Foggia
Appello alla classe dirigente locale

Alta Capacità, Clemente: facciamo squadra pro Capitanata

Di:

Foggia – “Chiedo alla classe politica di Capitanata di fare fronte comune per difendere la centralità di Foggia nel percorso per l’Alta Capacità e realizzare le opere infrastrutturali necessarie per lo sviluppo del territorio”. Si apre così l’appello che il consigliere regionale Pd, Sergio Clemente, rivolge a tutta la classe dirigente di Capitanata in merito alla questione “Alta Capacità Bari-Napoli”.

Clemente torna sull’argomento che aveva già affrontato mesi addietro: “Nell’estate del 2014, appena insediatomi in Consiglio, ho rivolto la mia attenzione, aule componente della Commissione Trasporti della Regione Puglia, a due questioni strategiche per lo sviluppo del nostro territorio:

1) Costruzione di una nuova stazione ferroviaria, a sud di Foggia, per intercettare i convogli viaggiatori dell’Alta Capacità Bari-Napoli;

2) Costruzione di una piattaforma ferroviaria di merci container nell’area di sviluppo industriale di Incoronata per consentire al traffico merci che si svolgerà tra il primo corridoio ferroviario (Norvegia-Sicilia) e il secondo (Napoli-Bari-Mar Nero) di essere intercettato dal territorio della provincia di Foggia”.

“Queste due opere infrastrutturali – spiega Clemente – rappresentano per il nostro territorio uno snodo strategico per evitare di essere bypassati nell’ambito del processo per la realizzazione dell’Alta Capacità”. Il consigliere regionale Pd annuncia inoltre di aver chiesto “al presidente della Commissione Regionale Trasporti di promuovere ogni iniziativa utile per evitare il bypassamento della stazione di Foggia in attesa del riconoscimento delle due opere strategiche in questione e la convocazione immediata dell’organismo consiliare”.

Di qui l’appello che Clemente rivolge a tutte le forze politiche: “Superiamo ogni divergenza ideologica e lavoriamo gomito a gomito affinché si attuino le opere infrastrutturali strategiche per assicurare la ripresa economica ed occupazionale del nostro territorio”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Alfredo

    Ma possibile che a nessuno venga in mente di allungare 10 km di binari da Piazzale Vittorio Veneto verso la Bari-Napoli e così intercettare l’alta capacitá? Tutti a costruire nuove stazioni e opere di compensazione, lasciamo invece le cose al posto loro, lottiamo per evitare baffo e beffe, poi l’unica soluzione, che mette tutti d’accordo, è evitare ai treni di fare retromarcia, perdendo una manciata di minuti, allora, risparmiando denaro, facciamo un tracciato di binari, non una nuova stazione, che colleghi piazzale Vittorio Veneto alla Napoli-Bari ! La soluzione più semplice, economica e chisá perchè, meno proposta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi