Casi e Sentenze

Al via, da fine dicembre 2012, le “Quote rosa”

Di:

Rosa Cicolella, presidentessa Commissione regionale Pari Opportunità (ST)

Foggia – ENTRA finalmente in vigore, dal 26 dicembre prossimo, il tanto contestato obbligo di “quote rosa” nelle giunte, nei consigli comunali e nei consigli regionali: la riforma (legge n. 215/2012, pubblicata sulla Gazz. Uff. n. 288/12) mira a promuovere la parità tra donne e uomini nell’accesso alle cariche elettive e ai pubblici uffici degli enti territoriali.

Disprezzate o amate , discriminatorie o meno, comunque se ne parla sempre: le quote rosa sono ormai entrate nel gergo comune del cittadino e dovrebbero rappresentare il raggiungimento di quella uguaglianza sostanziale prevista dalla Costituzione. Lo Stato si impegna a rimuovere gli ostacoli che impediscono la realizzazione di una perfetta parità tra i sessi, e lo ha fatto – in futuro si vedrà se bene o male – con questa riforma!

La nuova legge si applica alle elezioni dei consigli comunali con popolazione superiore ai 5 mila abitanti. In particolare, vengono previste due misure rilevanti:
a) una quota di lista, in virtù della quale nessuno dei due sessi può essere rappresentato nelle liste in misura superiore ai due terzi dei candidati;
b) la cosiddetta “doppia preferenza di genere”, cioè la possibilità di esprimere due voti per i candidati a consigliere comunale: una per un candidato di sesso maschile e l’altra per un candidato di sesso femminile della stessa lista. In caso di mancato rispetto della disposizione, c’è l’annullamento della seconda preferenza.

Per quanto riguarda le giunte e i consigli regionali, non vengono definite misure prestabilite, ma è previsto l’obbligo secondo cui l’atto di nomina o la legge elettorale regionale debbano garantire la presenza di entrambi i sessi.

Altre disposizioni sono state previste,infine,per l’accesso al lavoro nelle pubbliche amministrazioni.

(A cura dell’Avv. Eugenio Gargiulo)

Vota questo articolo:
0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli correlati