FoggiaManfredonia

Gentile: Manfredonia, San Severo, Cerignola: ospedali aperti di notte

Di:

L'assessore Elena Gentile (st@)

Foggia – SAN Severo, Manfredonia e Cerignola. Negli ospedali di queste città’ ha preso il via il programma messo a punto dal’ assessorato al Welfare per l’ abbattimento delle liste di attesa nei reparti e nelle unita’ operative dei presidi ospedalieri di queste città’. Al dila’ delle previsioni l’ adesione degli operatori sanitari, tecnici e personale del comparto. I pazienti ed i loro famigliari hanno risposto positivamente alla iniziativa.

L’ organizzazione del lavoro nelle divisioni e nelle unita’ operative di radiologia nelle ore serali e nei giorni festivi non confligge con l’ assistenza ai pazienti ricoverati e alla gestione delle emergenze urgenze. Nelle prossime settimane toccherà agli altri territori . Tutte le ASL di Puglia stanno allestendo la programmazione e l’ articolazione delle aperture straordinarie degli ospedali. siamo certi, dichiara l’assessore Gentile, che dopo aver investito risorse importanti nel potenziamento della rete delle nuove tecnologie, entro la fine del mese di Gennaio tutti gli ospedali di Puglia concorreranno a raggiungere l’ obbiettivo che la giunta regionale ha inteso proporre ai manager delle Aziende sanitarie : rendere esigibile il diritto di migliaia di cittadini ad una diagnosi ottenuta in tempi rapidi nelle strutture pubbliche.

(Comunicato stampa, segreteria assessore Elena Gentile)



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • menomonsisognori

    Aumentare e rispettare i turni, fare meno i monsignori, per i medici, e lasciare disoccupato chi fa il furbo può salvare la chiusura dell’ospedale che deve avere copertura di notte e anche nei festivi, esistono i turni apposta. Altrimenti cambio personale

  • Non mi aspettavo questa svolta positiva nel governo della sanità pugliese, non mi aspettavo una accelerazione così veloce dalla manifestazione di volontà alla realizzazione della apertura prolungata degli ospedali foggiani al fine di abbattere le liste di attesa.
    Ora bisogna abbattere ed eliminare le resistenze interne e garantire continuità a questo nuovo servizio sanitario.
    Chapeau!
    Gustavo Gesualdo


  • Maria

    Quante cavolate. Oggi sono andata al cup per prenotare una visita cardiologica per mio padre. Ho dovoto fare circa quattro ore di fila e poi la signora molto gentile devo dire mi ha detto ho la fai privatamente 90€ e aspetti qualche settimana o i tempi sono bibblici. Quando gli ho detto che potevo andare anche alle undici di sera mi ha guardato e deriso-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi