Sport
Primo tempo all'insegna del tatticismo, con gli uomini di Allegri e Sarri che si preoccupano soprattutto di non lasciare spazi agli avversari

Super Zaza, la Juventus balza in testa alla classifica

Juventus prima e Napoli ad inseguire staccato di una sola lunghezza

Di:

Roma. Lo scontro tra le prime due della classe termina con la vittoria della Juventus, che prosegue la striscia di vittorie consecutive in campionato, arrivata a 15, e scavalca i partenopei in vetta alla classifica. E’ stata una gara equilibrata fino alla fine, spezzata solo dal gol a 2′ dal novantesimo di Zaza, aiutato nell’occasione dalla deviazione di Albiol che ha ingannato Reina già proteso in tuffo. Allegri recupera Khedira, per il resto formazione obbligata stante le assenze di Chiellini e Kuzmanovic, Napoli in formazione tipo, con lo stesso undici iniziale utilizzato da Sarri all’andata.

Primo tempo all’insegna del tatticismo, con gli uomini di Allegri e Sarri che si preoccupano soprattutto di non lasciare spazi agli avversari. Ne escono 45′ tirati ed equilibrati, con poche conclusioni e molto palleggio a centrocampo, in una frazione comunque corretta e senza scontri. La prima conclusione in porta arriva al 13′ dai piedi di Cuadrado, ma per Reina è poco più di un retropassaggio. Stesso destino per Buffon, che non compie neanche una parata nel primo tempo, ma deve ringraziare Bonucci che poco dopo la mezz’ora toglie dalla testa di Higuain, a pochi passi dalla linea di porta, un traversone dalla destra di Hysaj che il centravanti argentino, con buone probabilità, avrebbe facilmente appoggiato in rete.

Pronti via e la ripresa si apre con una bella azione personale di Insigne che conclude sul primo palo dalla linea di fondo, con Buffon ben appostato. Al 7′ tegola in casa Juventus, con Bonucci che lascia il campo a Rugani per infortunio. Al 58′ Allegri effettua un altro cambio, inserendo Zaza al posto di Morata. Poco dopo l’ora di gioco splendido assist di Pogba che serve al limite dell’area Dybala, il cui sinistro di prima termina alto sulla traversa. Alla mezz’ora sostituzione anche sul fronte azzurro (oggi in realtà in maglia rossa), con Sarri che si gioca la carta Mertens al posto di Insigne. Le forze fresche non cambiano l’andamento del match, destinato al pareggio senza gol, ma così non la pensa Zaza che al minuto 88′ riceve palla al limite, si gira e fa partire un sinistro che, complice la deviazione di Albiol, si infila alle spalle di Reina.

Juventus prima e Napoli ad inseguire staccato di una sola lunghezza, le prossime gare chiariranno il peso del successo bianconero nel duello tra le due, nel quale non sembra ci sia spazio per l’inserimento di altre squadre. (fonte; lega serie a)

Risultati 25/a giornata, 6/a del girone di ritorno
Lazio-Verona 5-2
Carpi-Roma 1-3
Empoli-Frosinone 1-2
Chievo-Sassuolo 1-1
Juventus-Napoli 1-0
Milan-Genoa (h.12.30)
Palermo-Torino (h.15.00)
Sampdoria-Atalanta (h.15.00)
Udinese-Bologna (h.15.00)
Fiorentina-Inter (h.20.45)

Classifica

Juventus 57
Napoli 56
Roma 47
Fiorentina 46
Inter 45
Milan 40
Lazio 36
Sassuolo 35
Empoli 34
Chievo 31
Bologna 30
Torino 28
Atalanta 28
Udinese 27
Palermo 26
Genoa 25
Sampdoria 24
Frosinone 22
Carpi 19
Verona 15

Classifica marcatori

– 24 reti: Higuain (2 rigori-Napoli).
– 13 reti: Dybala (2-Juventus).
– 12 reti: Bacca (Milan); Eder (3-Sampdoria).
– 10 reti: Maccarone (Empoli); (Ilicic (5) e Kalinic (Fiorentina); Pavoletti (Genoa); Icardi (Inter); Insigne (Napoli).
– 8 reti: Paloschi (Chievo); D.Ciofani (1-Frosinone); Pjanic (1-Roma



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi