Foggia
Al “San Filippo” di Messina, i rossoneri escono sconfitti per 3-2

Foggia ko a Messina: addio promozione diretta?

Match tiratissimo, deciso tutto negli ultimi secondi

Di:

Foggia. Ennesimo K.O. per il Foggia, che probabilmente dice addio alle speranze di promozione diretta. Al “San Filippo” di Messina, i rossoneri escono sconfitti per 3-2 in un match tiratissimo, deciso tutto negli ultimi secondi, allorquando le due reti di Arcidiacono e Fornito trascinano i Satanelli dal limbo di un pari esterno all’inferno di un altro stop pesante.
Mister Raffaele Di Napoli, subentrato all’omonimo Arturo (squalificato per 4 anni) sulla panchina peloritana, schiera i suoi con un 4-3-2-1, in cui Tavares e Gustavo appoggiano Scardina in attacco; De Zerbi risponde con la formazione che teoricamente sembra dargli maggiori sicurezze, tornando ad un centrocampo “classico”, composto dal trio Quinto, Gerbo ed Agnelli. Gara interessante fin dalle prime battute, sono i padroni di casa a sfondare la resistenza rossonera dopo soli 14’: avanzata di Ionut sulla fascia destra, l’esterno giallorosso lascia partire una conclusione potentissima che si infrange sulla parte bassa della traversa, con il pallone che sbatte a terra superando decisamente la linea di porta, siglando l’1-0. Inizialmente il Foggia subisce il colpo, non riuscendo a tessere la propria trama di gioco, complice anche un campo in pessime condizioni; gli uomini di De Zerbi, con un po’ di fortuna, pervengono però al pari già al 24’: verticalizzazione di Agnelli, Martinelli scivola ed agevola l’inserimento di Iemmello che, tutto solo davanti a Berardi, riesce a batterlo con un rasoterra preciso. Minuto 28, il Messina va in contropiede, con Giorgione che tenta una pericolosa conclusione poi rimpallata da Di Chiara in corner; sugli sviluppi dell’angolo è Fornito ad impegnare severamente Micale, che respinge e salva il risultato. Ultima emozione della prima frazione ad opera del folletto Sarno, che da calcio di punizione dalla trequarti (39’) mette in difficoltà Berardi, che si rifugia in corner.

Sono i peloritani ad uscire più motivati dall’intervallo, andando subito vicini alla rete con Fornito, che dalla distanza riscalda i guantoni di Micale; è il preludio al vantaggio messinese, che arriva puntuale al 53’: angolo di Giorgione, dormita difensiva di cui approfitta Martinelli, che incorna e manda il pallone nell’angolino, non lasciando alcuno scampo all’estremo difensore rossonero. Mister De Zerbi prova subito a rimettere in piedi il match, inserendo Arcidiacono per Quinto e passando ad un più offensivo 4-2-3-1. È il Foggia, da questo momento in poi, a prendere il pallino del gioco in mano, andando vicinissimo al pari al 60’: traversone di Angelo che pesca Iemmello, il cui colpo di testa è ottimo, ma Berardi compie un autentico miracolo e dice di no al capocannoniere del torneo. Al 67’ sono i padroni di casa a sfiorare il tris, con Tavares che serve Scardina, Micale riesce però a respingere e tenere in vita i suoi; tre giri di lancette più tardi, ancora un miracolo di Berardi che salva su Arcidiacono, pescato in precedenza da un bell’assist di Iemmello. All’85’ Tavares serve involontariamente Sarno, che manca di un soffio la rete con un rasoterra da buona posizione. Nei 5’ di recupero succede di tutto: al 91’ Angelo crossa dalla destra, sponda di testa di Iemmello, arriva Arcidiacono, che da due passi insacca in rete e trova un ormai insperato pareggio per i Satanelli; nemmeno il tempo di esultare, il Messina passa ancora in vantaggio, con Giorgione che trova Fornito, la cui conclusione dal limite è deviata da Angelo e beffa Micale, facendo esplodere il “San Filippo”. Non è finita: sul ribaltamento di fronte, Iemmello riceve in area, si gira e calcia, ma Berardi si oppone per l’ennesima volta, permettendo ai padroni di casa di giungere al triplice fischio sul 3-2 che, oltre a regalare la probabile salvezza ai siciliani, chiude molto probabilmente la corsa del Foggia alla promozione diretta. A De Zerbi ed i suoi non resta che lottare per chiudere in zona playoff.

TABELLINO
MESSINA: (4-3-2-1) Berardi; Ionut (dall’84’ Mileto), De Vito, Martinelli, Zanini; Giorgione, Fornito, Baccolo; Gustavo (dal 78’ Barillaro), Tavares; Scardina (dall’87 Gi. Russo). A disp.: Addario, Burzigotti, Ge. Russo, Biondo, Masocco, Lia. All.: Di Napoli.
FOGGIA: (4-3-3) Micale; Angelo, Loiacono, Gigliotti, Di Chiara; Quinto (dal 55’ Arcidiacono), Gerbo, Agnelli; Sarno, Chiricò (dal 73’ Floriano), Iemmello. A disp.: De Gennaro, Agostinone, Riverola, Coletti, Sainz-Maza, Lauriola. All.: De Zerbi.
Arbitro: sig. Morreale di Roma 1.
MARCATORI: 14’ Ionut (M), 24’ Iemmello (F), 53’ Martinelli (M), 91’ Arcidiacono (F), 93’ Fornito (M).
AMMONITI: Fornito (M); Gerbo (F). – RECUPERI: 0’ p.t.; 5’ s.t..

(A cura di Salvatore Fratello, Redazione Stato Quotidiano.it)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi