Manfredonia
Anche nella vita di spettacolo a tanti basta essere quello che si vuole essere

Manfredonia, “Defètte Congèmito in Palcoscenico al Teatro Dalla”

L'apertura della sala è alle 20 e 30, mentre il sipario è alle ore 21 e1 5 sempre al teatro Lucio dalla di Manfredonia tutte le sere fino al 16 Aprile 2016

Di:

Manfredonia. Piacevole serata al Teatro Lucio Dalla. Quello che in un primo tempo poteva apparire un semplice varietà di avanspettacolo, nell’apertura del sipario, si è rilevato una vera e propria kermesse teatrale con tanto di gag divertenti spesso sorprendenti. Gli attori da veri artisti hanno saputo interpretare bene il proprio ruolo divertendo la nutrita platea del teatro intitolato a Lucio Dalla. Anche nella vita di spettacolo a tanti basta essere quello che si vuole essere, così la Compagnia Palcoscenico di Manfredonia ha rappresentato Defètte Congèmito toccando in maniera teatrale il tema dell’omofobia. Parafrasando il vernacolo manfredoniano di una battuta della piece teatrale, che è tanto piaciuta citiamo la seguente frase ripresa dalla commedia andata in scena: “Papà vulòve maschie, mammà voulove fèmmene, so’ nète jè … e agghie accuntentète a tutt’ e dòje!!! Insomma ognuno si sente libero di essere quello che è … di qui lo svolgimento di una trama in cui una compagnia di attori ballerini “trans”, gestiscono un night club a Manfredonia.

I protagonisti costretti ad interrompere le prove del nuovo spettacolo, in quanto Cherie ( figlia del regista, avuta anni prima in un “abbaglio etero” con la ballerina Rosy) annuncia l’imminente visita dei suoi futuri suoceri. Tutto questo mentre il Papà di Cherie cioè il regista di nome Antoine, vive con Wanda (una “trans” anche lei ballerina, che sostanzialmente ha fatto da madre alla futura sposa. Per questo Antoine alla notizia delle nozze della figlia si trova in un grande imbarazzo. Il regista non volendo deludere la figlia sarà costretto a destreggiarsi tra due rivali Wanda e Rosy. Saranno così queste due protagoniste a disputarsi la maternità della ragazza per l’incontro con il futuro consuocero. L’onorevole padre dello sposo è un parlamentare spudoratamente omofobo, noto per le sue feroci battaglie contro i diritti degli omosessuali. Così, in un turbinio di travestimenti equivoci, gag e doppi sensi, l’incontro con i futuri suoceri di Cherie si rivelerà qualcosa che alla fine sorprenderà gli spettatori. Un plauso va dunque a tutti gli interpreti, che, ognuno nel proprio ruolo , hanno ben recitato l’adattamento teatrale della riuscitissima regia di Michele Trotta.

Ricordiamo per chi volesse assistere allo spettacolo che l’apertura della sala è alle 20 e 30, mentre il sipario è alle ore 21 e1 5 sempre al teatro Lucio dalla di Manfredonia tutte le sere fino al 16 Aprile p.v..

FOTOGALLERY

(A cura di Benedetto Monaco – Manfredonia, 14 aprile 2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This