Manfredonia
Identificati 7 degli 8 appartenenti al gruppo di vandali

Manfredonia, “Atti vandalici zona Monticchio, denunciati gli autori”

La notte del 20 febbraio, giungevano diverse segnalazioni dalla zona Monticchio riguardo ad un gruppo di giovani che con inaudita violenza ponevano in essere una serie di atti vandalici


Di:

Manfredonia. A distanza di circa 20 giorni, grazie ad un lavoro lungo e meticoloso, gli Agenti della Squadra Investigativa del Commissariato di P.S. di Manfredonia, diretto dal dott. Agostino De Paolis, hanno identificato e deferito all’A.G., gli autori di una serie di atti vandalici messi a segno la notte del 20 febbraio scorso, culminati con l’incendio di una vettura.

I fatti. Si ricorda infatti che la notte del 20 febbraio, giungevano diverse segnalazioni dalla zona Monticchio riguardo ad un gruppo di giovani che con inaudita violenza ponevano in essere una serie di atti vandalici, quali: rovesciamenti di cassonetti, danneggiamenti di autovetture in sosta, delle quali una veniva ribaltata ed un’altra incendiata, danneggiamento di fioriere. Gli episodi avvenivano lungo un percorso di circa un km, che va dal centrale corso Manfredi alla zona Monticchio. Gli Agenti, dopo aver raccolto le denunce dei proprietari delle vetture danneggiate, avviavano le prime indagini ed acquisivano i filmati delle video camere poste lungo il percorso dei “vandali”; a causa della estensione della zona interessata dai danneggiamenti, in totale venivano raccolti filmati per la durata di oltre 100 ore.

Iniziava così un lungo lavoro meticoloso che oltre a ricostruire le varie fasi dei danneggiamenti, consentiva di identificare 7 degli 8 appartenenti al gruppo di vandali. Dalle indagini svolte si appurava che il gruppo di ragazzi, la notte del 20.02.2016, dopo aver trascorso la serata in alcuni locali della piazza Mercato, percorreva le vie del centro e sin da subito, danneggiava alcune fioriere posizionate nel corso Manfredi. Il gruppo, prima che le Forze dell’Ordine ricevessero segnalazioni dei cittadini, si allontanava lungo la via San Giovanni Bosco danneggiando alcune vetture in sosta, in particolare venivano arrecate delle ammaccature alle carrozzerie e venivano rotti alcuni specchietti retrovisori.

Ma le azioni del gruppo di vandali culminava in via Mozzillo Iaccarino, dove gli stessi, prima ribaltavano una vettura e poi ne incendiavano un’altra parcheggiata nei pressi. Dopo aver incendiato la vettura il “branco” si allontanava velocemente e tuttavia durante la fuga prendeva di mira altre vetture in sosta e altri cassonetti della nettezza urbana. Durante queste ultime fasi, il “raid” dei vandali poteva avere conseguenze ben più gravi di quelle provocate infatti, un automobilista di passaggio, veniva raggiunto dal gruppo e veniva fatto oggetto di un tentativo di pestaggio. Il “branco” dopo aver accerchiato la vettura, iniziava a colpirla con calci, pugni e sputi, cercando di costringere il malcapitato automobilista a scendere dal mezzo. Con difficoltà il malcapitato riusciva ad allontanarsi dandosi alla fuga.

I giovani identificati e denunciati all’Autorità Giudiziaria, hanno tutti una età compresa tra i 20 e i 25 anni, alcuni di loro sono già gravati da precedenti penali in particolar modo per reati contro il patrimonio.

FOTOGALLERY

Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA

Manfredonia, “Atti vandalici zona Monticchio, denunciati gli autori” ultima modifica: 2016-03-14T11:27:01+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
16

Commenti


  • Giorgio

    Sono animali “impuniti” che vagano per la città. Che altro dire? In galera e buttate la chiave! Ciò che impressiona è l’età di questi giovani, che non sono ragazzotti ma “uomini”… Non ci sono parole.


  • Comunicatore

    Spero che il commissariato di P.S. divulghi al più presto nomi e cognomi di queste belve, di questo passo la “noia” gli avrebbe portato presto a fare cose molto più gravi a danni di innocenti cittadini (tipo quello che è successo a Roma qualche giorno fa) …. Ora scommetto che i genitori diranno che sono bravi ragazzi che non hanno mai fatto nulla di male……. Sindaco ma cosa sta diventando questa città?


  • Michele

    E adesso vogliamo i nomi e le foto di questa feccia della società!!! Così la prox volta ci pensiamo noi a loro!! Grandissimi ba…..di e figli di p……!!!!


  • antonio

    e poi dicono che bisogna abolire la pena —-


  • ridi che ti pass

    Non sono pubblicati i nomi .come mai?


  • Cico

    Mi rivolgo ai 7 ragazzi, non vi preoccupate adesso gli avvocati non vi faranno fare neanche un giorno di galera


  • antonio

    noto con dispiacere che la redazione continua a censurare senza cognizione di causa….male!


  • Giustizia privata

    Fategli pagare tutti i danni a questi buffoncelli!! Risarcimento fino all ultimo euro e un Bell annetto ai servizi sociali possono essere molto utili a fargli riflettere un po’.


  • Redazione

    Buon pomeriggio sig. Antonio, cerchiamo soltanto di evitare l’inasprimento degli animi; certi di una sua comprensione, accogliamo naturalmente la sua riflessione; Stato Quotidiano.it


  • Luca

    Io penso da ragazzi così non si potrà mai ricavare nulla, quindi è meglio buttarli in una cella per tutto il resto della loro vita.


  • ezio

    una volta c’era l’espulsione ? se non amano questa città, la loro città che ragione c’è perché ci restino.


  • Mister x

    Ha ragione Luca, sono ragazzi che daranno sempre fastidio finché vivranno. È meglio che muoiono tutti adesso.


  • CROCE & Delizia

    Questi deficienti se li prendi da soli avranno paura a dire il loro nome, solo in branco si sentono forti. Mettendoli in galera alzerebbero ancora più la cresta, si sentirebbero più importanti, meglio secondo me servizi sociali tra la gente che deve sapere chi sono e cosa hanno fatto. Forse un briciolo di vergogna lo proveranno.!


  • Moralizzatore

    E’ necessario diffondere il prima possibile i nomi e la faccia di questi nullafacenti molesti. Se non saranno allontanati dalla società mediante la galera (cosa molto probabile) è giusto che almeno i cittadini sappiano con chi hanno a che fare. E i nullafacenti molesti pure.


  • Antoninovergura

    In uno Stato dove non c’e’ la giustizia, credo che sia DOVEROSO e di diritto di ogni singolo onesto cittadino sapere NOME E COGNOME CON FOTO di queste belv.., in modo tale da prevenire i futuri danneggiamenti alle proprie auto.
    Tanto di tutto questo rimarra’ soltanto la rabbia di chi ha subito un danno da certi vermi di terra che non meritano nemmeno di respirare ossigeno.
    FOTO E NOMI.


  • pensionato

    e i genitori?di sicuro la pensano come i figli se non prendono atto di quello che fanno,poi qualche genitore dirà che sono dei bravi ragazzi quando qualcuno si farà giustizia da solo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This