CronacaManfredonia

Capitaneria Manfredonia, abusivismo, sequestro 3 tonnellate prodotti ittici

Di:

Pesca, prodotti ittici (ST)

Manfredonia – NELL’AMBITO dell’operazione complessa su scala nazionale denominata “Clear Label”, disposta dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e finalizzata a garantire, nell’imminenza delle festività natalizie, la tracciabilità (etichettatura e rintracciabilità) dei prodotti della pesca, commercializzati all’ingrosso ed al dettaglio nella città sipontina e nell’intero hinterland di Foggia, i militari del Nucleo di Polizia Giudiziaria della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Manfredonia, diretti dal Comandante Marcello Notaro, congiuntamente al Servizio Veterinario dell’ASL Foggia e agli altri corpi/amministrazioni per quanto di propria specifica competenza, operanti da sempre nell’ambito di una collaudata collaborazione istituzionale, hanno posto sotto sequestro oltre 3 tonnellate di prodotti ittici, perchè privi dei requisiti di tracciabilità o perché commercializzati in assenza dei requisiti minimi igienico-sanitari, il tutto per un valore commerciale stimato, nella vendita al dettaglio, di quasi 30.000 euro.

Nel complesso, gli illeciti amministrativi accertati sono stati 25 (venticinque), tra i casi più frequenti la vendita di prodotti ittici privi di regolare etichettatura e le violazioni delle norme sulla rintracciabilità. Oltre 20.000 euro l’importo delle sanzioni amministrative pecuniarie comminate, la cui definizione è demandata per legge al Servizio contenzioso della Regione Puglia che, nel solco di un sinergico rapporto di collaborazione istituzionale con la Guardia Costiera, sta procedendo all’adozione dei relativi procedimenti amministrativi.

Le attività operative, iniziate il 2 dicembre scorso e mirate soprattutto al controllo delle piattaforme logistiche di distribuzione e delle merci d’importazione per via marittima, al fine di prevenire “alla fonte” l’immissione nel circuito commerciale di alimenti non sicuri, nel complesso hanno portato al sequestro amministrativo di prodotti del tutto privi delle informazioni obbligatorie necessarie ai fini di assicurarne la rintracciabilità, ovvero la provenienza e le caratteristiche alimentari. Altresì è doveroso ricordare il contrasto al fenomeno dell’ambulantato abusivo lungo le arterie cittadine di Manfredonia e Cagnano Varano, con due quintali di prodotto ittico posto sotto sequestro, e la scoperta di una pescheria abusiva prontamente sanzionata e chiusa con provvedimento dell’ASL Foggia.

Le attività di controllo proseguiranno anche nei prossimi giorni allo scopo di garantire che, a tutela del fondamentale diritto alla salute, sulle tavole dei consumatori, non solo pugliesi, giungano prodotti della pesca tracciati e sicuri.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • truffedannisalute

    Si vende pesce rubato, senza licenze per vendere prodotti alimentari anche da pregiudicati…


  • ciro

    bravi continuate cosi’ prima che questi commercianti ci avvelenano.


  • tony

    O.K. per il sequestro del pesce e per la chiusura della pescheria abusiva,ma qual è la pescheria e chi sono i commercianti?
    a saperlo la gente non va a comperare. A
    peoposito la vendita del novellame(bianchetto) è autorizzata o no?


  • antonio laselva

    Meno male che ci sono loro, perchè altrimenti la strada sarebbe piena di abusivi. apprezzate il coraggio di quelli che rischiano la propria incolumità e ci mettono la faccia. parlate parlate ma qui nessuno di voi ha manco il coraggio di incrociarli con lo sguardo…figuriamoci a toglierli il pesce. Grandi Guarda Coste! continuate così


  • sabrina

    io vedo che gli abusivi in barba a tutti i divieti vendono alla luce del sole sul ciglio della strada il “bianchetto” che è vietano.

    lo sapete cosa diceva il tizio che vendeva tale novellame per attirare l’attenzione dei passanti? “signora vuole un po d contrabbando?”


  • ansiodevita2974@hotmail.it

    Bravi Tutti professori dietro al conputer!! Oggi come si fa a tirare avanti una famiglia?!A gia :scusate: parlo a un gruppo di ricconi!! Vi ricordate gl’anni ottanta?dove vendevano i pesci i nostri antenati?!Oggi siamo diventati troppo schizzinosi….. pensiamo le frasi,le chiacchiere morte!!!!Aprite gl’occhi che la popolazione Italiana sta morendo a poco a poco!!! mentre quello che non vedete, o meglio dire?! non volete vedere! è che i nostri grandi sotterano scorie nucleare nella nostra terra!! LI TUTTO OK!!!! Bravi …


  • paolucc

    evviva la guardia costiers italiana


  • Drittopedritto

    Ansiodevita2974,
    allora facciamo le regole e buttiamole nel cesso…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi