Foggia
Gli ex Diomede in Promodaunia

De Leonardis: “Bene impegno su lavoratori biblioteca”

Il contratto, nell’ultimo incontro, non era pronto né è stata firmata la convenzione con l’ente di Palazzo Dogana

Di:

Foggia. “Prendiamo atto del mantenimento degli impegni assunti dall’esecutivo regionale e oggi ribaditi in commissione dall’assessore al personale e vicepresidente Antonio Nunziante, che ha illustrato il disegno di legge mirato al completamento del riordino derivante dall’attuazione del decreto Delrio”. Così in una nota stampa il presidente del gruppo Area Popolare Giannicola De Leonardis. “Un disegno di legge che all’art. 2 prevede il passaggio diretto alla Regione dei dipendenti delle province: 88 già assorbiti, e che adesso costituiscono la neonata sezione regionale di vigilanza, 13 che operano nel turismo, e soprattutto, i 111 addetti a biblioteche, musei, contenitori culturali che, da oltre un anno, erano in un limbo mortificante”.

Il portale dei Comuni. Dunque la regione dovrebbe farsi carico dei lavoratori di musei, biblioteche e pinacoteche modificando la legge regionale sulle deleghe con un passaggio in aula. Ingloba anche il turismo i cui numeri di operatori, in ogni caso, non incidono come quelli del settore cultura. Si tratta di 16 unità in tutta la Regione, 3 soltanto a Foggia. Resta da capire se l’ente di via Capruzzi si occuperà anche dei lavoratori dei teatri, nel caso di Foggia di quelli del Teatro del fuoco. Per le deleghe restanti si ricorrerà ai Comuni che faranno incontrare la domanda con l’offerta sul portale della mobilità. Sono 365 i soprannumerari della Capitanata, fra “regionalizzazione” degli addetti alla cultura e alla vigilanza rimangono fuori 60 dipendenti. Oltre a questi- i numeri li fornisce la Cgil- 15 sono stati già ricollocati negli enti comunali.

Lavoratori ex Diomede. Un portale sulla mobilità è in fase di allestimento anche per i lavoratori delle partecipate in base agli indirizzi del ministro Madia. Se e quando partirà non è chiaro, potrebbe essere un portale nazionale. Foggia è interessata per i 31 lavoratori della ex Diomede, società in liquidazione poiché in perdita negli ultimi tre esercizi e a cui è subentrata Promodaunia, altra partecipata della Provincia ma in attivo. Il passaggio di quanti operano in musei ed infopoint è sospeso per “qualche giorno ancora”, dicono.

Il contratto, nell’ultimo incontro, non era pronto né è stata firmata la convenzione con l’ente di Palazzo Dogana. I dirigenti cui spetta la firma sono Dalvino e Mercurio che dalla settima prossima potrebbero siglare il trasferimento. Per i lavoratori, in aspettativa non retribuita dal primo luglio 2015, è pronto un contratto di due mesi dal primo maggio fino alla fine di giugno. L’ente deve mettere a disposizione 70mila euro, la stessa somma fornita a Diomede. In estate le strutture museali e gli infopoint restano chiusi. A settembre si vedrà.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!