Manfredonia. Referendum Consultivo Comunale del 13 novembre 2016
Quesito: “Ai fini della tutela di interessi fondamentali della comunità, volete voi che il Comune di Manfredonia si esprima a favore della realizzazione, sul proprio territorio, di un progetto di deposito costiero di GPL a rischio di incidente rilevante, presentato dalla società ENERGAS S.p.A., costituito da dodici serbatoi di capacità complessiva di 60.000 mc. e delle opere funzionalmente connesse?”

Referendum Consultivo Comunale del 13 novembre 2016

DATI
ISCRITTI MASCHI 24.365 – ISCRITTI FEMMINE 24.806 – AVENTI DIRITTO 49.171

VOTANTI ORE 18 > 17.501 – 35,59%

VOTANTI ORE 12 > 8.187 – 16,65%
affluescru

Manfredonia. DALL’INIZIALE proposta dell’Isosar al referendum consultivo: tutto sul progetto del deposito costiero di gpl dell’Energas SpA (ex Isosar) di Napoli: le principali video interviste, le modalità di voto, gli interventi, la documentazione. A cura della redazione di Stato Quotidiano.it

Deposito costiero GPL Energas a Manfredonia: focus progetto (DOCUMENTI)

Deposito gpl Energas, le conclusioni della Commissione regionale (DG)

Energas, Riccardi: “rispetto opinione Michele ma referendum non serve a nulla”

Comune Manfredonia: retromarcia Energas su causa per annullamento delibere Consiglio

Deposito gpl Energas a Manfredonia, nulla osta di fattibilità del CTR

Deposito gpl Energas, Comune Manfredonia si oppone al Decreto del MATTM

Manfredonia, Consiglio approva indizione referendum consultivo. Il quesito

Energas sceglie Lino Banfi per la nuova campagna televisiva

Albano in video “Deposito gpl a Manfredonia: sconcertante” (VIDEO)

Manfredonia, come si vota al referendum comunale del 13 novembre

VIDEO

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
12

Commenti


  • Manfredoniani popolo di pecore

    se dovesse essere questo il trend, con miserevole risultato dove nemmeno 1/3 degli aventi diritto è andato a votare significa che questa città merita di essere depredata e stuprata per i suoi abitanti ignoranti, beceri, e senza palle.
    Bravi manfredoniani, pensate a vestirvi per bene e andate a fare la passeggiata per il corso….leng bianc


  • Saverio

    Votate, andate a votare.E’un vostro diritto, ma sopratutto un vostro dovere.


  • LA CITTA' COMUNQUE VINCERA', MENTRE RICCARDI E I SUOI PERDERANNO

    MI FANNO RIDERE I POLITICI LOCALI… LO SANNO TUTTI CHE VINCERA’ IL “NO”… IL FRONTE DEL “SI” E’ PRATICAMENTE INESISTENTE. E NON E’ NEPPURE NECESSARIO SUPERARE PER FORZA IL 50% PER AFFERMARE CHE MANFREDONIA E’ CONTRO L’ENERGAS.
    MA I POLITICI LOCALI SONO IN DIFFICOLTA’, PERCHE’ SANNO CHE IN QUESTA VOTAZIONE SI STANNO GIOCANDO LA PROPRIA CREDIBILITA’. INFATTI, E’ IN DISCUSSIONE LA LORO STESSA CAPACITA’ DI DETERMINARE IL CONSENSO. PURTROPPO PER LORO, I MANFREDONIANI L’HANNO CAPITO E, PUR VOTANDO PER IL “NO”, NON ANDRANNO A VOTARE IN MASSA, DI MODO CHE POTRANNO DARE UN DOPPIO SIGNIFICATO A QUESTO VOTO: ESSERE CONTRARI ALL’INSEDIAMENTO DELL’ENERGAS, MA ANCHE ESSERE CONTRARI E NON SENTIRSI PIU’ RAPPRESENTATI DA QUESTA CLASSE POLITICA. RICCARDI SA CHE STA PER PERDERE LA SUA PARTITA PIU’ IMPORTANTE OVVERO QUELLA DI DIMOSTRARE DI ESSERE ANCORA CAPACE DI “GESTIRE” IL CONSENSO CITTADINO. PARTITA CHE SICURAMENTE QUESTA SERA PERDERA’, E CON LUI I SUOI ASSESSORI E CONSIGLIERI COMUNALI, COME DIMOSTRERANNO I RISULTATI DEL REFERENDUM. QUESTA CITTA’ NON VUOLE PIU’ ESSERE PRESA IN GIRO, NE’ DA ENERGAS NE’ DAI POLITICI. AD MAIORA!


  • Ciccill

    Manfredoniani popolo di pecore, il quorum aumenta tra le 19 e le 21


  • Gattino Diego

    Ma dove sono quelli di Forza Italia? Mi sembra di aver visto piu’ uomini e donne di Forza Italia attivarsi per andare a votare alle primarie per scegliere il candidato sindaco del PD che non ha questo referendum…

    Ma che sta succedendo a Manfredonia? Se fosse per i nostri politici (di entrambi gli schieramenti) nessuno avrebbe fatto e detto niente. Prima per la protesta contro la chiusura dell’Ospedale è stato solo grazie a un gruppo di donne se si è mosso qualcosa, e adesso ugualmente anche con Energas, è stato solo grazie a quelli della società civile. Ma se a Manfredonia non ci fossero state queste persone, cosa sarebbe accaduto? I nostri politici, a tutti i livelli e di tutti i colori, DORMONO O FANNO FINTA!

    RENDIAMOCENE CONTO!


  • Povera città una fine annunciata

    Io credo che le pecore sono quelle che sono andate a votare per il no. Purtroppo la popolazione per i no è gente che si è fatta infinocchiare dai politici che per puri scopi politici hanno fatto la campagna per il no e tutte le pecore dietro. Nessuno ha saputo ragionare con la propria testa, molti chiaramente non avendo competenze tecniche si sono fidati di politici e pseudo ingegneri che hanno detto che l’energas è un impianto pericoloso per la città di Manfredonia sia dal punto di vista della sicurezza che dal punto di vista ambientale. Perché quelli del no, non hanno voluto fare un confronto tecnico pubblico e confrontarsi sui dati scientifici? Purtroppo il livello di cultura dei Manfredoniani è molto basso, e gente furba (politici) ne approfittano. Ingegneri che dicono che i pesci bolliranno o congeleranno durante la fase di scarico del gas dalle navi, o che se ci sarà un incidente all’impianto verrà coinvolta la città di Manfredonia. Accostamenti di un deposito di gas all’impianto chimico dell’Enichem …… Chi ha fatto certe dichiarazioni o è ignorante, o l’ha fatto approfittando della ingenuità della maggioranza della popolazione. Ma attenzione non finisce qui, lo scopo principale di questa presa di posizione della politica è quella di distogliere l’attenzione della popolazione dalla vera bomba che verrà ad insediarsi nel comune di Manfredonia, gli immigrati. Con gli arrivi degli immigrati nei vari hotel di Manfredonia, si istituiranno cooperative per l’accoglienza nelle quali confluiranno i soliti delinquenti. Inoltre i politici del posto avranno il consenso della politica regionale e nazionale per riservarsi le poltrone a Roma.


  • Francesco

    Non dovevamo andare tutti a votare?!!!!
    Manfredoniani: prrrrrr
    Siamo dei ……


  • Alfredonia

    @ A te che non sei Manfredoniano.

    A te che non sei Manfredoniano, forse non arrivi a fare un ragionamento logico.
    Un referendum che ti raggiunga il 40 % dei votanti, e’ una percentuale abbastanza ALTA.
    Altri referendum, a livello nazionale, non hanno nemmeno raggiunto il 30%.
    La cosa importante sara’ l’esito finale dei si e dei NO, sperando che quest’ultimo raggiunga il 95%.
    Per quanto riguarda il popolo di pecore, ignoranti, beceri e senza palle, forse sara’ la tua TRIBU’ di appartenenza, considerato che ti nascondi nell’anonimato.
    Vai a rinfrescarti un po’ la memoria di quando doveva approdare la nave dei ” veleni ” cosa e’ successo a Manfredonia, e poi cerca di commentare.


  • cittadino no gpl

    Chi fa del disfattista sicuramente ha votato si!
    Mi auguro che i no saranno la maggioranza schiacciante a manfredonia ci sono interessi mostruosi della lobbies petrolifera ma anche di quella politica. I nostri NO sono un segnale verso tutti e due! Hanno provato a sabotare il referendum spargendo la voce ca “ste tutt fatt” e quindi farci il lavaggio al cervello di non andare a votare in quanto inutile! Vedremo! I nostri cari politici sono avvertiti!


  • Gianni Diego e Riccardino

    Anch’io ho visto più persone di Forza Italia andare a votare alle primarie del PD che a questo referendum… AH AH AH

    Come ho visto il PD muovere flotte di uomini e donne in quella occasione. Chissà perchè questa volta invece, al di là delle foto e dei bei video che molti politici locali si sono fatti su facebook, nessuno di loro ha fatto realmente campagna elettorale come quando ci sono state le primarie.
    Evidentemente allora avevano più interesse…
    Meno male che i Manfredoniani non sono più tanti fessi come una volta e stanno dimostrando oggi di non avere più fiducia nei politici di Manfredonia e di non credere più nella loro buona fede. Quello che è realmente successo con Energas l’hanno capito tutti. Tutti sanno quali sono stati i politici di centro destra e centro sinistra che sono stati a incontrare il presidente di Energas e poi hanno negato tutto. Manfredonia non vi perdonerà! Questo è solo l’antipasto!


  • Antonino

    A tutti quelli che ci definiscono PECORONI con il 52 per 💯, abbiamo dimostrato che i pecoroni e ignoranti sono loro, e che quando ci toccano il mare con le bellezze del nostro territorio, siamo Uniti, e capaci di andare oltre.


  • Albertino

    Visti i dati mi sembra evidente, al contrario di ciò che è stato detto in qualche post, che oltre al movimento della società civile il PD è sceso in campo, forse non tutto insieme ma i suoi grandi elettori, almeno quelli mossi da una coscienza civile, si sono dati da fare.
    La vittoria del no è netta e in quel 5% circa io penso che purtroppo ci sia anche buona parte di gente che magari pensava che il referendum chiedesse “vuoi togliere l’energas? ” e quindi ha risposto si, per cui quel 5 non sarebbe altro che un 2,5%.
    Complimenti ai manfredoniani!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati