Manfredonia

San Camillo, Lucia a Gentile: assessore riattivi vecchi reparti, lasci stare i nuovi

Di:

San Camillo, Lucia a Gentile: assessore riattivi vecchi reparti, lasci stare i nuovi (immagine protesta)

Manfredonia – “CARA assessore Elena Gentile, pensi a riattivare servizi e reparti già attivi – che funzionavano benissimo – prima di aprire nuove strutture”. E’ la risposta della signora Lucia di Manfredonia – che con altre due cittadine sta portando avanti una ‘stoica’ protesta e raccolta firme pro ospedale San Camillo – all’assessore alla sanità regionale Gentile. Come risaputo, al grido “riprendiamoci il nostro ospedale” alcune cittadine hanno allestito dei cartelloni ed un banchetto in Piazza del Popolo, protestando in primis contro la dismissione dei reparti di ginecologia, ostetricia e pediatria, oltre alla presenza ad oggi di “solo 3 primari per 12 strutture”. E’ una vergogna”, avevano detto a Stato le cittadine “per un semplice parto bisognerà andare altrove. L’Ospedale San Camillo è di tutti”.

LA DISMISSIONE DEI REPARTI. Come risaputo, dalle ore 24,00 del 27 marzo 2013 il Punto Nascita dello SO San Camillo di Manfredonia è stato dismesso, come previsto nel Piano di rientro e di riqualificazione del Sistema Regionale 2010/2012; in seguito la Direzione strategica ha stabilito di destinare gli spazi occupati dall’U.O. di Ostetricia e Ginecologia alla lungodegenza e alla riabilitazione; la dismissione del Punto Nascita era stata seguita dalla sospensione dei ricoveri nel reparto di Pediatria dello SO San Camillo.

Finora raccolte “5 mila firme”, dice Lucia, con iniziativa che andrà avanti “almeno fino al 23 gennaio 2014”, dopo il rinnovo del permesso “gentilmente stabilito dal sindaco Riccardi” per l’occupazione del suolo pubblico in Piazza.

GENTILE: FINIAMOLA DI ALIMENTARE INUTILI POLEMICHE. “Ma che dite, finiamola di alimentare inutili polemiche. L’ospedale di Manfredonia è un nodo della rete dell’offerta sanitaria del territorio”, ha detto l’assessore Gentile in una intervista relativamente alla protesta spontanea di Manfredonia. “ Non è mai stato messo in discussione e in questi ultimi mesi abbiamo lavorato per prevedere in quel contenitore un’offerta di servizi che l’intera azienda territoriale non dispone. Penso alla neuropsichiatria infantile, alla medicina dell’adolescenza che in Capitanata e nell’intera regione non esistono da nessuna parte. Non solo un ospedale canonico a Manfredonia, ma una struttura in grado di offrire servizi diversificati indirizzati a quel tipo di utenza che oggi trova risposte solo oltre la Puglia”.

LA REPLICA DI LUCIA. “Cara assessore Gentile – la replica di Lucia – lei mi sta dicendo che tutto verrà ridotto in una struttura di neuropsichiatria infantile, ricordando che i nostri figli – fino a quando ci avete dato la possibilità – di partorire al San Camillo – erano per lo più sani; i nostri figli cara signora Gentile dove andranno quando si ammaleranno, visto l’attuale situazione del nostro pronto soccorso; qualora i nostri figli si ammalassero, se avremo tempo, riusciremo a portarli a San Giovanni o Foggia, con strutture che distano almeno 20/30 minuti d’auto; il tutto se avremo modo di aiutarli, in caso contrario si potrebbe assistere ad una tragedia; le consiglio, cara assessore Gentile, di spendere le sue forze per riattivare reparti che già funzionavano ottimamente invece di nuove strutture; a tal riguardo le chiedo: visto che lei mi sta dicendo che le forze economiche dalla Regione non ci saranno perché non ci dovrebbero essere problemi per aprire nuovi reparti?.

Focus, Piano di rientro: da ginecologia a lungodegenza; no pediatria

Lettera Manfrini: primari ospedale? A Manfredonia 3 su 12 strutture

VIDEO

g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
66

Commenti


  • forza signora lucia

    andiamo avanti a che ci serve una lungodegenza?! se non sbaglio c’è già al S. michele!


  • ciro

    Io ho firmato e tu cosa aspetti


  • Il Capitano

    Io ho firmato.Mi rende orgoglioso notare il grande impegno delle nostre concittadine Sipontine.Forse un impegno di massa porterebbe un risultato positivo.


  • Non mi fido, sento puzza di strumentalizzazione...

    Non lo so, ma è un fatto a pelle…

    Non mi fido di queste due, sento puzza di strumentalizzazione da parte di qualcuno che può avercela con la Gentile (attuale assessore alla Sanità molto vicina all’ex assessore D’Ambrosio prima grande amico del sindaco, adesso non più).

    Ricordo che la Gentile ultimamente si sarebbe ache contrapposta all’eventuale nomina di paolo campo a commissario regionale per la gestione dell’emergenze idrogeologiche.

    Sapete perchè?

    Perchè con loro ci ho parlato già tre volte, in occasioni diverse, e chiedendogli ogni volta i motivi della protesta, per tre volte mia hanno raccontato storie differenti.

    La prima volta la sig.ra Lucia (che tra l’altro non mi pare abbia vissuto qui negli ultimi anni, ma a San Giovanni Rotondo!) mi ha raccontato che lo stava facendo perchè aveva avuto una esperienza negativa nell’ospedale con suo figlio di quattro anni…

    La seconda mi ha raccontato una storia simile a quella precedente però questa volta il bambino in questione diventava una bambina e non era più suo figlio ma una sua nipote…

    La terza mi ha invece raccontato (non menzionando più nè il bambino nè la bambina e nè le presunte negligenze mediche di cui sosteneva essere stata vittima) di essere una rappresentante di una pseudo associazione di volontariato e che si è sempre occupata di questioni del genere…

    Poi le ho detto ma a che serve fare ora questa protesta (tra l’altro badate bene più di facciata che di sostanza visto che le firme vengono raccolte senza identificazione con menzione del numero del documento personale !) quando ormai i reparti sono stati già chiusi?! NON E’ COME CHIUDERE IL RECINTO DOPO CHE I BUOI SONO FUGGITI?! Silenzio, non ha detto niente, poi ci deve aver pensato su e mi fa: ” Ma adesso vogliono chiudere anche il reparto di pronto soccorso !!!” Ed io a lei: “E chi te l’avrebbe detta questa cosa??? Perchè a me non risulta minimamente… Se non è fondata, come credo che non lo sia, rischi di rendenrti responsabile di una sorta di procurato allarme ingiustificato, fà attenzione!!! E Lei: “Ma io ho parlato con il Sindaco Riccardi prima di cominciare questa cosa qua…” Ed io in mente a me: “AHHHH, adesso mi è tutto più chiaro”. Mi sono girato e me ne sono andato…

    Ecco perchè dico (ma è un mio convincimento personale, premetto) non sono convinto della spontaneità di questa raccolta firme

  • tutto quello che ha detto”NON MI FIDO SENTO PUZZA DI STRUMENTALIZZAZIONE” forse anche secondo me non è tanto sbagliato..


  • Vigoli Dino

    Questo è quello che sta succedendo nella nostra città. La politica locale ci ha provato,(lodevolmente) ma l’appartenenza di bandiera di alcuni politici ci ha portato a scarsi risultati. Avevamo bisogno di più coesione e partecipazione attiva dei cittadini. Cosa c’è di meglio di questa occasione per verificare se c’è quella coesione che ci è mancata? Una coesione sociale e politica del territorio per un problema oramai, assuefatto e archiviato nella sezione “un problema in meno”.
    i Sipontini a 5 Stelle appoggiano tutte le forze sociali e politiche che aderiranno all’iniziativa di queste due donne.
    L’assessore alla salute Tommaso Fiore, grazie al piano di riorganizzazione degli ospedali nella nostra regione, ha previsto prima un declassamento del nostro ospedale per poi una chiusura sistematica di alcuni reparti,anche, grazie a una serie di interventi della Regione Puglia e del ASL FG dal 2010/2013, di cui una di questa: non confermando il contratto di alcuni primari e dottori necessari per il buon funzionamento dei reparti , oggi avvallati dall’assessore alla salute Elena Gentile, che vuole convertire il nostro ospedale in un centro di neuropsichiatria infantile.
    Infatti non sono d’accordo quanto dice: “ l’ospedale di Manfredonia è un nodo della rete dell’offerta sanitaria del territorio”. Noi non siamo un nodo (fastidio), noi siamo una popolazione di 57.900 abitanti e una utenza limitrofa, che è il 50 % delle degenze, per un’utenza totale di 100.000 persone, è vogliono che siano garantiti, come l’ospedale di Cerignola, i servizi essenziali di un ospedale, come ginecologia ostretricia e il reparto di pediatria.
    Che cosa può fare un cittadino davanti a questa politica? sentiamo dire: “ noi siamo solo dei semplici cittadini, come possiamo intervenire?”
    questa domanda può essere fonte di risposta, solo se c’è la convinzione dei cittadini di scendere in campo in prima persona. come?
    Purtroppo, il demandare ad altri, il compito di amministrare la cosa pubblica, ci ha lasciato impotenti davanti ingiuste decisioni prese da politici senza scrupoli. Oggi noi cittadini, abbiamo bisogno sempre,che qualcuno prende l’iniziativa, come sta succedendo da giorni, in piazza del popolo, organizzato da due semplici donne, che hanno sposato una causa che dovrebbe stare a cuore a tutti i cittadini . Abbiamo bisogno di un’azione programmata di manifestazioni contro la chiusura dell’ospedale e la riattivazione dei reparti chiusi. Bisogna, chiamando in campo tutte le forze politiche e sociali del territorio compreso i cittadini di Manfredonia.
    E’ proprio a questi ultimi che ci rivolgiamo, chiediamo di afferrare per mano le problematiche della città, poiché, sono proprio i cittadini di Manfredonia che subiranno il maggior disagio per un’eventuale chiusura dell’ospedale, come già hanno subito, con la chiusura dei reparti di ostetricia e ginecologia e il reparto di pediatria.
    Allora cosa fare? Chiediamo alle forze politiche di quest’amministrazione, a tutti i partiti, alle associazioni di volontariato, ai sindacati di categoria, agli operatori sanitari, e soprattutto ai cittadini di Manfredonia, di organizzare una grande manifestazione pacifica per le vie cittadine principali fino a raggiungere l’ospedale San Cammillo e fino a quando la Regione Puglia non risponde con fatti concreti.
    Le istituzioni devono farsi carico di questa protesta. Chi non risponde, vuol dire che non ha a cuore il bene comune di questa città e la cittadinanza deve sapere il perché, ed essere informata.


  • libera di parlare

    facciamo aprire questi reparti che funzionavano molto bene,solo di struttura rispetto a foggia e a san giovanni rotondo..mi anno detto che a foggia non ci sono bagni nelle stanze,si esce fuori nel corridoio, ne armadi per mettere i borsoni dei neonati e delle mamme , li mettono a terra, mentre a san giovanni solo per un parcheggio ,poi nelle stanze piccole buie ,nel anni 700 ,mettono i letti a tre e a quattro ,ma dai il nostro solo di struttura le stanze di luce i comodini e i letti e gli armadi nuovi,adire gli infermieri erano molto generosi ,i dottori ma che avete da dire facciamo aprire i nostri reparti per favore ,io ho partorito per tre volte e ne sono fiera, nel’89 ,nel’95,nel’2006,e tutto e andato benissimo,no che ora i nostri figli ,devono andare fuorii,per favore,non facciamoci dire che i manfredoniani siamo l’amanti dei forestieri,siamo di manfredonia e i nostri figli devono nascere qui a manfredonia ,


  • DACUMBA

    ANDATE A FOGGIA…….


  • luisella

    Ma a Cerignola non chiude niente? Ma la Gentile assessore regione Puglia sanità é di Cerignola…


  • claudio

    secondo il mio parere,la signora LUCIA non sà neanchè di cosa stia parlando o facendo-,se ha intenzione di fare questa battaglia deve informarsi su tutto, che per quanto posso capire non e un compito che puo affrontare e sopratutto stare attenta a cosa dice in campo, sto sentendo in giro cose non vere sig LUCIA
    LA PROTESTA’ SI MA LA FALSITA’ NOOOOOOO


  • Marco il Foggiano

    DACUMBA e tu fugg da fogg!!!!
    .
    pprrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!!!


  • claudio

    A QUESTO PUNTO IO NON FIRMO E SOPRATUTTO DICO AL PAESE DI NON FIRMARE A DEGLI EMERITI SCONOSCIUTI SENZA UN DISTINTIVO
    .


  • lina

    Ma si può che da Vieste si deve andare a partorire a san Giovanni, e se c’è un urgenza?


  • VANNA MARC

    QUELLO CHE NON MI CONVINCE E’ CHE,

    SEBBENE, ALCUNI POLITICI GLI ABBIANO DATO CONFERMA CHE CERTI REPARTI NON CHIUDERANNO, LORO CONTINUANO LO STESSO AD URLARE IN STRADA LA CHIUSURA DI QUESTI REPARTI. VA BENE CHIEDERE DI RIAPRIRE ALCUNI DI QUELLI GIA’ CHIUSI, MA PERCHE’ DIRE DELLE COSE- NON VERE??? —


  • MATTINATESE

    IO invece, se fossi di Manfredonia,

    farei volentieri una battaglia per avere almeno un’ambulanza in più a Manfredonia… così non la togliete a noi di Mattinata quando la vostra è impegnata ed è costretta a partire di qua.

    Comunque, il fatto che a Manfredonia si siano ridotti i cittadini a organizzare certe proteste mentre altri si trastullano nella scrittura di libri, LA DICE LUNGA SU CHI E COME SIETE AMMINISTRATI…

    Forza Mattinata…e fatevi dare un’ambulanza, lasciateci la nostra!!!


  • lucia

    cara mattinata per ora e non per colpa nostra usufruiamo della vostra autoambulanza ma per quanti anni avete usufruito del nostro ospedale?


  • Il giusto

    Non aveva senso mantenere aperto un reparto di ostetricia con un numero esiguo di parti, e poi senza una rianimazione!

    Il resto mi sembra molto strumentale.

    Potenziale i reparti critici (es. il Pronto Soccorso) il resto è ottimo a San Giovanni Rotondo e Foggia.

    Ammetto che sono di parte, a Manfredonia – non mi farei togliere neanche un cerotto!


  • lucia

    La lingua e un piccolo membro che grandi foreste incendia ,!!!


  • lucia

    E questo e diretto a chi usa i piedi invece del cervello!

  • Sono passato da piazza del popolo e mi sono reso conto che queste 2 signore non sanno neanche quello che dicono (diritto di critica,ndr), poi mi sorge un dubbio anzi piu di uno, la signora manca da manfredonia da 18 anni, poi mi ha detto che ha parlato col sindaco il quale gli ha detto fai pure, allora mi sono dato una spiegazione, ma la signora non sa che la chiusura dei reparti fanno riferimento a leggi nazionali, la signora non sa che RICCARDI ha condiviso il primo e secondo piano di rientro ospedaliero prima con l’assessore Fiore e il soncondo con l’assessore Attolini (secondo il lettore,ndr) la mazzata della chiusura dei reparti fu già comunicata a Dicembre del 2012, assessore alla sanità delle Regione Puglia Attolini, AMICO DEL SINDACO RICCARDI, le Gentile divente assessore alla sanità a Marzo 2013 e lui si scaglia contro la Gentile 1) per rancori personali a causa della mancata nomina da assessore nel 2005 quando Vendola scelse la proprio Gentile (diritto di critica,ndr)

    2) ha alzato il polverone sulla questione dell’ospedale per distrarre la città dai tanti problemi che ci sono (diritto di critica,ndr). Sono convinto che le battaglie si fanno senza strumentalizzazioni, come viene chiesto dall’Assessore Brunetti sull’eolico off shore, invece si fanno 2 pesi e 2 misure a seconda della convenienza, si chiede il dialogo per l’off shore e si fa la guerra strumentale per l’ospedale, peccato che sull’eolico la partita e già chiusa, Brunetti svegliati l’operazione e già conclusa mentre non mi sembra che si possa dire lo stesso dell’ospedale.


  • lucia

    Caro Claudio sono un libro aperto la cara mi puzza e sento a pelle ,sembra che debba consultare un paio di dottori, perche inventarsi tali cose e davvero inconcepibile, cara sento a pelle, scenda e si faccia conoscere personalmente e dica io son sento a pelle.e poi avremo da dire, OK? Voglio sapere come si e permesso di inventarsi tale fantomie! Stia attento a ciò che s inventa, potrei citarla per calunnia!


  • lucia

    Per quanto riguarda quel che faccio se e riconosciuto da le autorità competenti andate personalmente ad in formar i cosa faccio e chi sono OK? Aggiungo che la mia iniziativa non e appoggiata da nessuno partito, il sindaco, mi ha solo dato l OK,
    Perché lui stesso sostiene da anni questa battagli per l ospedale, ,e non sostiene me in nessun modo, mi sostengo da sola,!


  • lucia

    Se i vostri occhi fossero fissi su ciò. Che capita alla nostra città,credetemi sara difficile farsi distrarre da chi e abituato a farsi pubblicità strumentalizzando i mezzi di comunicazione


  • lina

    La soluzione potrebbe essere fare regione con il molise


  • lucia

    Cmq una nota di merito a chi con semplicita ha creduto ed ha appoggiato senza bisogno di mostrare distintivi ed etichette , questa iniziativa !
    Cmq sarò ben lieta di conoscere personalmente in piazza anche sorseggiando un buon caffè, chi mi fa domanda mostrando tanto di permesso ! Buon riposo e serena notte a tutti voi ,!


  • MARIA

    manfredonia state attenti a chi date la vostra firma—questi non sanno niente di niente,–(DAL MIO PUNTO DI VISTA,NDR) è solo allarme inutile, addirittura sostengono che il pronto soccorso sta chiudendo.NON E AFFATTO VERO…..


  • Vigoli Dino

    Guardate come è cattiva la politica,tre persone si alzano la mattina per aiutare questa città,mettendoci la faccia,tempo e denaro,prontamente arrivano le critiche.
    Questa sera sotto la pioggia, ho visto gente che è venuta a posta per firmare.
    Cosa ci può essere di peggio nel criticare un’azione per il bene comune fatte da tre donne comuni?

    Quando eravamo piccoli,le nostre mamme ci indicavano la direzione della nostra vita,oggi queste stesse mamme,ci bacchettano per averla smarrita.
    Io accetto questo rimprovero di mamma Vittoria.
    E ho visto che la cittadinanza ha risposto,stasera più di 5.000 firme.


  • Per Vigoli Dino

    Ma ci credi davvero alle cose che hai

    scritto?!?!

    Forse non l’hai ancora capito, nulla di ciò che sostengono (sarebbe ufficiale,ndr) I reparti ormai sono chiusi e tu dovresti conoscere l’inutilità di firme raccolte senza l’identificazione a mezzo doc d’identità personale dei sottoscriventi la protesta. Te ne sei dimenticato?
    Allora dimmi che senso ha così questa iniziativa se non solo quello di strumentalizzare ?!?! (diritto di critica,ndr)

    E tutto ciò mentre il Sindaco, che dovrebbe essere lui ad occuparsi di queste cose, se ne lava le mani delegando la manifestazione di questo disappunto a chi NON SA PROPRIO NIENTE DEL PIANO DI RIORDINO OSPEDALIERO REGIONALE?! NON SANNO NEANCHE CHE COSA SIA. LO CAPISCI?!?! E TUTTO QUESTO NON TI SEMBRA UN TANTINO STRANO?

    PARLANO D’INCOMPETENZA DI MEDICI.
    MA IN QUALE PAESE MAI SI E’ VISTA UNA PROTESTA PER L’INCOMPETENZA DEI MEDICI?!?! Neanche dove per colpa dell’errore di qualche medico muoiono le persone succede… Figuriamoci per una prescrizione ritenuta (ma poi da chi?!) sbagliata. A PARTE LA BANALITA’ E L’ASSURDITA’ DI GENERALIZZARE IN MODO VERGOGNOSO OFFENDENDO L’INTERO PERSONALE MEDICO MAGARI solo PER L’ERRORUCCIO DI QUALCHE SINGOLO!
    E POI LORO CHE NE SANNO DI MEDICINA, COME SI PERMETTONO di ESPRIMERE PARERI SU QUESTIONI CHE NEPPURE SANNO!!!

    SE CI SI IMBATTE IN UN MEDICO INCOMPETENTE, SI SEGNALA QUEL MEDICO O LO SI DENUNCIA, A SECONDO I CASI, NON SI INSCENA UNA PROTESTA GETTANDO FANGO SU TUTTI E TUTTO. NON CREDI???

    I PROBLEMI ALL’OSPEDALE DI MANFREDONIA CI SONO SEMPRE STATI, COME I MEDICI INCOMPETENTI (ma senza generalizzare, e poi l’incompetente lo trovi sempre e ovunque anche nelle migliori strutture ospedaliere!) O LA CARENZE DELLE STRUTTURE, solo che però finora la signora se ne è stata bella bella a San Giovanni Rotondo e magari dei nostri problemi ne sentiva anche parlare ma non se ne è preoccupata. Adesso invece vuoi vedere che siccome lei se ne è tornata a Manfredonia dobbiamo fare la guerra alla regione perchè lei vuole stare comoda?!?! MA FACCIAMO I SERI !!!


  • lucia

    Cara Maria che noi sosteniamo quel che tu dici devi provarlo , io ho dichiaro scrivendolo che il pronto soccorso ha bisogno di sostegno perche solo! Se scendi lo vedrai,!


  • lucia

    Dino, e un ragazzo che ho conosciuto da appena tre giorni a pro di questa iniziativa, ca va VT avnde mo!


  • lucia

    Ieri. Pomeriggio i ,su Italia in diretta ilsindaco di leno provincia Brescia e sceso a riprendersi l ospedale, motivazione? Tale alla nostra! Vogliono chiudere l ospedale per sostituirlo in centri di malattie mentale, il sindaco e sceso personalmente ad opporsi a tale battaglia, allora avevo visto bene!! Spero di trovare il video


  • Gabriele

    Ma vi rendete conto di quanto siete -…. La signora Lucia si batte per la risoluzione di un serio problema sociale e voi avete il coraggio di criticarla. Che differenza fa se è farina del suo sacco o messa li da qualche politico. È il fine la cosa importante. Conosco un signore in attesa di un trapianto di rene che è morto sapete perché? Perché quando dopo anni è stato trovato il rene compatibile l’ha rifiutato perché ha saputo che era di una donna. Io sono contento che sia morto, perché una persona cosi stupida e irriconoscente non merita niente. Come non meritate niente voi. Speriamo che lo chiudano tutto l’ospedale cosi anche voi avrete ciò che meritate. Guardate i Montanari e i Cerignola. E imparate come ci si comporta. I Manfredoniani siamo un popolo di senza pal.. E senza cerv…. Buoni solo a criticare ed invidiare pure chi si batte per noi. Inqualificabile.


  • Il Sipontino

    Caro Dino Vigoli La ritengo una persona molto attenta a quello che succede. Purtroppo qualcosa non quadra. L’iniziativa è lodevole ma fatta in questi tempi e termini trova poca efficacia se non accendere i riflettori su una tematica cavallo di battaglia di una campagna elettorale imminente. Credo nella “buona fede” delle signore ma sponsorizzare apertamente uno degli attori principali di questa vicenda, mi creda, mette non pochi dubbi. Lei sig. Vigoli mastica politica è sa che vige il motto “Do ut des”. La redazione di “Stato” in tempi non sospetti lancio i primi allarmi sullo smembramento del nostro nosocomio e non penso che all’epoca, salvo smentita, la Gentile era assessora alla sanità. Come non penso che i nostri politici incluso il primo cittadino erano all’oscuro di questo e se lo erano la redazione di “Stato” aveva provveduto in maniera massiva ad erudire tutti!
    Per cui l’iniziativa non doveva avere sponsor alcuno, ne tanto meno del primo cittadino che all’epoca aveva tutti gli strumenti per far scendere in piazza la popolazione di questa sorridente cittadina contro la chiusura dei reparti menzionati.
    Saluti


  • libera di parlare

    andiamo a firmare,le chiacchiere sono troppo in questo paese,facciamo aprire questi reparti e basta,ho parlato con un medico ,sapete cosa mi ha risposto,che dobbiamo combattere per il nostro ospedale …..sono una mamma qualunque,e ho rispetto per la salute dei miei figli,,


  • andiamo a firmare

    ma vi hanno pagato per scrivere tutte queste cattiverie? tutti insieme? Queste tre signore sono solo delle donne, delle mamme ( future o gia’ lo sono) che vogliono mantenere il loro diritto a partorire nel loro paese o se i loro figli non stanno bene ricorrere al proprio ospedale. io sono con voi care donne coraggio non fatevi intimidire da tre- quattro commenti negativi. cosa sono loro confronto a 5000 consensi positivi? buon lavoro!


  • claudio

    signora LUCIA sono un medico e verrò in piazza a dire cosa ha detto e cosa e stato già firmato per l’ospedale chiaroooo


  • Flowers

    RED non si potrebbero fare due modifica al sito?
    1 visualizzare di lato gli articoli “HOT” cioè quelli con un numero alto di commenti. E’ fastidioso indietreggiare con le pagine per ripescare l’articolo

    2 visualizzare le foto in successione senza chiudere e riaprire quando pubblicate una serie di fotografie

    grazie


  • Redazione

    La ringraziamo, buona giornata; Red.Stato


  • Redazione

    Buongiorno Flowers, sono in corso le modifiche per il restyling del sito; attendiamo anche noi, non vediamo l’ora; grazie, ciao, buona giornata; Red.Stato


  • info ricc

    Riccardi sta facendo come i cinque stelle, solo che non è nel suo dna delegare qualcuno: vuol fare una campagna di lotta sociale ma non è credibile. Non è credibile che qui venga un reparto di neuropsichiatria infantile, cancellato anche da FG, chiedete in ASl prima di parlare. Fra l’altro quel reparto fu al centro di un forte scandalo l’anno scorso per conflitti fra concorsi e politici regionali di Capitanata molto seguito dall’Attacco. Il territorio ha bisogno di un presidio che funzioni, ma non di burattini e sibille che servono solo a non fare chiarezza. La lotta è politica e i tutti i politici devono fare la loro e lascino la cittadinanza attiva a chi storicamente e con pregio sa farla.


  • claudio

    SIG SINDACO sè tanto appoggi questa protesta scenda in campo con queste ragazze, si metta la sua bella fascia e invita il popolo a fare qualcosa, perche a me non mi e quadra sta faccenda, se lei scende in piazza prima di tutto a dirci la verità che le ragazze non sanno cosa dire,scenda e io FIRMO DAVANTI A LEI CON VERITA.


  • Maria

    Sono scioccata da certi commenti che ho letto. O li ha scritto Elena Gentile e Manfrini in persona o chi li ha scritti ha un livello di ragionamento pari a quello delle galline. Gabriele ha ragione. E’ il fine che interessa non i mezzi. Purchè naturalmente siano leciti e legali. Gentile e Manfrini stanno gonfiando l’ospedale di Cerignola fino all’inverosimile, fra un po scoppia. E voi state ancora a guardare il pelo che sembra lungo o corto o alto o basso. Frcatv


  • Domenico

    Io sono sicuro che i commenti di sopra li hanno scritti i dirigenti del San Camillo. Montanari e che di Manfredonia gli interessa quanto a noi interessa dell’ospedale di Monte. Praticamente niente. Non si spiega diversamente. Una persona sana di mente non può mai scrivere certe stronzate poste a ” chiudere l’ospedale e non ad aprirlo ” Almeno che questi non siano di un’altro paese.


  • Legnasanta

    Signora Lucia, quasi tutti si esprimono favorevolmente nei Suoi confronti per la lodevole iniziativa e se a qualcuno non piace può anche essere che sono di parte. Se condivide, posso donare una cassetta di cachizzi da distribuire a questi “commentatori strani”. Un cachizzo riempie la bocca meglio delle cavolate


  • lucia

    Legnasanta ha perfettamente ragione:-)
    Meglio farsi ha risata, posso anche non sapere nulla ma neanche m interessa sapere cosa a combinato il sindaco, io Ho Visto k nostri reparti chiudere e trasformarli tra breve , non so in cosa, se ho parlato di incompetenza dei dottori lo fisico ancora, non solo p esperienza mia personale successa a mia nipote, non mio figlio o altro inventato, ma per esperienze let e denunciate ma centinaia di cittadini, che personalmente ho a sua volta denunciato, tirando gli stessi colletti ben stirati, ora non mi permetterei di questa situazione generalizzare, e se ho dato questo impressione chiedo scusa a dei veri dottori che han a cuore, questa situazione del nostro ospedale,


  • lucia

    Dopo qull affermazione rilasciata su stato quotidiano, circa l incompetenza dei dottori, ho cercato in mille modi di spiegarmi a chi a avuto il coraggio di parlarmi a quattro occhi, scendendo in piazza il perche ed il motivo, ! Mi ero bloccata altrimenti avrei messo nei casini, chi di turno a permesso che una bimba di sole quattro mesi subisse un disagio dovuto dai tagli, d da chi non ha saputo prevedereuna bronchiolite in atto, nonostante avessimo carte alla mano di quel che soffriva, sentirsi dire se si aggravva la ricoveriamo, ma dove saremo andati? Se la bambina di colpo si chiudeva nel respirare? Visto che eravamo a cavallo alla epifania? Sicuramente se c erano dottori nostri della pediatria lasciati andare non so dove perche non li abbiamo ritrovati! Sicuramente la bambina non si sarebbe aggravata tanto da prendere una cura pesante di cortisone antibiotico, ed altro ancora, e se questo lo chiamate caso personale ” non importa e abbastanza grave non solo per riattivare la nostra pediatria e renderla efficace , ma permette di nascere qui, non andare altrove , senza dimenticare tutti i disagi che questa scelta forzata comporta, ed ancora ..tanti appoggiano l iniziativa del ridimensionare il nostro ospedale con nuovi reparti di neuropsichiatria infantile, e cardiologia ad eta pediatrica, ma per specializzzare tali reparti non ci vogliono tanti euro? Con questi soldi non e meglio rafforzare i nostri reparti chiusi, rendendoli più efficaci? Sembra che grazie A Dio non ci sia un bisogno estremo in questo paese di reparti sopra elencati , perche non abbiamo tanti malati che necessitano di psichiatrie infantile, anzi aggiungo la psichiatra l abbiamo rafforziamo quella specializzandola , ma non a discapito di bambini sani che saranno costretti ad andare altrove,


  • Ok, allora non critico più la sig.ra Lucia

    Ok, allora a tutti quelli che hanno

    criticato o espresso riserve sull’operato della signora Lucia & Co., dico non lo facciamo più, PERO’ A PATTO CHE LA SIGNORA LUCIA VADA A FARE IL SINDACO E RICCARDI SCENDA IN PIAZZA A SOSTENERE LA PROTESTA! aH aH aH

    SINDACO MA DOVE SEIIIIIII???

    LUCIA SINDACO SUBITO, SICURAMENTE SAPRA’ FARE MOLTO MEGLIO DI RICCARDI!!!


  • FREE

    mi chiedo: ma gli operatori (medici, infermieri, ostetriche)dove sono? Cosa hanno fatto di concreto per tenere aperto il reparto a parte a partecipare a qualche riunione? Mi sarei aspettato una scesa in campo accanto a queste due donne…tutto tace…


  • signora Lucia adesso non scherzo più !!!

    Signora Lucia adesso non scherzo più,

    perchè lei sta diventando davvero pesante e non si rende conto delle paggianate che dice.

    Ma che cavolo pretende che se lei porta qualcuno in un ospedale e per caso un medico che in passato le ha ispirato fiducia o da cui si è sentita trattata bene non c’è perchè magari è a riposo, in ferie, in malattia o di turno, lo dovremmo fare chiamare “apposta apposta” perchè non gradisce quello che c’è in quel momento o non è uno di sua fiducia (per questo ci sono anche i medici privati a cui fidarsi ma a pagamento). MA NON LO SA CHE GLI OSPEDALI FUNZIONANO COSI’, CHE IN OSPEDALE SI FANNO ANCHE I TURNI e non è sempre detto che se uno torna trova il medico che piace a lui. E poi queste cose le sta dicendo lei, io dubito su ciò che dice perchè un medico è un uomo e ci sta che qualche volta può sbagliare, ma sappi che anche quando c’erano gli stessi medici e certi reparti non erano stati chiusi, LE DIAGNOSI SBAGLIATE O LE NEGLIGENZE CI SONO SEMPRE STATE…


  • lucia

    Abbiamo mai pensato un attimo solo,
    che ci son disagi gravissimi,
    nella nostra Manfredonia, dovuta alla dissocupazione
    A chi prima non doveva dividere i suoi pochissimi soldi tra salute e fame, perché cm l ospedale dava a noi mamme a chi poteva o non , di essere curate ,
    E nel caso di bisogno estremo ,? Non dovevamo preoccuparci del nascituro se avevamo doglie o complicanze alla improvviso, l assistenza era istantanea senza nemmeno passare dal pronto soccorso, questo non vuol dire avere l ospedale sotto casa, ma dare a tutti pari diritti , di curarsi , !


  • Redazione

    Bene, per tutti: cerchiamo di restare in un civile confronto democratico, rispettando il pensiero di tutti; grazie, ciao, Red.Stato


  • Assessore aiuti Lucia, per piacere.

    ASSESORE GENTILE,

    PER PIACERE ASCOLTI LUCIA, RIAPRA I REPARTI E SOPRATTUTTO FACCIA FARE AL MEDICO CHE PIACE A LEI UN TURNO DA 24 ORE AL GIORNO TUTTI I GIORNI CONSENTENDO A QUESTO MEDICO DI VIVERE IN OSPEDALE CON LA SUA FAMIGLIA IN MODO TALE CHE LA SIGNORA LUCIA OGNI QUAL VOLTA NE AVESSE BISOGNO POSSA TROVARLO SEMPRE LI’ A SUA DISPOSIZIONE.

    LA SCONGIURO ASSESSORE LO FACCIA…


  • lucia

    La Critica avvolte può diventare anche un confronto, ma deve comunque avere dei limiti,
    Se il sindaco non scende in piazza come promesso , il danno e solo suo, perche e solo a suo discapito,
    Ma per il resto noi cittadine andremo avanti, sperando di arrivare all unico obbiettivo rivedere i nostri reparti riaprire ed efficacci !


  • lucia

    Free , cominciano a scendere ! Anche se tanti ci rimproverano dicendo ci , dove eravate quando noi abbiamo combattuto, bene io non sapevo nulla e stato la costruzione di partorire a foggia perche il nostro reparto ra chiuso che ha cominciato a sensibilizzarci


  • lucia

    Ci medici che in pensione continuano ad essere ricordati, per serietà e umanità ! E quanto la gente li vede PR le piazze li onira ancora!


  • lucia

    PS e quando questi dottori passano per le piazze, son ancora onorati!


  • Ronny

    Ho visto l’intervista. Io penso che denigrare il lavoro altrui non porti da nessuna parte.
    Mi dispiace per ciò che è successo alla Sig.ra Lucia a Foggia ma casi di malasanità, posso assicurare, che ci sono stati anche a Manfredonia.

    Con questo voglio dire che un discorso è il caso di malasanità, altro è riprenderci l’ospedale. A Manfredonia ci sono circa 450 nascite all’anno, l’Azienda Ospedaliera dovrebbe fare, come tutte le aziende, un Business Plan e vedere da lì la convenienza a tenere aperto tale reparto. Io direi di si. Io penso che la struttura ci può solo guadagnare.
    Ovviamente se su 450 nascite, la metà, a priori, decide di andare a partorire altrove … l’azienda va in declino …


  • lucia

    Hai ragione red perfettamente


  • IL GIOCO DELLE TRE CARTE

    @ Legnasanta
    un cachizzo, anzi un carrozzo di cachizzi anche x te. apri gli occhi. e vedi chi c’è dietro le quinte. se non fai parte anche tu del gioco delle tre carte!


  • lucia

    Ops volevo dire ronny


  • claudio

    sono un medico e a sentire queste cose dalla sig LUCIA mi rendo conto che c’e molta ignoranza nel nostro paese di manfredonia,non si possono fare lotte massacrando l’operato di medici che lavorano in ospedale, l’ignoranza purtroppo sopravvale la professionalità,ORA NON RISPONDO PIU PERCHE RITENGO OFFENSIVO QUESTA BUFFONATA DI CITTADINE CHE SEMMAI LE CURIAMO E NON SANNO NEMMENO COSA SIGNIFICA UN ANTIBIOTICOOO.


  • lucia

    Caro Mario sicuramente non mnchero di venirla a trovarla al pronto soccorso, vedremo se l ignorante son io e e lei che non vuole ammettere l incompetenza di alcuni medici, che meriterebbero meritare il gabibbo!


  • lucia

    Dottor Claudio ….. era per lei….


  • naty

    Siamo stanche annoiate e disgustate di leggere simili commenti, a costoro diciamo, meritate la fine che l ospedale sta facendo,e certamente non e colpa della politica, ma e nostra perche come caproni ci lasciamo portare al macello!


  • naty

    Sono la mamma dell piccola che ha subito il martirio del cortisone , rendendo la piccola di appena 4 mesi irrequieta e nervosa, questo perche non siamo noi ignoranti, ma non si ha la modestia di ammettere i propri sbagli caro Claudio!!


  • rita

    Ma andate a firmare senza perdervi in chiacchiere, io son scesa ho visto tre mamme in piazza tutto qua nulla di quel che avete inventato! Forza ragazze !!!
    E onorevole ciò che avete intrapreso, !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi