Capitanata
"Le tariffe applicate non sono scaturite dalla somma della quota Fissa + quota Variabile"

Mignogna “A Biccari nessun errore sulla TARI”

"La tariffa, unica, è stata commisurata alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia delle attività svolte nonché al costo del servizio rifiuti"


Di:

Foggia. ”In merito alle notizie di stampa nazionali di questi giorni su possibili errori di calcolo della quota variabile della TARI sulle pertinenze delle abitazioni, si precisa che l’Amministrazione Comunale aveva deciso, fin dall’istituzione della TARI nel 2014, di avvalersi, nella determinazione della tariffa, dell’art. 1 comma 652 della Legge n. 147/2013 che prevedeva un sistema di calcolo della tariffa alternativo (2014 e 2015) rispetto al criterio di cui all’art. 1 comma 651 della stessa Legge e tale criterio è stato adottato fino al corrente anno 2017 (art. 1 comma 27 L. n. 208/2015).

Le tariffe applicate non sono scaturite dalla somma della quota Fissa + quota Variabile.

Pertanto, la tariffa, unica, è stata commisurata alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia delle attività svolte nonché al costo del servizio rifiuti”.

Lo dice in una nota il sindaco di Biccari, Gianfilippo Mignogna.

Redazione StatoQuotidiano.it

Mignogna “A Biccari nessun errore sulla TARI” ultima modifica: 2017-11-13T13:06:30+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Redazione

    ERRATA APPLICAZIONE DELLA TASSA RIFIUTI.
    MONTARULI (UNIBAT – CASAMBULANTI): “CONTINUA LA NOSTRA OPERA DI CONTESTAZIONE E REVISIONE. GIA’ DA MOLTI MESI I COMUNI PUGLIESI HANNO RICONOSCIUTO LE NOSTRE RAGIONI. ABBIAMO GIA’ OTTENUTO LA RETTIFICA DELLE RICHIESTE DI PAGAMENTO E PRESENTATO ISTANZA DI RIMBORSO/COMPENSAZIONE, CON INTERRUZIONE DEI TERMINI DI PRESCRIZIONE. QUESTO POMERIGGIO INCONTRERO’ IL SINDACO DI NOICATTARO”.

    L’errata applicazione della Tassa Rifiuti da parte di comuni pugliesi è diventato un terreno di battaglia che da mesi le Associazioni di Categoria UNIMPRESA e CasAmbulanti stanno portando avanti ottenendo dappertutto risultati positivi per la Categoria. Una minuziosa e certosina opera di approfondimento delle richieste di pagamento ha portato alla presentazione, a firma del redattore Savino Montaruli, delle istanze per la revisione delle somme pretese dai comuni, con conseguente richiesta di rimborso e/o compensazione e comunicazione di interruzione dei termini di prescrizione. Sono state centinaia le richieste inviate a comuni quali, ad esempio, quello di Ruvo di Puglia, Mola di Bari, Conversano ed altri che hanno recepito le rimostranze certificate delle due Associazioni di Categoria ed hanno già proceduto con la revisione delle somme richieste, riducendole finanche di oltre un quarto rispetto a quelle precedenti.
    Un’azione pressante così definita dallo stesso promotore delle iniziative pugliesi, Savino Montaruli di UNIMPRESA e CasAmbulanti, il quale ha aggiunto: “questo pomeriggio, alle 17,00, incontrerò il Sindaco del comune di Noicattaro, laddove abbiamo presentato la medesima istanza che ci ha visti uscire vincitori in tutti i ricorsi che abbiamo vinto contro i comuni soccombenti i quali hanno dovuto predisporre la restituzione delle somme illegittimamente incassate in eccedenza, anche per gli anni pregressi, compresa la revisione delle somme richieste per l’anno in corso. Una battaglia durissima che ha visto prevalere le nostre ragioni facendo risparmiare alla Categoria, che ne ha beneficiato a costo zero, ingenti somme in un momento di crisi drammatico.”

    Andria, 13 novembre 2017 Ufficio di Presidenza UNIBAT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi