Stato news
"Nessuna donna lavora in fabbrica, né nell’attività produttiva, né, cosa ancora più grave, a livello dirigenziale"

Manfredonia, Quando l’ingiustizia arricchisce. Storia di Lucia

"Nessuna donna lavora in fabbrica, né nell’attività produttiva, né, cosa ancora più grave, a livello dirigenziale"

Di:

Con un diploma di geometra, coronato poi da una laurea, Lucia viene assunta nel customer service di un’azienda nella quale non aveva speranza di entrare. Si occupa di clienti esteri, e grazie alle competenze linguistiche può aprirsi ai mercati di lingua tedesca e inglese. Quando viene assunta ancora non sa che quello sarà l’ultimo anno dell’azienda, che conta una decina di donne a fronte di 240 uomini. Nessuna donna lavora in fabbrica, né nell’attività produttiva, nè, cosa ancora più grave, a livello dirigenziale.

Questo l’inizio di una storia che ha come protagonista Lucia Piemontese, ex-lavoratrice della Sangalli Vetro Manfredonia.

(CONTINUA A LEGGERE SU WWW.STATODONNA.IT – a cura di Antonella Attanasio)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!